prenota

Anno 1°

domenica, 7 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Il caso Galileo: fra storia, scienza e luoghi comuni

venerdì, 15 maggio 2020, 09:12

di mario ceccarelli

Questo venerdì, 15 maggio, dalle ore 21, l'appuntamento settimanale con "planetario online", la simpatica e seguitissima iniziativa curata settimanalmente dal planetario comunale "A. Masani" di Marina di Carrara, in attesa di poter riaprire le sue porte ai visitatori reali, sarà dedicato a "Il caso Galileo: fra storia, scienza e luoghi comuni".

La vicenda del grande scienziato pisano è centrale, nei suoi aspetti positivi e negativi, nella storia della cultura e della scienza europea (e non solo), su di essa molto si è detto e scritto, non sempre obiettivamente e disinteressatamente. Quando viene svolta al planetario la conferenza ripercorre, in rigoroso ordine cronologico, i fatti astronomici, teologici, storici ed umani che han portato alla condanna ed all'abiura di Galileo, inquadrandoli nelle conoscenze scientifiche dei secoli precedenti e successivi. Occorre "spulciare" tra i documenti per scoprire, infatti, come le grandi rivoluzioni culturali e scientifiche nascano talvolta su piccoli dettagli, solo apparentemente banali. Solo così ognuno sarà poi realmente libero di formarsi una propria idea, più circostanziata, della vicenda. In questa versione forzatamente ridotta e visibile a partire dalle 21 di venerdì sulle pagine Facebook "GAM - gruppo astrofili massesi", si è pensato di focalizzare l'attenzione su due lettere che coinvolgono Galileo e Papa Urbano VIII (dapprima suo ammiratore e seguace, poi forse il più risoluto nel volerne la condanna a tutti i costi), una lettera dell'amatissima figliola Suor Maria Celeste appena appresa la notizia della condanna, e infine la sentenza del processo, meno nota della celeberrima abiura che Galileo dovette recitare il 22 giugno 1633 ma importante per conoscere i termini su cui si basò il processo.

Nell'immagine; Galileo sessantenne (da un ritratto a disegno di Ottavio Leoni, 1624. Firenze. Biblioteca Marucelliana)


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 3 giugno 2020, 08:42

La musica non si ferma alla scuola media A. Dazzi

Quando si dice: "La musica unisce". Sembra una frase fatta, trita e ritrita. Eppure, se pensiamo alla quarantena da cui pian piano stiamo uscendo, è stata proprio la musica suonata e cantata dai balconi a regalarci conforto, facendoci sentire per un momento insieme, vicini e pieni di speranza


lunedì, 1 giugno 2020, 17:17

Francesco Gabbani in radio con “Il sudore ci appiccica”

"Viceversa", l'ultimo singolo di Francesco Gabbani, presentato al Festival di Sanremo 2020, si è rivelato una grande successo: dopo essersi aggiudicato il podio sul palco dell'Ariston, è stato certificato platino  e il video ha superato i 42 milioni di views su YouTube


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 1 giugno 2020, 14:29

Il “Premio Montale Fuori di Casa” conferito dal web a Rodolfo Vettorello per la Sezione Poesia

Dopo l’inevitabile stop imposto, come a tutte le attività anche a quelle culturali, ritornano alcuni fra gli appuntamenti preventivati dal Premio Montale Fuori di Casa prima dello scoppio della pandemia


giovedì, 28 maggio 2020, 23:13

Il cielo in letteratura

Questo venerdì 29 maggio, i seguitissimi appuntamenti di "Planetario on line", i video che sostituiscono le lezioni previste al planetario comunale di Marina di Carrara, avranno stavolta come tema "Il cielo in letteratura"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 26 maggio 2020, 09:36

La scomparsa di Mercurio e Venere

Per un paio d'ore dopo il tramonto, nella sera del 24 maggio, sono stati visibili, nel cielo, verso nord ovest, vicini fra loro, una sottilissima falce di Luna, Mercurio e Venere. Nella foto, delle ore 21:36:12, ora estiva, di Dusan Baruffetti, ripresa con un normale macchina fotografica dotata di un...


venerdì, 22 maggio 2020, 16:06

Carta di Viareggio, il primo premio va all'istituto Artemisia Gentileschi di Massa

E’ andato alla classe 5a C indirizzo grafico-visivo dell’istituto Artemisia Gentileschi di Massa il primo premio, pari a 7 mila euro, del concorso Carta di Viareggio rivolto ai licei artistici e agli istituti tecnici e professionali della Toscana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara