Anno 1°

martedì, 25 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Sette bus nuovi di Ctt per il circuito apuano

martedì, 11 febbraio 2020, 19:13

di vinicia tesconi

Quattro bus Iveco da dodici metri e tre Mercedes da dieci metri e settanta sono i nuovi mezzi che Ctt Nord ha presentato stamani in piazza Alberica e che entreranno in servizio sulle rotte del trasporto pubblico apuano a partire già dai prossimi giorni. Al battesimo – siglato dalla benedizione data da Don Raffaello Piagentini – sul suolo carrarese hanno partecipato i vertici dell’azienda Ctt Nord: l’amministratore delegato Alberto Banci, il vicepresidente Maurizio Paponi e il responsabile parco mezzi e manutenzione Emiliano Cipriani e, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, l’assessore alla mobilità e traffico Giovanni Macchiarini.

“La flotta che opera sul territorio della provincia di Massa Carrara è quella che ha più bisogno di mezzi nuovi” ha detto Banci che ha spiegato le caratteristiche dei mezzi, tutti ai massimi livelli di modernità nel comfort, nei consumi e nell’impatto ambientale. “ Sono tutti mezzi euro sei quindi il beneficio che ne traiamo è doppio perché escono dal servizio mezzi molto vecchi e molto inquinanti e ne subentrano di nuovi con emissioni dieci volte inferiori. Alcuni di questi mezzi provengono da un finanziamento al cinquanta per cento dello stato, attraverso una gara nazionale dalla quale abbiano ottenuto 24 mezzi di cui quattro sono stati destinati al bacino di Massa Carrara. Il restante finanziamento è stato messo da Ctt Nord che ha provveduto anche a sovvenzionare in toto l’acquisto dei mezzi più piccoli. E’ un motivo di soddisfazione per l’azienda che arriva dopo un lungo percorso di risanamento durato sette anni e che ci permette di rinnovare in modo copioso la nostra flotta e ci permetterà di continuare le sostituzioni dei mezzi nelle more di questa gara regionale che è tutt’altro che finita.”.

Banci ha quindi rilanciato la posizione della Ctt Nord nella lunga querelle con Autolinee Toscane, azienda francese che ha vinto il bando regionale per la gestione del trasporto pubblico in Toscana, spiegando a chiare lettere che le continue rivendicazioni di alcuni sindacati sulla stampa che chiedono alla Regione di accelerare il passaggio di consegne tra le due aziende sono pure illazioni. “ Non è affatto vero che la gara è finita ed ha vinto Autolinee Toscane. L’aggiudicazione fatta dalla Regione Toscana è stata annullata in via definitiva accogliendo il nostro ricorso dal consiglio di stato un mese fa dopo che già era stata annullata dal Tar. La Regione ha fatto un secondo provvedimento e una seconda assegnazione ancora ad Autolinee Toscane ma, secondo noi, con gli stessi vizi del primo, anzi anche di più. Abbiamo fatto valere questi vizi al Tar e il 26 febbraio ci sarà il pronunciamento al riguardo nella prima udienza, cioè la prima tappa di un percorso giudiziario in cui interverranno ancora Tar e consiglio di Stato. I vizi che abbiamo rilevato sono gli stessi che hanno portato all’esclusione della prima offerta perché non bancabile, per cui siamo fiduciosi che l’esito sarà lo stesso anche in questo secondo ricorso. Nel frattempo l’azienda va avanti e noi continueremo a investire. Siamo in procinto di ordinare nuovi mezzi per sostituire i vecchi e questo è il nostro impegno e il nostro percorso.”

Banci ha spiegato che in totale, compresi i nuovi mezzi inseriti l’anno scorso, sul bacino di Massa Carrara sono stati immessi dieci mezzi blu e dodici mezzi bianchi in una flotta di 120 bus. “ Si tratta di un rinnovo molto molto costoso – ha aggiunto Banci – che non è finito. Abbiamo bisogno di recuperare un ritardo di circa dieci anni generato dal fallimento della vecchia azienda che non aveva più rinnovato il parco mezzi.”.

Banci ha voluto chiarire il recente incidente del pullman che ha perso due ruote lungo la via Aurelia: “ Si è trattato di un incidente occorso per un difetto nella lavorazione prodotta da una carrozzeria terza. Non stiamo rigirando le responsabilità ma stiamo dicendo le cose come stanno. Ci sono cinque mezzi nuovi che hanno avuto un difetto di fabbricazione: il telaio tendeva ad avere problemi di tenuta sul posteriore. Abbiamo segnalato il problema alla casa costruttrice che ha richiamato i mezzi per sottoporli a un lavoro di sistemazione. Questo genere di interventi vengono affidati a una carrozzeria specializzata di Mantova in grado di trattare il problema, nota in tutta Italia con più di cento di dipendenti, a cui anche noi ci rivolgiamo per fare interventi sui nostri mezzi, e l’intervento di sistemazione è stato fatto ma, evidentemente, come ha riconosciuto la stessa carrozzeria, nel rimontaggio le loro maestranze non hanno serrato i bulloni delle ruote con le chiavi dinamometriche alla giusta tensione della serratura ed hanno segnato, però, una tensione regolare. Questo è successo solo su un autobus che è appunto quello che ha perso le ruote. La carrozzeria ha riconosciuto l’errore e ha mandato un suo tecnico ad affiancare quello del tribunale che abbiamo messo noi.”

“ Ammettiamo la nostra responsabilità nell’odissea che è diventato il procedimento della gara per la gestione del servizio ma bisogna ricordare che è stato fatto l’unico lotto regionale che esiste in Italia, provvedimento che ora non è più ammesso per legge per cui siamo in un percorso che non è stato deciso da noi e che ha una enorme lentezza nei passaggi e che ha visto un’offerta venuta dall’azienda francese che controlla Autolinee Toscane che è stata annullata. Questo percorso giudiziale ha impiegato tre anni e mezzo e allungato i tempi non per colpa nostra.”

Banci ha ribadito che tutti i mezzi usati da Ctt Nord sul territorio di Massa Carrara sono gestiti in sicurezza di manutenzione e nessuno è in condizioni disastrose: “ E’ chiaro che un mezzo che un mezzo che ha quindici anni è ben diverso da uno che ne ha cinque. Il rinnovo delle flotte per arrivare a un’età media più giovane che è l’obiettivo di tutti ha avuto molti rallentamenti a causa della gara. Il rinnovo dei mezzi è elemento centrale degli investimenti dell’azienda è subordinato a un contratto che preveda un lungo periodo. Invece per questi dieci anni siamo stati governati da atti che al massimo sono arrivati a due anni ma che sono stati anche di sei mesi e addirittura di quindici giorni. Con un contratto di pochi giorni è impossibile fare investimento che durano quindici anni. Questa situazione esiste in tutta la Toscana ma su Carrara si è combinata con la situazione già aggravata del fallimento della precedente gestione creando disagi ancora più grandi. Da quando siamo subentrati abbiamo fatto anche investimenti nostri proprio su questo territorio per recuperare e infatti dei 25 mezzi nuovi arrivati ben sette sono stati destinati in questo territorio anche se la produzione in termini di chilometri di questa zona è un decimo di quella totale e l’utenza è la più debole in assoluto.”.

Banci ha spiegato le segnalazioni di disservizi che giungono ogni giorno sulle linee apuane come un problema legato all’uso dei mezzi più piccoli, usati per i percorsi collinari, che sono mezzi che hanno meno durata e quindi bisogno di essere sostituiti con più frequenza, cosa in cui la Ctt si sta impegnando e poi ha ricordato che ogni criticità va poi analizzata caso per caso.

L’assessore Macchiarini ha ricordato l’impegno preso coi cittadini per migliorare il percorso del bus navetta: “ Non penso sarà un problema farlo visto che è un servizio pagato dal comune e che si tratta di pochi chilometri.” E poi ha aggiunto la sua personale considerazione in merito alla situazione del trasporto pubblico sul territorio comunale: “ Mi rendo conto che oggi il trasporto pubblico viene visto molto sotto l’aspetto dei costi, delle spesa e del guadagno e assai meno dal punto di vista dell’esigenze dei cittadini. L’intervento delle grosse società come quella francese, immagino vengano fatti solo con logiche economiche. Non è compito dell’amministrazione entrare nel merito delle gare e dei ricorsi ma ovviamente tutto questo si ripercuote sulla gente perché rallenta il miglioramento del servizio. Ho sentito Autolinee Toscane che si dicono sicure di aver vinto la gara e poi voi che invece dite che i vincitori siete voi e quindi, già su questo piano è evidente che c’è qualcosa che non quadra. Vorremmo una maggiore chiarezza su questo. Quello che speriamo noi è che chiunque poi sarà il gestore del servizio cerchi di ragionare un po’ meno sul chilometraggio o sulla debolezza del nostro territorio nel bilancio generale del servizio e un po’ di più sulle problematiche del luogo. E’ importante tuttavia vedere che c’è la volontà di migliorare la flotta e di portare nuovi mezzi: la nostra speranza è che, qualunque sarà il vincitore, i cittadini possano essere contenti del servizio e non si ripetano più gli episodi di disagio segnalati finora.”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


martedì, 25 febbraio 2020, 13:48

Confartigianato per il sociale: dalla persona alla comunità

Continuano gli incontri in casa Confartigianato. Presso la sede dell’Associazione di via Frassina 65 in Carrara, Giovedì 27 Febbraio 2020, dalle ore 18,00, sarà nostro ospite, intervistato da Attilio Papini, Pierangelo Tozzi, Presidente della Consulta provinciale per le disabilità


martedì, 25 febbraio 2020, 13:46

Assemblea Termoidraulici alla sede provinciale di Confartigianato

Termoidraulici in assemblea alla Confartigianato, venerdì 28 febbraio dalle 17,00, per fare il punto sulla situazione del comparto e affrontare alcune tematiche: in particolare sarà monitorata la situazione in merito alla Direttiva Europea, che a breve dovrà essere recepita dall’Italia e  che prevede l’obbligo dei controlli solo per gli impianti superiori...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 24 febbraio 2020, 17:10

Confartigianato Trasporti: "Subito interventi definitivi per la strada al Tardone"

Il presidente provinciale di Confartigianato Trasporti Cesare Pilli, richiama l’attenzione dell’amministrazione carrarese e degli addetti ai lavori sulle condizioni in cui versa (basta vedere le foto allegate) la strada del Tarnone frequentata quotidianamente dai camion da e per i bacini estrattivi


lunedì, 24 febbraio 2020, 08:47

Vox Italia, successo del convegno contro l'escavazione selvaggia del marmo

Si è svolto con successo il convegno promosso ieri pomeriggio, domenica 23 febbraio, dal circolo di "Vox Italia" di Massa-Carrara, e avente a tema la tutela delle Alpi Apuane contro l'escavazione selvaggia del marmo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 febbraio 2020, 15:05

Sportello Fenapi: verifiche per accedere alla quattordicesima

La FENAPI di Massa Carrara ricorda che il beneficio della quattordicesima pensionati è stato esteso ad una più ampia platea. L’assegno aggiuntivo viene attribuito d’ufficio da parte dell’INPS, tuttavia è possibile presentare apposita domanda di ricostituzione avvalendosi dell’assistenza del patronato INAPI della Fenapi


venerdì, 21 febbraio 2020, 15:08

Rivoluzione 'terzo settore': un pool gratuito di esperti da Confartigianato per consulenze mirate

L'iniziativa dell'associazione di categoria apuana a sostegno di imprese, associazioni e cooperative che operano nei settori sociali, culturali e sanitari: "Supporto tributario, contabile e finanziario con professionisti specializzati"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara