prenota

Anno 1°

sabato, 28 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Sold-out per il concerto di Vinicio Capossela

venerdì, 21 febbraio 2020, 14:52

Il concerto arriva al Teatro degli Animosi, dopo il debutto lo scorso 14 febbraio alla Union Chapel di Londra, quarta tappa del tour italiano, organizzato da International Music and Arts, che ha fatto registrare il sold out in tutte le piazze, riscuotendo un grande successo di pubblico. La scelta di inserire questo spettacolo nella programmazione per la riapertura dello storico teatro conferma l’alta qualità del progetto voluto dal Comune e da FTS onlus.

Con Bestiario d’amoreVinicio Capossela porta a compimento il viaggio nel medioevo fantastico iniziato con “Ballate per uomini e bestie”. Per scrivere Bestiario d’amore Capossela ha attinto dal componimento letterario di un erudito del milleduecento, Richart de Fornival, che combinando le favolose descrizioni naturalistiche dei Bestiari medievali e la fenomenologia dei comportamenti amorosi tenta l’impossibile: dare vita a un trattato scientifico che descriva e decifri il più misterioso dei sentimenti. L’amore. Il risultato è un’opera di grande originalità e irresistibile ironia, con la quale Vinicio Capossela si è divertito a giocare, trasformando il Bestiario in un poema musicale riccamente vestito, grazie alla partecipazione della Bulgarian National Radio Symphony Orchestra arrangiata e diretta dal Maestro Stefano Nanni.

Il Bestiario d’amore, scrive Vinicio Capossela, è una delle opere più straordinarie, più ironiche, più immaginifiche che si possano trovare su questa forza misteriosa che trasforma e imbestia le creature umane quando sono sotto l’effetto dell’amore. L’intero meccanismo amoroso è analizzato in maniera scientificamente impossibile. Come un indagatore del moto perpetuo, Fournival prova a codificare le incodificabili ed eppure certissime leggi che governano questa mascherata perenne che è la commedia amorosa. Accanirsi nel musicare un’opera che comincia con una messa al bando del canto è stata un’impresa diversamente bizzarra e inutile, oltre che superstiziosamente pericolosa. Chi canta o ascolta non fa mai una buona fine nel bestiario: che sia il canto della sirena, o quello del cigno, o quello del grillo si finisce sempre per morirne. Forse per questo il poeta, una volta constatato che “il canto poetico conduce alla morte senza procurare alcun beneficio”, rinuncia e affida il suo estremo bando a parole e immagini, perché per mezzo di immagini e parole si possa giungere alla memoria che è “custodia dei tesori che lo spirito umano conquista con l’eccellenza del suo ingegno”. Se cantare è rischioso, più che una canzone ho provato a mettere insieme una specie di racconto musicale in cui ogni creatura viene evocata con sigle melodiche o timbriche, grazie all’opera di Stefano Nanni che ci ha messo l’orchestra, che è pur sempre il più grosso organismo vivente in musica: l’Orchestra sinfonica, l’essere smisurato in grado di inghiottire l’esperienza della vita e risputarla fuori in forma di emozione. Nel suo emiciclo è finito questo testo prezioso, riassunto e rischiosamente cantato novecento anni dopo, solo per il rinnovato diletto del vedere, udire e ricordare parole che mettano in mostra il bestiario illustrato che siamo. Ora come allora non si è mai così soli e affollati di mostri, come da innamorati. Completano la compagnia di ventura una apertura-copertina musicale e due canzoni ricavate da liriche trobadoriche, a conferma del fatto che l’unica cosa che conta sia l’essere trovati.

La biglietteria della Sala Garibaldi, in via Verdi a Carrara è aperta nei tre giorni prima del concerto, con orario 10:00–12:30 e 17:00–18:30, mentre il giorno del concerto 10:00–12:30 e 18:00–20:00. Per informazioni: Ufficio Cultura, tel. 0585/641419 -641393; Sala Garibaldi via Verdi, Carrara, tel. 0585/ 777160 salagaribaldi@comune.carrara.ms.it


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 27 marzo 2020, 21:02

VII° campionato studentesco di giochi di logica: i finalisti

L’organizzatore del campionato di Giochi di Logica, Alberto Fabris, rendendo noti i risultati ottenuti dagli studenti della nostra provincia che hanno partecipato il 18 febbraio alla fase eliminatoria, ha nuovamente sottolineato che la nostra è stata la provincia dei record


giovedì, 26 marzo 2020, 13:23

Dantedi: è già grande tradizione

Poeti, scrittori, attori, registi, filologi, esegeti, storici, intellettuali, dantisti: in moltissimi hanno voluto onorare il DANTEDI' con l'iniziativa proposta dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 13 marzo 2020, 09:38

Le serata settimanali del planetario libere su Internet

Si rende disponile a continuare on line il suo rapporto coi visitatori del planetario anche il GAM (Gruppo Astrofili Massesi), che gestisce il planetario comunale "A. Masani" di Marina di Carrara


venerdì, 6 marzo 2020, 14:09

XXX Giornata Internazionale dei Planetari, apertura gratuita anche a Carrara

Domenica prossima, 8 marzo, in occasione della XXX Giornata Internazionale dei Planetari, anche il planetario comunale "A. Masani", posto in via Bassagrande 47 a Marina di Carrara, offrirà tre aperture gratuite per permettere a chiunque di avvicinarsi e conoscere le attività del planetario stesso.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 5 marzo 2020, 19:23

Coronavirus, sospesa attività dei teatri di Carrara

Il Comune di Carrara, visto il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo, ha disposto la sospensione di tutte le attività previste per il Teatro degli Animosi e per la Sala Garibaldi fino al 3 aprile


giovedì, 5 marzo 2020, 16:19

L'altra metà del cielo: le donne in astronomia

L'incontro di questo venerdì, 6 marzo, al planetario, sarà un'occasione, in prossimità della Giornata Internazionale della donna, per conoscere l'importanza del contributo femminile in astronomia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara