prenota

Anno 1°

domenica, 5 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Il cielo in letteratura

giovedì, 28 maggio 2020, 23:13

di mario ceccarelli

Questo venerdì 29 maggio, i seguitissimi appuntamenti di "Planetario on line", i video che sostituiscono le lezioni previste al planetario comunale di Marina di Carrara, avranno stavolta come tema "Il cielo in letteratura". In attesa della ormai prossima riapertura, secondo le norme vigenti; il video sarà visibile dalle 21:30 di venerdì, sulla pagina facebook "gam - gruppo astrofili massesi". Nella prima serata sarà presente anche l'autore della lezione, per rispondere, con messaggi in diretta, ad eventuali domande, suggerimenti ecc..

La più antica delle scienze non poteva certo non aver influenzato anche questo aspetto dell'attività e della creatività umana. Tralasciando le grandi figure, sulle quali il programma annuale del planetario prevede incontri specifici, da Dante a Shakespeare, per non dire di Galileo che fu anche un grande letterato del '600 italiano, sono quindi numerosissimi i casi di riferimenti a fatti astronomici, scientifici o di fantasia, presenti nella letteratura mondiale. Esiste poi, come noto, un genere letterario, la fantascienza, in cui oggetti e vicende astronomiche la fanno molto spesso da padrone, a partire dai classici greco-latini fino ad oggi. Tutti conosciamo inoltre le poesie sulla luna ed al cielo notturno di Leopardi ma, ricordiamolo, il suo primo libro fu una ponderosa "Storia dell'astronomia" iniziata all'età di 12 anni, Pascoli invece con le molte sue poesie "astronomiche" e la sua concezione del cosmo che ci avvolge e tanti tanti altri ancora, dall'antichità ai giorni nostri, da Tasso a Tolkien, da Manzoni a Calvino, da Akhenaton a Licia Troisi.

L'appuntamento stavolta sarà una specie di antologia di brani di autori diversi, letti da attori diversi, con una sintetica presentazione iniziale del rapporto fra astronomia e letteratura.

Nell'immagine: incisione di Gustave Doré per una edizione francese del 1877 dell'"Orlando Furioso" di Ludovico Ariosto. Si riferisce al viaggio del paladino Astolfo sulla Luna (della quale fa una descrizione puramente fantastica e poco "scientifica"), guidato da San Giovanni Evangelista, per poter recuperare il senno perduto di Orlando.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 4 luglio 2020, 08:36

Consegna dei diplomi di terza media alla Carducci

La grande idea della preside Ceccarelli per restituire almeno un bel ricordo dell’anno scolastico sconvolto dal Covid


giovedì, 2 luglio 2020, 16:54

Francesco Gabbani annuncia il nuovo tour estivo

Il cantautore carrarino ha annunciato oggi le prime tre date di un tour studiato ad hoc per questa estate 2020, per poter tornare finalmente dal vivo e poter ritrovare, più da vicino, i suoi sostenitori. Un tour che Gabbani ha fortemente voluto per lanciare un segnale di speranza per un...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 2 luglio 2020, 14:46

Riapre al pubblico il Museo Civico del Marmo

Dopo il periodo di chiusura imposto dall’emergenza sanitaria, riapre al pubblico da venerdì 3 luglio,  il Museo Civico del Marmo, in Viale XX Settembre, 85, a Carrara. Il Museo è visitabile  dal martedì alla domenica, dalle ore 11.00 alle 17.00, chiuso il lunedì


giovedì, 2 luglio 2020, 01:29

La favolosa storia di Carlo Dacomo

La storia favolosa di Carlo Dacomo e il suo teatro di marionette a Carrara: appello dela pronipote per raccogliere notizie e testimonianze


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 luglio 2020, 22:54

La massese Tamara Bianchi si aggiudica premio fotografico

La massese Tamara Bianchi si aggiudica il premio della sezione Still-life, mentre – Sandro Gherbassi è il vincitore del Premio fotografico nazionale “Mitilicoltori della Spezia" 


mercoledì, 1 luglio 2020, 20:19

White Carrara Downtown 2020 è l'edizione del social artist Jago

White Carrara Downtown nel segno del social artist Jago. E' stato il primo artista nella storia ad inviare una scultura in marmo nello spazio. La sua opera "The First Baby" è stata ospitata nella stazione spaziale internazionale sotto la custodia del capo missione Luca Parmitano


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara