prenota

Anno 1°

domenica, 18 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Residenza d’artista 2019 dedicata all’archivio della Ferrovia Marmifera: selezionati dalla giuria artisti locali

martedì, 14 maggio 2019, 17:12

di vinicia tesconi

Una seconda edizione delle Residenze d’artista volute dall’assessorato alla cultura del comune di Carrara che eleva al cubo  la valorizzazione del territorio. Il progetto che collega gli archivi storici locali all’arte contemporanea mediante un bando che offre la possibilità di studio e ricerca in loco con annessa residenza, ha premiato, quest’anno, tutti artisti carraresi o comunque residenti a Carrara. I lavori che gli artisti presenteranno saranno quindi potenziati dal valore aggiunto della carrarinità  o della conoscenza approfondita della quotidianità locale.  La seconda Residenza d’Artista è stata presentata stamani dall’assessore alla cultura Federica Forti e da alcuni dei protagonisti del progetto.

“ La formula è rimasta la stessa: un periodo di studio finalizzato ad una mostra finale impostato sul dialogo tra gli archivi storici e arte contemporanea ma la sfida è diversa perché ha chiamato in causa un altro progetto, quello della Mostra sulla Ferrovia Marmifera curato da Cristiana Barandoni con Luca Borghini e Antonino Criscuolo. Il  bando  chiedeva di reinterpretare in chiave contemporanea la marmifera  facendo anche piccole rivoluzioni nello spazio espositivo della mostra e per questo va segnalata  la grande generosità di Cristiana barandoni,  curatrice della mostra,  che ha capito l’ importanza del progetto e  ha permesso  e accolto con disponibilità gli artisti che mettevano mano al suo lavoro. Particolare soddisfazione è venuta poi dal verdetto del comitato scientifico di cui io non faccio parte, che ha scelto artisti carraresi. Credo che sia necessario ricevere contaminazioni esterne invitando  artisti da fuori ma e ritengo fondamentale che ci sia un continuo scambio e riappropriazione da parte dei cittadini della propia storia e identità.”

Sono quindi  tutti artisti locali o residenti a Carrara, i beneficiari dei diecimila euro predisposti dal comune per il progetto Residenza d’artista:  Consuelo Zatta, Enrica Pizzicori, Lorena Huertas, Antonio Bertusi e il collettivo Amlrumdame composto da Carolina Barbieri, Carlotta Moretti e Martina Ceccarelli e spaziano dalla pittura, alla scultura, alle arti grafiche, al teatro. A coordinare i percorsi degli artisti c’è Marina Carbone, specializzata in archivistica: “Gli archivi sono beni culturali tra i più complessi- ha detto la Carbone . perché sono i meno conosciuti e i meno valorizzati.  Ma sono in assoluto i più democratici che esistano perché, a differenza di opere architettoniche o monumenti che raccontano la storia dei ceti più ricchi, gli archivi parlano di tutti, in ogni classe sociale. Sono come la livella di Totò. Il progetto della Residenza d’Artista è perfetto per la valorizzazione degli archivi e il tema di quest’anno  favorisce soprattutto l’arte popolare. Nella ricerca del materiale da sottoporre agli artisti ho trovato  molte storie personali e episodi che si collegano ad altre memorie come episodi legati alla guerra. Ogni artista svilupperà il proprio progetto attraverso il suo stile e il suo punto di vista dando una rilettura ancor più sfaccettata dell’argomento.”. Collegata alle inaugurazioni di ciascuna opera degli artisti sarà una passeggiata storica connessa ai luoghi della marmifera guidata da Cristiana Barandoni, Luca Borghini, dalla storica dell’arte Luisa Passeggia, dagli storici Daniele Canali e Guglielmo Bogazzi.  Il percorso della Residneza d’Artista sarà arricchito anche da tre convegni sul mondo degli archivi ai quali parteciperanno  Nicola Maranesi curatore dell’archivio dei diari di Pieve Santo Stefano, Lorenzo Pezzica esperto di archivi e anarchia che parlerà della censura negli archivi e Luca Carboni dell’Archivio Segreto del Vaticano che sfaterà alcuni miti sulla segretezza degli archivi della chiesa.

Gli artisti sono già al lavoro sulle opere che presenteranno  dalla fine di maggio alla fine di giugno ed è possibile andare a visitare i loro atelier durate la fase della lavorazione. Il gruppo Amlrumdame ha sviluppato un progetto  sui video esistenti in rete della ferrovia marmifera dai quali trarrà un cartone animato e svilupperà anche dei laboratori sui cartoni dedicati ai bambini che inizieranno già da  domani 15 maggio alle 16,30, nella sede del Cap, con ingresso gratuito per tutti i partecipanti.

Consuelo Zatta ha scelto di concentrarsi su un aspetto sottointeso dalla Mostra della marmifera e cioè il tramonto dei carri trainati dai buoi come mezzo di discesa dei blocchi di marmo dal monte al piano.  L’artista svilupperà quindi il dramma di una tradizione secolare che fu soppiantata dalla ferrovia con una scultura dedicata al bovaro e all’animale.

Antonio Bertusi  farà un percorso di ricerca insieme a ragazzi adolescenti sulle memorie della marmifera che si trasformerà in una rappresentazione teatrale.

L’assessore Forti ha ricordato che ogni artista donerà, come è consuetudine per il progetto residenza d’artista, una sua opera al termine del percoro che resterà a creare un archivio di opere d’arte  donato alla città.

Soddisfatto anche Luca Borghini che ha applaudito all’iniziativa: “ Sono orgoglioso di questo programma che rende completa  la mostra  con il  racconto della marmifera e racconto della città. E’ molto positivo il coinvolgimento di artisti che portano  una visione fresca del tema a completare il progetto dando un valore in più. Con il percorso della Residenza d’Artista la mostra sulla marmifera allunga il suo tempo di esposizione di un mese e contemporaneamente viene anche rivisitata nei contenuti dagli apporti degli artisti. Per noi curatori sarà il momento per completare la sezione del tempo sospeso con la raccolta di altre testimonianze dirette sulla marmifera che concluderanno il dvd che sarà poi donato alla memoria collettiva.”

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 17 agosto 2019, 11:40

Una massese e una carrarina tra le prime sei di Miss Cinema Toscana

Non facile il lavoro della giuria che era presieduta da Massimo Fedeli sindaco di Bibbona e da Simone Rossi vice-sindaco, nel dover scegliere tra il nutrito e qualificato gruppo delle finaliste regionali in gara la vincitrice della prestigiosa fascia di Miss Cinema Toscana


sabato, 17 agosto 2019, 11:06

Con-vivere, Edoardo Leo ospite del Festival 2019

E’ la Formazione a tutto tondo, quella affrontata nella rassegna cinematografica di Con-vivere 2019. Non solo quella intesa come crescita culturale o educazione, ma anche la formazione di una famiglia, dei rapporti umani, delle relazioni genitori - figli, alunni-insegnanti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 17 agosto 2019, 10:25

Fiordaliso in concerto a Marina di Massa

Con Fiordaliso arrivano gli anni Ottanta al Fusion Club, locale rilevato a giugno dall'imprenditore Marco Gelardi.L'artista piacentina martedì 20 agosto ripercorrerà i successi che l'hanno resa celebre al grande pubblico e si esibirà in una location senza eguali, che si affaccia sul meraviglioso lungomare di Marina di Massa


sabato, 17 agosto 2019, 10:20

Mercurio d'Argento su Rai Uno: parla il patron De Martino

A pochi giorni dal termine della prima edizione del festival Mercurio d'Argento, concorso di musica per l'immagine che ha avuto come palcoscenico Piazza Mercurio di Massa, l'autore Stefano De Martino ha voluto manifestare alcune considerazioni


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 17 agosto 2019, 09:12

18° Festival internazionale della chitarra: in scena il duo Masini-Costantino

Il programma della serata è un percorso tra vari ritmi di danza dall'800 ad oggi con le Tre Polonesi Concertanti di Giuliani, la Rumba e Marcia in Sib maggiore di Castelnuovo-Tedesco, Danza del Sur e Nazca del francese Marchelie, il Valse e Schottish del brasiliano Radamès Gnattali, la nota Suite...


venerdì, 16 agosto 2019, 09:42

"Sharing Creativity" al Castello Malaspina

Nuovo appuntamento sabato 17 agosto al Castello Malaspina di Massa con Sharing Creativity progetto di David Campbell nato allo scopo di valorizzare  l'aspetto di  condivisione  e compartecipazione nella realizzazione dei percorsi artistici e creativi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara