prenota

Anno 1°

domenica, 21 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

“Tutto pronto per il Lunezia. Confido nella disponibilità del sindaco.”: parla il patron De Martino

domenica, 16 luglio 2017, 12:01

di vinicia tesconi

La manifestazione è già iniziata: due sere fa c’è stato l’incontro con il cantautore Bungaro a Largo Marinai d’Italia, ma la certezza che il comune di Carrara darà il suo fondamentale sostegno economico ancora non c’è e fino a lunedì quando l’organizzatore del Premio Lunezia, Stefano De Martino, sarà ricevuto da De Pasquale e da Martinelli non si potranno ancora sciogliere tutti i nodi della vicenda che ha trovato, come capita ormai quotidianamente, la sua arena pubblica su Facebook. Le perplessità della giunta appena insediata dovute allo stato sconfortante delle casse comunali hanno fatto sì che i nuovi amministratori frenassero all’ultimo minuto nella corsa all’organizzazione dell’evento più importante ed atteso dell’estate di Marina di Carrara: il Premio Lunezia. E così han cominciato a circolare cifre e commenti sulla piazza social nella quale con straordinaria facilità tutti sono capaci di trasformarsi ad ogni occorrenza in esperti di. Un coro di critiche al valore della manifestazione definita “carrozzone di comparsate vip”, “ spreco di soldi inutile”, “ tre cantanti sgarruffati” fino al fantozziano: “ Una cagata pazzesca” ed ovviamente un florilegio di suggerimenti illuminati sulle infinite alternative in cui impiegare i centomila euro dichiarati per l’evento: strade e marciapiedi per i più pratici, festival letterario di pregio ( ne esistono anche di dispregio?) per gli irrinunciabili della cultura, rassegna musicale di cantanti emergenti locali oppure un solo concerto di un big in un’unica data. Abbiamo sentito in merito la mente di tutta la manifestazione: Stefano De martino ( che qualche tuttologo del web ha confuso con l’ex marito di Belen):

L’incertezze della nuova amministrazione sul supporto economico al Lunezia hanno scatenato sul web le polemiche sulla manifestazione. Che ne pensa?

Da che mondo è mondo ci sono sempre stati detrattori di qualunque cosa. La realtà è che il Lunezia è una manifestazione che esiste da 22 anni e che da due anni riceve il patrocinio del ministero della cultura anche con una sovvenzione di 20000 euro che ci viene accreditata a fine anno per il valore culturale dell’iniziativa che dà spazio ai giovani e riconosce il valore letterario della musica. E’ un riconoscimento che raramente viene dato a un festival musicale e che, sempre, viene concesso con molta oculatezza.

La polemica si è concentrata molto sui centomila euro del costo dell’evento, trovato da molti esagerato…

In realtà è un costo piuttosto basso per manifestazioni di questo genere. Se lo confrontassimo con gli altri festival estivi che ci sono in Italia ne avremmo la conferma. E il suo costo è molto più basso di quel che sarebbe se dovessimo pagare tutti gli ospiti che arrivano, specialmente i big, per essere premiati.

Esiste realmente la possibilità che la manifestazione possa saltare a causa del mancato sostegno economico del comune?

Non lo so ma non credo. Sono abbastanza fiducioso. L’evento ormai è pronto in tutte le sue parti. I Negramaro hanno confermato la loro presenza per il prossimo sabato. Dubito fortemente che si arriveràa una debacle così grave da sospendere il festival.

Ma lei aveva preso accordi con gli eventuali amministratori prima delle elezioni?

Sì, sono andato a parlare con DePasquale e Martinelli circa tre mesi per capire se, in caso di loro vittoria, ci sarebbe stata la volontà di proseguire la collaborazione col Lunezia e loro avevano esternato l’idea di dare continuità ad un evento molto rappresentativo per la città anche se avevano espresso dubbi su ciò che avrebbero trovato nei conti del comune. Tuttavia li avevo messi al corrente dei costi del festival ed avevo ricevuto il loro impegno a ragionare sul mantenimento della manifestazione.

Il Lunezia è un evento esclusivamente pubblico?

Sì, siamo sempre stati sostenuti solo dal comune sin dalla prima edizione e per tutta la fase di Aulla e poi, dopo la crisi politica vissuta dalla cittadina lunigianese, abbiamo mantenuto lo stesso accordo con il sindaco Zubbani che fu l’artefice del nostro spostamento a Carrara. Ma il Lunezia non è una manifestazione politicizzata né vorremmo essere identificati con alcuna amministrazione. Non abbiamo mai avuto sponsor privati ma non è esclusa la possibilità in futuro di averne e non abbiamo un rientro dalla vendita di biglietti perché con orgoglio rivendichiamo la nostra determinazione ad offrire sempre uno spettacolo gratuito.

Che numeri fa il Lunezia?

In media abbiamo tra i 4000 e i 5000 spettatori per ogni serata. Quando ce ne sono pocchi sono 3000, negli eventi di maggior richiamo arriviamo anche a 7000. Sono cifre importanti che richiedono anche grosso impegno per la sicurezza.Le serate più attese poi sono sempre due o tre. Tutti locali che gravitano intorno all’area di Piazza Menconi incassano in quelle sere quanto realizzano in due settimane di lavoro.E poi c’è tutto l’indotto in termini di soggiorno di organizzatori ed ospiti che portano a Carrara qualcosa come 20000 euro solo in alberghi e ristoranti. A questo bisogna aggiungere il nome ormai conosciuto del premio e la risonanza legata alla collaborazione con la Rai e con Isoradio che trasmettono immagine e collegamenti durante la manifestazione e che danno lustro al nome della città.

Se dovessero sorgere problemi quest’anno oppure l’anno prossimo cosa succederebbe al Lunezia?

Non è un’ipotesi che ho ancora preso in considerazione ma so che il premio non morirebbe perché ormai è troppo conosciuto e stimato e sicuramente potrebbe essere esportato in qualche altra località.

 


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 19 gennaio 2018, 17:03

Teatro Guglielmi: una tensostruttura per continuare la stagione teatrale

Il teatro Guglielmi è chiuso dal 20 dicembre. Il comune sta cercando soluzioni alternative tra le quali una tensostruttura da 500 posti da realizzarsi al parco comunale degli Ulivi 


venerdì, 19 gennaio 2018, 13:03

Michelangelo-Infinito: ultime fasi di montaggio e poi il lancio nelle sale

Sale la febbre, soprattutto in città, per la prossima uscita del film documentario prodotto da Sky: Michelangelo- Infinito che ha avuto tra le principali location le cave e la città di Carrara. Ad annunciare l’ormai vicina data di uscita del film è venuta  a Carrara Cosetta Lagani responsabile e direttrice...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 gennaio 2018, 09:53

"Fabrizio De Andrè - Principe Libero" al Garibaldi Carrara

Fabrizio de André principe libero sarà al Garibaldi Carrara per due soli giorni, il 23 ore 21 e 24 gennaio ore 17-21. Un appuntamento imperdibile per tutti coloro che hanno amato e amano ancora oggi le sue canzoni e un'opportunità straordinaria per godere di quella che Fernanda Pivano ha definito "la...


venerdì, 19 gennaio 2018, 09:47

Arte in evoluzione: apre i battenti "No Parking" alla galleria Blackart Lounge di Carrara

Dopo il grande successo di "From East to West", una nuova mostra sta per essere inaugurata alla galleria Blackart Lounge di Carrara, frutto della collaborazione fra Valeria Lattanzi, titolare dello spazio e Nicola Ricci, gallerista e grande esperto d'arte contemporanea


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 18 gennaio 2018, 13:27

A Palazzo Ducale “L’irreale realtà ” di Bart Herreman

Da sabato 20 gennaio – vernissage alle ore 17 – fino al 4 marzo 2018  le sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), ospitano la mostra di fotografia di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale Realtà”, prima mostra del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea”


mercoledì, 17 gennaio 2018, 10:07

“Uno, nessuno e centomila” con Enrico Lo Verso esalta il pubblico del Garibaldi

Enrico Lo Verso regge stupendamente il one man show che l’autrice e regista dell’adattamento di  Uno nessuno e centomila, Alessandra Pizzi, gli ha costruito su misura per lui, come ha ammesso nella conferenza stampa pre-spettacolo di ieri pomeriggio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara