prenota

Anno 1°

giovedì, 23 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

L'Amor che move il cielo e l'altre stelle

giovedì, 16 gennaio 2020, 19:26

Venerdì prossimo, 17 gennaio alle ore 21:15, l'incontro settimanale al planetario comunale "A. Masani", tratterà de "La matematica che muove il cielo". Il titolo è un po' un giuoco di parole fra due celebri frasi: la dantesca conclusione della Divina Commedia "l'Amor che move il cielo e l'altre stelle" e la galileiana frase del Saggiatore: "l'universo è scritto in linguaggio matematico".

Tutto questo per significare che nella prima parte dell'incontro si parlerà di alcune leggi fisiche e matematiche che "reggono" la struttura dell'Universo e ci permettono di studiarlo pur dalla nostra dimensione infinitesimale di esseri umani. Dalle leggi di Keplero che ci han permesso di capire come funzionino le rotazioni dei pianeti (e degli altri corpi) attorno al Sole, a quella di Newton che ci permette di "pesare" i pianeti, le stelle, le galassie, di far navigare le nostre sonde spaziali. Dalla legge di Hubble-Lemaitre che ci permette di calcolare la distanza delle galassie più lontane a quella della Leawitt che ci fa "misurare" le distanze delle galassie più vicine. Il tutto nel linguaggio più semplice possibile, per scoprire che quando leggiamo di distanze, età, peso ecc. di oggetti del cielo, non stiamo leggendo valori "sparati a caso" ma frutto di una logica e di una struttura scientifica che, fino a prova contraria, è la più plausibile in base alle conoscenze odierne.

L'appuntamento prevede inoltre una parte dedicata alla simulazione, sotto la cupola, dei movimenti del cielo e il riconoscimento delle principali costellazioni visibili nel periodo e, in conclusione (meteo permettendo) l'osservazione diretta all'aperto, anche mediante un telescopio, dei principali oggetti astronomici visibili nel cielo in questo periodo. 

In foto: ritratto di Galileo Galilei (1564-1642). Nel VI capitolo de "Il Saggiatore" compare la celebre frase: "La filosofia (all'epoca quella che per noi adesso è la scienza era chiamata filosofia naturale) è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto innanzi a gli occhi (io dico l'Universo), ma non si può intendere se prima non s'impara a intender la lingua, e conoscere i caratteri ne' quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri sono triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente parola; senza questi è un aggirarsi vanamente per un oscuro laberinto".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 23 gennaio 2020, 14:00

Scoperte ed osservazioni astronomiche del 2019

L'incontro settimanale presso il planetario comunale "A. Masani" di Marina di Carrara sarà intitolato: "Scoperte ed osservazioni astronomiche del 2019"


giovedì, 23 gennaio 2020, 13:12

Accademia di Belle Arti: talk con gli artisti Sun Yuan e Peng Yu

Un altro grande evento internazionale, sabato 25 gennaio ore 15.00 all'Accademia di Belle Arti di Carrara, che ospiterà gli artisti cinesi Sun Yuan e Peng Yu, protagonisti alla scorsa Biennale di Venezia, impegnati in un talk con gli studenti e il pubblico


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 23 gennaio 2020, 11:26

Riapre il Teatro degli Animosi di Carrara con “Il giardino dei ciliegi” di Cechov

Con la riapertura del Teatro degli Animosi a Carrara dal 29 gennaio (ore 21) va in scena in esclusiva regionale il nuovo spettacolo del regista premio Ubu Alessandro Serra. Si apre così un cartellone frutto della collaborazione fra l’Amministrazione comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus fortemente incentrata sulla scena...


giovedì, 23 gennaio 2020, 00:12

“A metà strada”: il brano di Martina Pitanti, artista emergente del panorama apuano

Esce il 24 gennaio l’inedito di Martina Pitanti, artista apuana emergente, che si è distinta particolarmente al premio “Mimì sarà” la scorsa estate, arrivando in semifinale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 21 gennaio 2020, 12:49

"L'alloggio segreto": spettacolo su Anna Frank per il Giorno della Memoria

Het Achter huis – L’alloggio segreto: la storia di Anna Frank secondo la compagnia teatrale Mondi Possibili per celebrare il giorno della memoria a Palazzo Ducale


martedì, 21 gennaio 2020, 11:48

La lunga tradizione artistica dei presepi: premiati al Mirteto i vincitori della terza edizione de "L’arte del presepe”

Una passione antica in cui si mescola l’artistico con il mistico e con la tradizione popolare: anche la terza edizione del concorso “L’arte del presepe” organizzata dal comitato comitato ”Mortet a m’arcord” del Mirteto di Massa, è stata un grande successo: 71 ipresepi iscritti, 17 comunità, tra scuole, parrocchie e...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara