prenota

Anno VIII

venerdì, 24 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Musicista e scrittore, Marco Rovelli presenta il libro “Siamo noi a far ricca la terra”

martedì, 27 luglio 2021, 19:43

Ormai il ripetersi degli “Incontri Letterari” al Parco di Ricortola appare sempre più come un sentiero, una strada da percorrere o forse come una piazza dove incontrare un amico fedele ed esigente. La scrittura fatta di carta, di inchiostri e di armonie nelle sue multiple sfaccettature: poesia, romanzo, saggio, biografia, racconto ed anche canzoni. Forma, estetica e contenuti si agitano nella testa di chi legge o ascolta e dopo ogni libro o brano siamo rigenerati, forse diversi.

Ecco, su questo filo rosso immaginario, giovedì 29 luglio alle ore 21:30 l’Associazione “Alberto Benetti APS”, l’ANPI “Linea Gotica Patrioti Apuani” e l’Associazione “La Cerbaja” di Massa hanno deciso di incontrare il cantautore e scrittore Marco Rovelli per farci raccontare le origini, le ragioni, gli incontri, le testimonianze ed il percorso narrativo di questo suo ultimo lavoro di scrittura: una biografia romanzata o un romanzo biografico su Claudio Lolli dal titolo “Siamo noi a far ricca la terra. Il romanzo di Claudio Lolli e dei suoi mondi” edito da Minimum Fax (2021).  

Parlare con Rovelli per parlare di Lolli, poeta, lavoratore della musica, insegnante di lettere e tanto altro ancora, di cui Marco era fraterno amico e compagno di strada e di piazze.

Uno dei perché di questo lavoro ce lo confida lo stesso autore nelle prime pagine del suo bel libro rivelando il contenuto di una mail scritta da Lolli allo stesso Rovelli nel 2015: “Caro Marco … Mi scuso moltissimo ma, se mi succedesse qualcosa (sono vecchio) cerca di fare in modo che la memoria di me non svanisca troppo in fretta”. Una sorta di mandato a cui Rovelli, con il suo libro, non si è potuto e voluto sottrarre nell’intento di rendere durevole la memoria del poeta, del suo canto e dei mille mondi incontrati ed attraversati, come nomade e cantore di realtà e utopie.

Raccogliendo per mesi e mesi documenti privati, materiali musicali, testimonianze e racconti familiari, Rovelli sembra voler e poter penetrare nell’anima e nell’intimità di Claudio Lolli restituendoci il ritratto policromo e multiforme di un artista del suo tempo ma fuori dal tempo.

Come corale e collettivo è il canto di Claudio Lolli così lo è la biografia romanzata di Rovelli. Famiglia, amici, compagni, personaggi, luoghi veri o presunti, oggetti, canzoni, foto, chitarre, lambrusco, dischi, ecc. tutti hanno parola e tutti concorrono a descrivere una stagione lunga sessant'anni di storia italiana ed il ritratto umano, politico ed artistico di un Claudio Lolli generoso e per nulla incline al narcisismo, fermo nei principi e sempre coerente, schivo ma partecipe, ribelle al conformismo e sempre dalla parte degli ultimi, scomodo e per questo volgarmente etichettato per screditarlo. Sensibile al riconoscimento ma estraneo alla rincorsa di successi commerciali, nel 2017 gli viene assegnato colpevolmente tardi il Premio Tenco per quello che anche lui sapeva essere l’ultimo suo disco “Il grande freddo”.

“De André, Guccini, De Gregori li conoscono tutti. Claudio Lolli no !”, afferma Rovelli in alcune interviste. Eppure, la forza poetica di Lolli è stata ed è assolutamente comparabile e sovrapponibile a quella di altri celebrati cantautori del suo tempo. Perché allora così pochi conoscono Lolli, che pure è stato uno dei grandi ? Perché il suo canto corale e per questo universale è rimasto incastonato in nicchie troppo poco frequentate?

Nel rispetto delle misure anti Covid, giovedì 29 luglio alle 21:30 al Parco di Ricortola, Rovelli con il suo affetto e la sua sensibilità ci aiuterà a sciogliere questi ed altri interrogativi.

Un’occasione per stare insieme, per farci tentare dalla scrittura di Rovelli, non solo per celebrare il ricordo dell’artista ma per riscoprire ed aver voglia di riascoltare il canto libero di Lolli che in fondo è quello di un’intera generazione contesa tra sogni e disillusioni.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 22 settembre 2021, 10:49

"Massa, città fiabesca di mare e di marmo": tra premi e... polemiche

Il premio internazionale “Massa, città fiabesca di mare e di marmo", giunto alla quindicesima edizione, inizia la cerimonia finale con una lettera aperta al sindaco di Massa


martedì, 21 settembre 2021, 01:27

Mostra d'arte “16 Opere“, un grande successo

Ha riscosso un grande successo l'inaugurazione della mostra d'arte “16 Opere“ tenuta il 19 settembre a Villa Cuturi Marina di Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 18 settembre 2021, 17:47

La t-shirt protagonista di una mostra a cura dell'istituto Einaudi a Carrara

Nell'ambito del progetto "Carrara Si - Cura" la classe V moda dell'Istituto Einaudi Fiorillo di Marina di Carrara (I.I.S. Barsanti) partecipa, con l'esposizione dal titolo "La moda come espressione di sé", all'apertura straordinaria del fondo scolastico di Via Santa Maria 7/b


sabato, 18 settembre 2021, 09:21

Concerto dell'orchestra del liceo musicale Palma

Finalmente sono di nuovo riuniti gli studenti del Liceo musicale F.Palma nella grande Orchestra della scuola, costretta a ben due anni di pausa forzata dovuta all'emergenza sanitaria


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 settembre 2021, 18:16

"La riscoperta del piacere della coppia": la conferenza a Nausicaa

"La riscoperta del piacere nella coppia" è il titolo dell'incontro informativo a ingresso libero, organizzato dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica e curato da Paola Cocchiararo e Samantha Anselmo


giovedì, 16 settembre 2021, 14:12

"Le donne di Chernobyl"

Si comunica che mercoledi 22 settembre alle h 19 in piazza C. Battisti 1 alle h 19 si terrà lo spettacolo "Le donne di Chernobyl", promosso da Aspic Toscana (Scuola Superiore Europea di Counselig Professionale) in collaborazione con Animosi Caffè, ormai protagonista consolidato di eventi culturali  che stanno animando la città di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara