Anno 1°

giovedì, 15 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Agricoltura biologica rigorosamente certificata: l’associazione Crisoperla ha creato Biosì

lunedì, 3 luglio 2017, 17:22

di vinicia tesconi

E’ la certificazione che garantisce il prodotto biologico. Questo è l’assunto da cui è partita l’associazione Crisoperla che riunisce produttori, consumatori, tecnici e cooperative sociali della provincia di Massa Carrara, della Lunigiana e della  Piana di Luni, con lo scopo di promuovere l'agricoltura biologica. Ma Crisoperla ha fatto anche alcuni distinguo in relazione al tema della certificazione dopo aver rilevato come in diversi casi questa non funzioni.Le  frequenti crisi del settore biologico legate agli scandali ciclici che lo colpiscono uniti alla coesistenza di una certificazione che segue le normative europee e una serie di  sistemi di garanzia partecipata, che non rispondono a nessuna normativa ufficiale ma che  sono caratterizzati dal controllo delle produzioni e della qualità basato sulla fiducia e lo scambio di conoscenze che assicura comunque largo consenso. Così è nato “Biosì: lo faccio così – Verso una certificazione biologica rinnovata: confronto, proposte” con l’ambizioso obiettivo di migliorare la certificazione biologica europea ufficiale mediante un lavoro di ascolto e sinergia tra produttori, consumatori ed esperti di certificazione che porti a dei parametri condivisi. Il progetto Biosì è rientrato nelle venti proposte prescelte dalla Regione Toscana nell’ambito della creazione di gruppi operativi per l’innovazione in agricoltura. Dopo aver sbaragliato la concorrenza di ben 150 progetti, l’idea di Crisoperla verrà finanziata e quindi attuata dalla regione Toscana. Si formerà un  Gruppo Operativo composto da aziende biologiche e non, consumatori e tecnici, che collauderanno sul territorio di riferimento, tra Viareggio e La Spezia, il nuovo modello di certificazione, nell’eventuale seconda fase del progetto.Accanto a Crisoperla ci sono il Laboratorio di Studi Rurali Sismondi collegato all'Università di Pisa e l'azienda Ca'd'r Moreto di Fosdinovo. Un valore aggiunto del progetto apuano è la presenza di una forte componente femminile rappresentata dalle figure di riferimento di Patrizia Ulivi, Patrizia Pellini e Genevieve Marotel che dallo scorso marzo, quando è stato avviato il progetto hanno preso contatti con tutte le aziende agricole di Massa, Carrara, Fosdinovo, Castelnuovo, Sarzana e Fivizzano.

Il progetto Biosì si fonda su un’attenta analisi del mondo del biologico dalla quale sono emerse due diverse tendenze:  da una parte l’esigenza di consolidare la fiducia con una certificazione certa, dall’altra la necessità di una produzione più flessibile e diversificata.

L’associazione Crisoperla  è nata  nel 2009 con l’obiettivo di promuovere la cultura del biologico, la sostenibilità e l'economia solidale. Tra i soci fondatori: aziende biologiche, agronomi, consumatori (GAS di Carrara, di Massa, ACU-Associazione Consumatori Utenti) e la coop. sociale “La Foglia del tè”. Nel 2010 le relazioni di Crisoperla si è allargata ad alcuni GAS in Liguria inserendosi in un contesto di confine, caratterizzato dalla presenza attiva di gruppi ambientalisti, comitati civici, associazioni, con cui Crisoperla interagisce. Da allora, anche grazie al coinvolgimento nel progetto SOLINSA, con il DiSAAA-a UNIPI, Crisoperla ha promosso varie iniziative culturali, da sola o in collaborazione con altre associazioni, attraverso interventi di comunicazione partecipativa. La sua struttura, non gerarchica, nonché l’eterogeneità delle sue componenti, rende Crisoperla un luogo di confronto e di innovazione, dove ognuno concorre agli obiettivi comuni. Il Laboratorio di Studi Rurali “Sismondi” è un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel 2006  che conta trenta operatori tra docenti e ricercatori dell'Università di Pisa che operano nel campo dell’economia e della politica agraria, della governance e dello sviluppo rurale e locale e promuove, in una forma aperta e socializzata, l’approfondimento scientifico e culturale e la diffusione delle conoscenze rispetto all’evoluzione delle aree rurali, delle loro popolazioni e delle risorse naturali presenti. Infine l’Azienda agricola Ca d’r Moreto di Ettore Gregorini è un agriturismo biologico situato sulle colline di Canepari, una frazione del Comune di Fosdinovo (MS) in area svantaggiata che produce miele della Lunigiana Dop e Bio ed è uno dei soci fondatori di Crisoperla.  

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


mercoledì, 14 novembre 2018, 10:55

Corso Haccp per addetti alle attività alimentari

La Confartigianato Imprese di Massa Carrara comunica che sono aperte le iscrizioni  a due nuovi corsi integrali e di aggiornamento per gli addetti ad attività alimentari (CORSI HACCP)


mercoledì, 14 novembre 2018, 10:24

L’ U.P.P.I. critica la prima bozza della Legge di Bilancio 2019

La presidenza U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari) Massa Carrara Versilia osserva con viva preoccupazione come, nella bozza della Legge di bilancio 2019, venga introdotta la cedolare secca al 21 per cento esclusivamente per gli immobili che hanno ad oggetto “la vendita e la rivendirta dei prodotti”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 14 novembre 2018, 09:48

Confartigianato: successo del corso per addetti alla conduzione di piattaforme

Continuano a ritmo serrato le azioni formative organizzate dalla Confartigianato Imprese di Massa Carrara a favore delle imprese e dei loro collaboratori


lunedì, 12 novembre 2018, 18:12

Waterfront, per Legambiente da rivedere i lotti 1 e 3

Non è piaciuta a quelli di Legambiente l’affermazione della presidente dell’autorità Portuale di Spezia e Carrara, Carla Roncallo, sull’intenzione di mantenere in essere l’impianto del progetto preliminare per il lotto 3 del Waterfont


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 12 novembre 2018, 11:34

Maltempo, i vivaisti al Governo: “Subito il tavolo per l'emergenza alberi”

Francesco Mati, Presidente del Distretto Rurale Vivaistico-Ornamentale, e presidente della sezione prodotto florovivaistico di Confagricoltura, ha chiesto al Governo un tavolo straordinario di tutti i soggetti interessati


venerdì, 9 novembre 2018, 10:38

Concluso il progetto "Lavori in Corso…": 84 ragazzi inseriti in stage lavorativi

Alla Consulta Disabilità Provinciale assegnato il compito di coordinare un Tavolo di Lavoro tra le parti interessate per non disperdere l’esperienza acquisita


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara