Anno 1°

lunedì, 24 settembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Nasce a Massa la cooperativa L'Abbraccio, casa famiglia per madri e figli in difficoltà

venerdì, 13 luglio 2018, 23:48

Un'occasione di crescita e riscatto, una chance per costruire una nuova vita lasciandosi alle spalle storie di abusi e maltrattamenti, psicologici e fisici. E' questo che offre la neonata cooperativa sociale L'Abbraccio, con sede a Montignoso, che sta anche realizzando la sua prima casa famiglia a Massa dove le persone possono ritrovare una stabilità emotiva personale anche attraverso un percorso di crescita personale.

La cooperativa si è formata da poco ma sta crescendo in fretta, nella convinzione di poter diventare un punto di riferimento nel sociale in una provincia in cui, anche a causa della perdurante crisi economica che va avanti almeno dagli anni '90 e che ha finito per lacerare il tessuto sociale di tutto il territorio apuano ma anche delle vicine province di Lucca e La Spezia, sulle quali si estende l'attività della cooperativa.

A spiegare alcuni dettagli è il presidente de L'Abbraccio, Massimiliano Buonocore: "La nostra cooperativa opera nell'ambito del disagio psichico e sociale, affettivo e relazionale, in particolare per donne e bambini, con uno sguardo privilegiato ai rapporti fra madre e figlio. E' innegabile che certe tensioni sociali siano aumentate negli ultimi anni, e i numeri lo dimostrano. Sono sempre più numerosi i casi di maltrattamenti, psicologici e fisici, verso donne e bambini. Il nostro scopo è quello di aiutarli a rialzarsi, attraverso un percorso di recupero, affiancando le persone ad operatori qualificati e sensibili".

In quest'ottica diventerà strategica la nuova casa famiglia in fase di completamento, con 3 camere da letto, 2 bagni, una cucina, un salone dedicato all'accoglienza e può ospitare fino a 3 nuclei monogenitoriali.

"Durante la permanenza nella casa-famiglia si traccia un cammino di crescita, fatto da tanti piccoli passi quotidiani – spiega ancora il presidente -.  Si crea così un ambiente confortevole che sia in grado di portare stabilità alle persone che vengono accolte. In qualità di casa-famiglia, potremo accogliere gestanti e madri con bambini da neonati fino ai diciassette anni, in situazioni di fragilità o disagio, magari sancita pure da un tribunale per i minorenni. Le donne troveranno una realtà protetta dove potere realizzare, con il sostegno degli operatori della comunità e dei servizi, una rilettura della propria situazione personale e familiare, un'integrazione o reintegrazione della propria dimensione sociale e genitoriale e la possibilità di concretizzare un progetto di vita autonomo e adeguatamente tutelante per i figli".

La  cooperativa è in fase di accreditamento, ovvero iscrizione all'albo delle Cooperative Sociali e sta finendo di allestire la prima casa famiglia nel comune di Massa. "Si tratta di un progetto complesso a sostegno della comunità che ha bisogno di una piccola mano in questa di start-up – conclude Buonocore -. Abbiamo già trovato un importante contributo da parte di Confartigianato. Ora stiamo cercando aziende che grazie a donazioni possano dare un contributo affinché il nostro progetto possa partire nei migliori dei modi e ricordiamo che tutti i contributi sono deducibili al 75% nella dichiarazione dei redditi".

Per informazioni e donazioni è possibile contattare la cooperativa su Facebook, sul sito internet www.labbracciocoopsoc.org oppure al numero 371.1667960. Oltre al presidente, ne fanno parte il vice, Damiano Spinetti, e i soci fondatori Silvia Tofanelli ed Edoardo Baldini.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


lunedì, 24 settembre 2018, 15:33

MROC 2018: il 6 e 7 ottobre a CarraraFiere la seconda edizione valevole per la Formula Challenge

Mentre si scaldano i motori della 18° edizione di 4x4Fest, il Salone Nazionale dell'Auto a Trazione Integrale in programma dal 12 al 14 ottobre, nel weekend precedente  tutti gli appassionati di auto, corse automobilistiche e rally potranno ammirare i bolidi della seconda edizione di MROC, valevole come unica tappa toscana del Campionato Italiano di Formula...


sabato, 22 settembre 2018, 15:18

Corso per barman e caffetteria a Massa

Lunedì 24 prende il via a Massa il nuovo corso per diventare Barman promosso dalla FIB - Federazione Italiana Barman e giovedì 27 il corso intensivo “Maestro barista e latteart”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 21 settembre 2018, 17:58

Resoconto dell'incontro sulla sicurezza di U.S.T. CISL Toscana Nord

Questa mattina la CISL Toscana Nord di Massa Carrara, con il segretario generale confederale Massimo Bani del segretario confederale di Massa Carrara Andrea Figaia, del segretario FILCA-CISL Giacomo Bondielli e del segretario FIT-CISL Luca Mannini, ha avuto un importante triplice incontr


venerdì, 21 settembre 2018, 09:28

Bando contributo affitto: riapertura del termine per la presentazione delle domande

Il comune di Licciana Nardi ha proceduto alla riapertura del bando per l'assegnazione dei contributi ad integrazione dei canoni di locazione, ai sensi dell'articolo 11 della Legge n.431 del 09/12/1998, relativamente corrente anno 2018


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 settembre 2018, 16:56

Partito il processo di fusione tra Apuafarma e Amia: entro fine anno nascerà Nausicaa, una partecipata da 400 dipendenti. L’analisi di Mannini della Fit Cisl

E’ partito ieri il percorso che condurrà all’incorporazione di Apuafarma in Amia per dare vita ad una nuova mega partecipata che avrà l’evocativo nome di Nausicaa, e che raggrupperà ben 400 dipendenti sotto un’unica direzione


mercoledì, 19 settembre 2018, 16:02

Sicurezza: Fita Cna difende autotrasportatori dopo perdita carico, un incidente ogni 50mila trasporti

Il settore dell'autotrasporto nel campo del lapideo è tra i più attenti e preparati. Lo dimostra la statistica: su 500mila trasporti effettuati ogni anno il coefficiente di incidentalità è tra i più bassi. Uno ogni 50mila.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara