Anno 1°

martedì, 14 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Già pronto un lotto della ex Rumianca: entro 40 mesi Syndial completerà la bonifica di tutta l’area

mercoledì, 17 gennaio 2018, 16:09

di vinicia tesconi

La prima porzione dei 17 ettari su cui negli anni '40 sorgeva la Rumianca, fabbrica di  diserbanti e insetticidi, ad Avenza è pronta per essere restituita alla città e per essere destinata a nuovi usi. La Syndial, società del Gruppo Eni, nata dall’evoluzione di Enichem che aveva rilevato la Rumianca negli anni '80, poco prima della chiusura,  ha presentato, stamani, a una nutrita rappresentanza dell’amministrazione carrarese e alla stampa, il progetto di bonifica già avviato che nell’arco dei prossimi sei anni dovrebbe rendere di nuovo fruibile tutta l’area gravemente inquinata per decenni.  A fare una carrellata sulle operazioni  in corso e su quelle imminenti, Mario Marangon, responsabile dell’area centro sud di Syndial che ha anche illustrato il grado di competenza e affidabilità raggiunto dalla Syndial in tema di grandi bonifiche di siti industriali. “ Come Syndial ci occupiamo di ottanta siti nazionali. Dal 2002, anno in cui Syndial venne creata,  al 2017 abbiamo realizzato bonifiche per tre miliardi di euro. Ormai siamo diventati il punto di riferimento di tutte le società del gruppo Eni che hanno siti da bonificare e abbiamo macinato un milione di ore di lavoro sul campo e centomila ore di supervisione.  A rallentarci sono soprattutto tutti gli assolvimenti burocratici che questo genere di operazioni richiedono e che su noi gravano moltissimo perché  non bonificare  ci costa cento milioni di euro all’anno.  Abbiamo raggiunto un altissimo livello di competenze nel risanamento ambientale creando, con esso, ricadute sociali ed economiche notevoli. Il sito di Avenza è  molto particolare per la sua posizione nel contesto urbano. Le operazioni svolte finora sono costate circa 36 milioni di euro dei quali una ventina è andata tutta nel risanamento e nella messa in sicurezza della falda.  Ma per completare l’opera ne saranno necessari altri sessanta milioni.”  Marangon ha fatto notare i tempi biblici a cui il lavoro di bonifica ha dovuto sottostare che hanno prodotto ritardi  ultradecennale sulla tabella di marcia.  L’intervento prese l’avvio nel 2004 con una situazione di emergenza che richiese la  creazione di una barriera idraulica costituita da 28 pozzi e dall’impianto che oggi è presente nell’area che serve a trattare le acque provenienti dalla falda inquinata e a renderle se non addirittura potabili, sicuramente molto adatte per nuovi utilizzi che, al momento, non sono stati individuati.  Di recente Syndial ha provveduto all’abbattimento del capannone della Rumianca: tremila metri quadrati, alto 23 metri, che ha prodotto cinquemila metri cubi di macerie e si appresta a bonificare tutto il suolo che stava sotto al capannone che dovrà essere completamente rimosso perché fortemente tossico e sostituito con nuovo terreno.  Quasi tutta l’area dell’ex Enichem è ormai rasa al suolo e pronta per le bonifiche che tratteranno il terreno sottostante. “ Dobbiamo scavare e smaltire cento milioni di metri cubi di terra nei prossimi quaranta mesi - ha spiegato Marangon – e man mano che i vari lotti in cui abbiamo suddiviso l’area verranno completati li libereremo perché vengano trovati nuovi utilizzi. “ Ad occuparsi della nuova destinazione delle aree bonificate sarà il consorzio Zia. Il progetto previsto per l’area industriale di Avenza si basa su un modello di sviluppo messo a punto da Syndial e sperimentato per la prima volta proprio nel sito carrarese. “ Questo modello si è rivelato molto efficace e verrà usato per creare le linee guida per gli interventi in altre aree industriali da bonificare.” . Marangon ha poi salutato e ringraziato il sindaco De Pasquale e i membri della giunta presenti ed ha ricordato l’importanza del protocollo d’intesa che Syndial ha firmato con il comune di Carrara, con la Regione Toscana e con il ministero all’ambiente che agevolerà le procedure burocratiche per portare a termine la bonifica. 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


venerdì, 10 agosto 2018, 19:39

Le critiche di Amare Marina al water-front

Molte le criticità evidenziate dall’associazione Amare Marina sul progetto del water front presentato dalla nuova amministrazione che partono già dallìascolto limitato dei problemi presentati dai membri dell’associazione stessa.


venerdì, 10 agosto 2018, 16:11

Aumentano gli accessi in tutti i pronto soccorso dell'azienda USL Toscana nord ovest

Un aumento di accessi che ha coinvolto sia le strutture dell’entroterra che quelle presenti sulla costa, a prescindere dai flussi turistici. E’ il fenomeno a cui sta assistendo in questo caldo agosto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 9 agosto 2018, 15:31

La USL risponde alla CGIL: "La sanità locale procede con risultati in gran parte positivi"

In merito all'intervento della CGIL funzione pubblica su presunti ritardi nei servizi sul territorio di Carrara, USL Toscana nord ovest precisa quanto segue


mercoledì, 8 agosto 2018, 16:54

Apuafarma: con la nuova gestione l'azienda riparte

«Dopo questo primo anno alla guida della più importante società a controllo pubblico del nostro Comune il mio è un bilancio più che positivo»: parola di Luca Cimino, presidente di Apuafarma che con i membri del Cda Riccardo Pollina e Maria Gemma Ceccarelli, alla presenza del vicesindaco Matteo Martinelli, ha fatto oggi il punto del...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 5 agosto 2018, 10:15

Inapi: "Pensioni, controllare il proprio conto previdenziale prima del 31 dicembre"

Tramite il patronato Inapi è possibile verificare tutti i contributi effettuati all'Inps in favore del lavoratore. Grazie all' estratto conto contributivo i lavoratori possono verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o dai propri datori di lavoro per segnalare eventuali discordanze all'Inps


domenica, 5 agosto 2018, 10:09

Gaia, tre agevolazioni sulla bolletta dell'acqua

Da quest'anno sono in totale tre le agevolazioni che l'utente di Gaia può vedersi riconosciute in bolletta ottenendo un risparmio anche consistente. Infatti, le agevolazioni sono cumulabili, quindi, se in possesso dei requisiti di reddito idonei, il gestore è nella facoltà di applicarle tutte


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara