Anno 1°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

"Buon fine" contro lo spreco alimentare in Versilia e nella valle del Serchio

lunedì, 15 aprile 2019, 15:39

di giacomo mozzi

Dare una nuova vita al cibo evitando gli sprechi è lo scopo del progetto "Buon Fine" promosso dalla UniCoop Tirreno insieme alle varie associazioni di volontariato che si occupano della distribuzione alimentare alle famiglie più bisognose. Un grande progetto nato dalla volontà di creare un minor spreco del cibo da parte dei supermercati nel territorio versiliese dopo la "Legge del buon samaritano" e la "Legge Gadda"  e che ha visto coinvolte in maniera attiva sia i punti vendita di Viareggio, Lido di Camaiore, Pietrasanta, Seravezza, Tonfano, Pieve Fosciana e Fornoli e le associazioni dl Germoglio Viareggio, il G.R.A.N.O. Pietrasanta, la Pubblica Assistenza di Stazzema, la Caritas Madonna Pellegrina di Massa, il C.a.v. di Pieve Fosciana, la Misericordia di Castelnuovo Garfagnana e l'User di Bagni di Lucca. 
Sirio Orselli presidente del Germoglio spiega come è nata questa idea: " Siamo stati i primi ad effettuare i ritiri alimentari grazie ad un furgone con un impianto refigerante all'interno. Prendevamo gli alimenti, li catalogavamo e poi li distribuiamo, e lo facciamo tutt'oggi tutti i giorni. Abbiamo una programmazione, ritiro e distribuzione giorno per giorno sul territorio così da poter garantire i pasti alle persone più bisognose, quindi poter dare un " Buon fine" a questo cibo che altrimenti verrebbe sprecato. Bisogna sempre considerare che i bisogni delle famiglie sono in crescita, sul territorio di Viareggio siamo in contatto per la distribuzione di cibo con quasi 1600 famiglie. "

Cristina Del Moro, responsabile area soci dell'UniCoop Tirreno spiega com'è nata l'iniziativa: " Ci siamo subito attivati nel 2004 contro lo spreco alimentare, con la "Legge del buon samaritano" attraverso le sedi di Viareggio, Carrara e Cecina. La successiva " Legge Gadda" del 2016 ha potenziato molto la lotta allo spreco alimentare inserendo altri generi alimentari da poter distribuire tra i quali quelli della panetteria e la carne. Per noi questa iniziativa " Buon fine" ha un grande valore sociale, infatti sono impegnate molte persone oltre alle associazioni di volontariato. All'interno del supermercato i dipendenti selezionano e contabilizzano ogni giorno i prodotti da donare in modo da consegnare alle associazioni i prodotti già divisi per poter essere catalogati e poi trasformati in pasti per le mense dei poveri o donazioni per le persone più bisognose. Oltre a questa iniziativa che ha un logo a livello nazionale che la accomuna in tutta Italia, facciamo delle raccolte a maggio ed ad ottobre. Un punto importante da sottolineare è la collaborazione con la Caritas Madonna Pellegrina di Massa che dopo aver visto chiudere il punto vendita nella sua zona è riuscita ad avere gli alimenti dal punto vendita di Seravezza, grazie al rapporto di fiducia che si era instaurato. La lotta allo spreco alimentare è anche una salvezza per l'ambiente, un fatto da non trascurare perchè con il minor spreco diminuisce il quantitativo di rifiuti da smaltire e di conseguenza anche l'inquinamento prodotto."

I dati del 2018 a livello nazionale dicono che UniCoop Tirreno ha donato prodotti per un valore di 3,2milioni di euro coinvolgendo 75 punti vendita e 51 associazioni con circa 640mila pasti. Per il territorio della Versilia i dati sono di 468mila euro pari a più di 93mila pasti distribuiti.   


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


lunedì, 17 giugno 2019, 09:49

Fattura elettronica, cosa cambia dal 1° luglio 2019

Confartigianato Imprese Massa Carrara ricorda che per quanto riguarda la fatturazione elettronica, dal 1° luglio 2019 verranno applicate le modifiche al comma 2 e al comma 4 dell’articolo 21 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 633/1972 introdotte con il Decreto Legislativo n. 119/2018


lunedì, 17 giugno 2019, 09:41

Confartigianato: scontrino elettronico per chi effettua commercio al minuto

Grazie all'azione di Confartigianato  sono state ottenute alcune migliorie come il fatto che l’obbligo di emettere lo scontrino elettronico dal 1 luglio 2019 riguarda solo i soggetti con un volume d’affari superiore a 400 mila euro, rinviando al primo gennaio 2020 l’obbligo per tutti i commercianti al minuto e soggetti assimilati


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 16 giugno 2019, 15:16

Marmo, Lucchetti (Confindustria): “Incomprensibile l'attacco dei sindacati alle imprese apuane”

Ad intervenire è il presidente degli industriali Erich Lucchetti che commenta il documento di Cgil-Cisl e Uil


sabato, 15 giugno 2019, 13:00

Fenapi: saldo e stralcio delle cartelle di pagamento

La FENAPI di Massa Carrara ricorda l’opportunità che scade il prossimo 31 luglio di beneficiare della rottamazione “saldo e stralcio” delle cartelle di pagamento di cui sono destinatari quei contribuenti che versano in oggettiva difficoltà economica


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 14 giugno 2019, 17:54

I Pabe, un identikit digitale delle cave

Circa 70 carte, completamente digitalizzate con tanto di sistema di geolocalizzazione cava per cava: è un'altra importante novità introdotta con l'adozione dei piani attuativi dei bacini estrattivi da parte del consiglio comunale


venerdì, 14 giugno 2019, 16:50

Carrara2 Marmotec Hub: le aziende del lapideo soddisfatte del format di IMM

Apprezzamento degli addetti ai lavori per gli esiti della partecipazione e la qualità dei contatti raccolti grazie al concept di "fiera diffusa"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara