prenota

Anno VIII

martedì, 20 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Torna a splendere l’Edicola dei Fantiscritti

giovedì, 18 luglio 2019, 09:54

Dopo alcuni mesi di paziente lavoro è ritornata al suo posto, nel cortile rinascimentale di palazzo Cybo-Malaspina sede dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, l’Edicola dei Fantiscritti.

Si tratta di un manufatto scultoreo del III secolo dopo Cristo  raffigurante Giove con Ercole e Bacco. Collocata nel 1863 nel cortile dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, l’edicola costituisce una testimonianza di arte Romana, oltre che essere un documento prezioso su quanti visitarono la cava che porta lo stesso nome ed apposero le loro firme sul monumento a ricordo imperituro.

Tra gli altri: Canova, Michelangelo, Gianbologna, oltre a viaggiatori del Grand Tour, come il conte Aleksandr Osterman- Tolstoi, emissario dello Zar per l’acquisto di opere d’arte, che lasciò la sua firma in caratteri cirillici. Rimasta per secoli alle intemperie all’interno di una cava l’edicola era già in cattive condizioni nel XIX secolo.

Il restauro effettuato dalla Professoressa Luana Brocani, docente di Restauro dei Materiali lapidei, con gli studenti del suo corso ha restituito una nuova leggibilità al manufatto.

“L’opera si presentava interamente ricoperta da una patina scura formata da uno strato superficiale di polvere, di discreto spessore, e sotto di esso uno strato più radicato di natura grassa che rendevano illeggibili molti nomi e date che testimoniano l’avvicendarsi di visitatori illustri fino al suo distacco dalla cava dei Fantiscritti e successiva collocazione all’interno dell’Accademia di Belle Arti di Carrara”- spiega Luana Brocani in una breve nota sul restauro.

“La pulitura è stata effettuata con la tecnica dell’impacco- prosegue Brocani-  che consiste in un impasto formato da polpa di cellulosa in ammonio carbonato che è stato applicato e lasciato agire per il tempo necessario; in seguito è stato rimosso con spatole e la superficie marmorea è stata risciacquata con acqua e spazzole. E’ stato inoltre rimossa una stuccatura che rendeva illeggibili le iscrizioni e in fase di riallestimento è stata sostituita con un raccordo più idoneo.”

Spiega il Direttore Massari: “ Il restauro portato avanti dalla Prof. Brocani è uno dei tanti interventi che stiamo realizzando per la conservazione e la valorizzazione delle nostre collezioni. In questi anni abbiamo recuperato le vetrate del Chini, abbiamo restaurato una serie di pitture murali, abbiamo riordinato il patrimonio librario antico. Per quanto riguarda l’edicola dei Fantiscritti era già in condizioni deplorevoli all’inizio dell’Ottocento, quando fu descritta da Giuseppe Antonio Guattani, un erudito antiquario romano accademico di San Luca. Il restauro che abbiamo eseguito in Accademia ci consente di avere una maggiore fruibilità dell’opera. Sono ricomparse nuove iscrizioni prima coperte e non escludo che in un futuro prossimo si possa intraprendere uno studio di questo singolare “libro dei visitatori”: sarebbe interessante identificare le firme non illustri e indagare sulle vite di coloro che le hanno lasciate”.

Oggi, ricollocata al proprio posto, l’edicola ha riacquistato un nuovo splendore e le iscrizioni sono pronte per raccontare una storia che attende di essere narrata.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 15 aprile 2021, 14:48

Olimpiadi di matematica, sette ragazzi ammessi alle finali nazionali individuali

Causa emergenza covid, quest’anno la selezione dei ragazzi che parteciperanno alle finali nazionali individuali per le Olimpiadi di Matematica si sono svolte online in due turni successivi, il primo c’è stato il 30 marzo ed il secondo il 9 aprile


mercoledì, 14 aprile 2021, 09:53

Appuntamento con la storia nascosta di Massa

Creando collegamenti tra i loro libri editi da Giovani Holden Edizioni e da Eclettica Edizioni, Simona e Sara racconteranno la storia e le storie per meglio conoscere il territorio massese così ricco di curiosità e di genti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 8 aprile 2021, 09:26

La resistenza femminile al centro di un incontro online

La cultura vince sulla pandemia e nel giorno della liberazione di Massa, il 10 aprile, Francesca Bianchi, presidente di Bookcrossing Massa in collaborazione con la libreria Libri in Armonia di Anna Bigini, ospita nel suo salotto on line la collega Angela Maria Fruzzetti per parlare di resistenza femminile


mercoledì, 7 aprile 2021, 09:23

Continua la manifestazione a base di video su Dante, Carrara e la Lunigiana Storica

Un notevole successo sta riscuotendo l’iniziativa “Carrara per Dante” promossa da un gruppo di carraresi, tra i quali Riccardo Canesi, Daniele Canali, Donatella Beneventi, Beniamino Gemignani e Carmine Mezzacappa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 6 aprile 2021, 10:14

L'Accademia di Belle Arti di Carrara ospita la conferenza dal vivo del critico d'arte Luca Nannipieri "A cosa serve la storia dell'arte"

L'Accademia di Belle Arti di Carrara, dopo il Museo Novecento di Firenze, il MUS.E - Musei Civici Fiorentini e i Musei Civici di Treviso, ospita dal vivo e da remoto, l'8 aprile, ore 11, la conferenza del noto critico d'arte Luca Nannipieri, A cosa serve la storia dell'arte, dal suo libro...


giovedì, 1 aprile 2021, 11:39

Al via il restauro del Napoleone I di Canova: un atteso ritorno a Palazzo Cybo-Malaspina

L'opera, tra le più importanti e certamente la più imponente della collezione, tratta dal calco insieme ad altri quattro esemplari oggi conservati a Possagno, Roma, Milano e Napoli, venne donata dal maestro all'Accademia nel 1810, insieme al ritratto di Madame Mère, a pegno dell'ipoteca che gravava su alcuni marmi acquistati...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara