prenota

Anno VIII

venerdì, 22 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

“Marbleland”, lo sguardo di Soledad Nicolazzi sulle cave

giovedì, 5 luglio 2018, 18:45

di vinicia tesconi

Pezzi di marmo serviti su piatti da formaggio da una cameriera anni cinquanta: la locandina di Marbleland sintetizza perfettamente il contenuto e lo spirito dello spettacolo scritto e interpretato da Soledad Nicolazzi, poliedrica artista carrarese, che andrà in scena per la prima volta a Carrara,  sabato  alle 21,45 in piazza Cesare Battisti.

“Benvenuti nel cuore della zona industriale più antica del mondo, dove il paesaggio cambia anche rimanendo fermi… Welcome to Marbleland: centro mondiale per la predazione del marmo”. E’ il sottotitolo del monologo che la Nicolazzi, ottima attrice, porterà in scena per denunciare, col sorriso sulle labbra la storia dell'operato nelle cave di Carrara. La Nicolazzi ha realizzato il lavoro raccogliendo le testimonianze dirette dei molti "attori" della storia del marmo e di ognuno di loro  diventerà la voce amplificata sul palco. 

"Marbleland è un progetto che parte dall'amore verso una terra aspra e contraddittoria: le Apuane. – ha detto la Nicolazzi - E dall'ascolto delle storie dei molti attori coinvolti in un grande affresco: cavatori, imprenditori, scultori, artigiani, camionisti, ambientalisti, cittadini dei paesi a monte. Un lavoro di circa un anno di raccolta di interviste e un laboratorio teatrale aperto ai cittadini. Uno spettacolo che nasce dalla passione della ricerca e la fiducia nelle potenzialità di una materia che affonda le radici nel mito, il marmo bianco. E che non si arrende all'idea che quello esistente  sia davvero l'unico modello di sviluppo e economia possibile. A Carrara come altrove. Per portare questa storia non solo alle persone che abitano ai piedi delle Apuane ma anche a tutti quelli che vivono lontano e che la terra del marmo l'hanno vista solo in cartolina”.

Il progetto è stato fatto in collaborazione con Campsirago residenza e con un Crowdfunding e ha debuttato al festival delle Esperidi il 30 Giugno. “Alle spalle ci sono 80 ore di interviste sbobinate, una ricerca durata due anni e un laboratorio di teatro rivolto ai cittadini di Carrara. E' una replica organizzata interamente dal basso: senza budget, senza patrocinio, senza santi in paradiso. Il progetto, che fino ad oggi non ha avuto sostegno dall'amministrazione è fortemente voluto da un gruppo di  cittadini" ha detto Soledad. 

La scelta del 7 luglio come data per la prima carrarese non è casuale: “Il 7 luglio è un simbolo: si ricorda di come le donne, nel 1944, con una rivolta di piazza durata tre giorni, si sono opposte in modo pacifico ma determinato all'ordine di evacuazione imposto dai nazisti, salvando, di fatto la Carrara. In piazza delle Erbe, dove e' cominciata la protesta, una delle protagoniste da un grande murales dice, a chi ha tempo di leggere e di ascoltare: non abbandonare la città. E' un mondo soprattutto maschile quello che evoco e racconto ma in scena siamo in tre: io, Alessandra D'Aietti che ha composto le musiche e le esegue dal vivo e poi lei: la montagna” ha spiegato Soledad Nicolazzi che ha anche fatto un richiamo allo sciopero dei cavatori dei giorni scorsi, alla proposta regionale sui beni estimati e all’esposizione del carbonato di calcio fatta nel corso della WhiteCarrara Downtown:  “Nei giorni scorsi il settore lapideo si è fermato per scioperi: alle richieste dei cavatori di aumento di salario gli imprenditori hanno risposto con la proposta di un premio di produzione. Che si traduce in un ulteriore aumento di velocità di escavazione e quindi un maggiore rischio di incidenti (11 negli ultimi 12 anni, su 800). Ai cavatori non è ancora stato riconosciuto di essere categoria a rischio. Il 27 giugno è stata approvata dal consiglio regionale toscano la proposta di legge, che verrà presentata in parlamento che prevede che “i beni estimati” siano un bene pubblico, al contrario di quanto affermava l'ultima sentenza del tribunale (febbraio 2018)".

Lo spettacolo che è stato realizzato grazie a un crowdfounding,  è stato musicato da Alessandra D'Aietti. Per il video: Collettivo La Fossa degli Angeli; consulenza storica e tecnica: Caludia Bienaimé e Matteo Serafin; audio: Giorgio de Rito; Disegno luci: Fabio Ronconi con la collaborazione di Dalia Padoa.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 21 ottobre 2021, 14:29

Biologia con curvatura biomedica: i medici delle Apuane formano gli studenti per il test di ingresso alla facoltà di medicina

Il successo dell’iniziativa di FNOMCeO e MIUR dedicata agli studenti del Liceo Classico Repetti di Carrara e del Liceo Scientifico Fermi di Massa


giovedì, 21 ottobre 2021, 13:18

Il premio 'Insieme' a Luca Marchini

Nasce il premio Insieme, un riconoscimento che sarà assegnato a cittadini e cittadine che in qualche modo si sono distinti/e per ingegno, buona volontà, voglia di fare per il bene della comunità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 21 ottobre 2021, 11:35

Ripartono i corsi di danze storiche

Le lezioni prevedono l'insegnamento di danze del 1400 e del 1500 che son state ricostruite fedelmente sulla base dei trattati dell'epoca che conservandosi assieme agli spartiti musicali son giunti ai nostri giorni


mercoledì, 20 ottobre 2021, 15:43

Premio Anita Fiaschi Città di Carrara, menzioni speciali per Fondazione Marmo e compianto Paolo Armenise

Un premio nel ricordo dell'architetto Paolo Armenise scomparso nel 2014 ed una menzione speciale per la Fondazione Marmo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 20 ottobre 2021, 15:39

Un po' di Maggio Fiorentino per la terza serata del Festival internazionale organistico di Avenza

Si è svolta, domenica 17 ottobre, la terza puntata della rassegna organistica in S. Pietro Avenza. Per l'organizzazione del Parroco Don Marino Navalesi, con la direzione artistica del M° Ferruccio Bartoletti


mercoledì, 20 ottobre 2021, 08:50

Domenica da favola con “Martin, l’altro anatroccolo”

Il libro, pubblicato in pieno lockdown, sarà presentato in forma inedita domenica 24 ottobre, alle 16, alla Biblioteca civica Giampaoli in piazza Mercurio a Massa alla presenza dell’autrice, della direttrice della biblioteca, Susanna Dal Porto, dal console del Touring club Massa Walter Sandri con la partecipazione dell’attrice Alessandra Berti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara