Anno 1°

giovedì, 17 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Gaia rinnova il depuratore di Fossa maestra

venerdì, 11 ottobre 2019, 16:53

di vinicia tesconi

Il primo lotto di lavori partirà entro la fine di ottobre, il secondo lotto sarà operativo nell’aprile del 2020 per poter consegnare entro l’estate del prossimo anno un depuratore importantissimo come quello di Fossa Maestra, in perfetta efficienza. Il presidente di Gaia, Vincenzo Colle, accompagnato dagli ingegneri responsabili dei servizi di ingegneria di Gaia, Gianfranco Dell’Innocenti e Luciano Passannante e l’assessore all’ambiente del comune di Carrara, Sarah Scaletti, hanno presentato stamani il progetto per l’efficientamento del depuratore di Fossa Maestra: un intervento dal costo di un milione e 440 mila euro. “ “E’ un intervento di grande importanza per il territorio – ha detto l’assessore Scaletti - che nei due filoni in cui è articolato renderà il funzionamento del depuratore più efficiente e ridurrà moltissimo l’emissione di odori sgradevoli, problema particolarmente sentito dai cittadini residenti nelle vicinanze. Voglio ricordare che tra i primissimi incontri fatti dalla nuova amministrazione subito dopo l’insediamento, due anni fa, ci fu proprio quello con le persone che venivano a lamentarsi per gli odori nauseabondi emanati dal depuratore di Fossa Maestra. Noi ci siamo subito attivati col gestore ed insieme abbiamo elaborato un piano condiviso grazie al quale oggi, finalmente, possiamo dare una risposta risolutiva ad un problema esistente da molti anni.

Vincenzo Colle ha spiegato l’importanza del progetto all’interno del percorso aziendale di Gaia: “l’efficientamento del depuratore di Fossa Maestra è un intervento centrale e fondamentale nel piano industriale di Gaia che ha tra le sue priorità proprio la depurazione. Inoltre è anche un intervento che avrà risvolti positivi per i cittadini così come i progetti di estensione della rete fognaria e rinnovo della rete dell’acquedotto che sono le altre priorità dell’azienda. Gaia ha in atto interventi di questo tipo su tutti i più importanti depuratori che gestisce, che sono una decina sui 500 totali, e che vengono realizzati grazie ad un finanziamento strutturato attivato mediante la Cassa Deposito e Prestito un anno fa.

Il compito di illustrare nel dettaglio l’intervento che verrà fatto al depuratore di Fossa Maestra è spettato all’ingegner Passannante che ha spiegato come già la prima fase dei lavori, calcolata in 180 giorni dalla fine di ottobre alla fine di aprile, porterà già a una minor torbidità dell’acqua in uscita e ad un controllo severo sull’immissione in mare di batteri come l’escherichia coli.Sarà la seconda fase , che va da aprile a luglio 2020, quella che permetterà un importante riduzione delle emissioni odorigene grazie ai lavori di copertura delle aree di stoccaggio dei fanghi nei cassoni. Passannante ha anche annunciato l’avvio della fase progettuale relativa a un piano strategico per la valorizzazione dei fanghi, dall’importante impatto ambientale, che sarà operativa dal 2021.

L’ingegner Dell’Innocenti ha chirarito: “ Le risorse usate per il progetto sono risorse di Gaia ricomprese nel piano economico finanziario e derivano da un finanziamento strutturato di 100 milioni di euro distribuiti per tutti gli interventi nel prossimo triennio. Il finanziamento rientra nel piano presentato per il 2018 quindi non ci saranno aumenti nelle bollette.”.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


giovedì, 17 ottobre 2019, 09:10

Germelli (U.P.P.I.): "No al ritocco della cedolare secca sugli affitti"

Non è giustificabile, sostiene Piero Germelli, presidente provinciale dell’U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari), che ci possa essere un cosiddetto ritocco della cedolare secca sugli affitti a canone concordato


martedì, 15 ottobre 2019, 19:54

Prorogare la cava Castelbaito-Fratteta? Rischio di procedura d’infrazione comunitaria

Non c’è pace per i Monti Borla e Sagro, assediati dalle cave alle loro pendici. La cava Castelbaito-Fratteta, ai piedi del M. Borla, con una lunga storia di violazioni ambientali e inottemperanza a ben cinque prescrizioni del Parco delle Apuane, tra cui il sistematico abbandono dei detriti in loco, è...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 15 ottobre 2019, 19:15

A settembre più assunzioni rispetto ad agosto da parte delle aziende della provincia

Dopo il buon periodo estivo che aveva raggiunto l’apice con le 1.470 entrate previste dalle aziende apuane nel mese di giugno, siamo scesi alle 1.050 di luglio ed alle 580 di agosto, per risalire nelle previsioni per settembre a quota 780 entrate complessive


martedì, 15 ottobre 2019, 19:12

Chiude un altro artigiano. Il centro storico sta morendo

Il direttore di Confartigianato Massa Carrara, Gabriele Mascardi (nella foto): "Non c'è vita, non c'è passeggio. Solo silenzio e vetrine vuote da anni. Basta sogni faraonici e voli pindarici. Rilanciamo la città dal basso"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 14 ottobre 2019, 16:18

Chiude con successo l’edizione 2019 di 4X4Fest

Cala il sipario sulla diciannovesima edizione del Salone Nazionale dell’Auto a Trazione Integrale svoltosi da venerdì 11 a domenica 13 al complesso fieristico di IMM_ CarraraFiere


lunedì, 14 ottobre 2019, 09:47

Le straordinarie proposte tecniche degli accessoristi al 4x4Fest

La domenica delle grandi occasioni e proposte per assicurare tenuta di strada, assetto rialzato e rinforzato e sicurezza ai proprio mezzi off road 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara