Anno 1°

martedì, 7 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Centri estivi, il progetto di Nausicaa: «Una prova generale prima del rientro a scuola»

lunedì, 29 giugno 2020, 15:58

Tornano i centri estivi di Nausicaa: dal 1° luglio al 15 agosto gli educatori della partecipata accoglieranno una schiera di bambini tra i 2 e gli 11 anni nelle sedi di sei scuole carraresi. Il servizio, affidato dal Comune di Carrara alla spa, quest'anno è stato letteralmente reinventato per tenere conto delle misure imposte dalla pandemia da Covid-19, sia per quanto riguarda la sicurezza di bambini e operatori sia in termini di offerta educativa. 

Nausicaa è riuscita a fare di necessità virtù: «È stato un lavoro davvero impegnativo. In poco tempo, dopo l'emanazione delle direttive del governo, il nostro personale è riuscito a mettere a punto un progetto che, oltre a garantire altissimi livelli di sicurezza per tutti, trasforma il Covid in un'occasione di apprendimento. Un abbinamento non facile. Sì, perché a seguito della chiusura delle scuole, i centri estivi saranno il primo momento in cui i bambini e i ragazzi torneranno a fare attività di tipo educativo in gruppo: il campus sarà dunque una prova generale in vista della ripresa delle lezioni, a settembre, con i protocolli anti contagio. La proposta dei nostri educatori si concentra proprio su questo: si gioca e si impara nel rispetto delle prescrizioni» spiega il presidente del cda di Nausicaa Luca Cimino. 

Una formula non semplice, quella dell'edizione post-covid dei centri estivi: proprio per poter garantire il rispetto delle prescrizioni è stato necessario ridurre il rapporto numerico tra bambini ed educatori, articolare l'attività su un numero maggiori di sedi e rinunciare al servizio di refezione e trasporto. Non solo: i protocolli anti-contagio hanno imposto la predisposizione di diversi progetti "cuciti" sulle sei sedi che verranno utilizzate: «Ogni scuola ha le sue caratteristiche strutturali e i suoi spazi: per questo ciascuna svolgerà le attività in modo diverso, con un percorso specifico in grado di tenere insieme sicurezza ed esigenze educative» spiega il responsabile dei centri estivi, Giuseppe Brizzi. 

I centri estivi comunali si terranno dal 1° luglio al 14 agosto, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 13.00, e saranno suddivisi in base alle fasce di età: per i piccoli, rivolti ai bambini tra i 3 e 5 anni in età per l'iscrizione nell'anno scolastico 2019/2020 alla scuola dell'infanzia e per i grandi, accessibili ai bambini della primaria, da 6 a 11 anni. Molte le attività che si svolgeranno in piena sicurezza. Tra queste pet therapy, biodanza, ortoterapia, balli di gruppo, murales, oltre alle attività sportive.

 

Per garantire la possibilità di usufruire di ampi spazi aperti, come previsto nelle linee guida ministeriali e regionali, le attività si svolgeranno in plessi scolastici comunali dotati di ampi giardini e di adeguati locali interni da utilizzare in caso di maltempo. Per accedere ai centri estivi, dovrà essere obbligatoriamente sottoscritto il Patto di Corresponsabilità relativo alle misure anti-Covid (come previsto dall'ordinanza n. 61/2020 della Regione Toscana). I centri per piccoli, si terranno presso la Scuola dell'infanzia Marconi, la Scuola dell'infanzia Roccatagliata, la Scuola dell'infanzia Collodi e la Scuola dell'infanzia Paradiso. I centri per grandi, saranno organizzati presso la Scuola Primaria E. Chiesa e la Scuola Primaria Paradiso A. Per informazioni è possibile rivolgersi al Comune di Carrara dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 14.00 e il martedì e giovedì anche dalle ore 14.30 alle 17.30, telefonando ai numeri 0585/641457, 0585/641433, 0585/641424, 0585/641239.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


lunedì, 6 luglio 2020, 13:55

Iti Meucci Massa: partito il cantiere delle nuove officine

Partono i lavori per la costruzione delle nuove officine dell’Iti Meucci di Massa: il cantiere è stato consegnato all’azienda costruttrice, la Niccoli di Genova che, sulla base del contratto, ha un anno di tempo per completare l’opera per un importo complessivo di 529 mila euro


lunedì, 6 luglio 2020, 13:51

Psicologi, educatori e psicoterapeuti: le eccellenze di Massa si presentano ai futuri studenti

Conoscere le principali metodologie utilizzate nell'ambito della psicologia, esplorare direttamente gli aspetti tecnici mediante l'attività pratica e venire a contatto con il mondo del lavoro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 luglio 2020, 13:40

Reparto di medicina nucleare e risonanza magnetica del vecchio ospedale di Massa: nodi irrisolti dalla sanità regionale secondo Benedetti

Tutto ancora sospeso e avvolto in nebulose cortine di silenzio il destino del reparto di Medicina Nucleare di Massa e dell’impianto per la risonanza magnetica del vecchio ospedale di Massa


venerdì, 3 luglio 2020, 12:38

Ma.R.Mo 20.20: una nuova Fiera per il rilancio del Marmo di Carrara

Relativamente al progetto Ma.R.Mo 20.20, la nuova fiera del marmo che l'Internazionale Marmi e Macchine sta organizzando per il mese di Settembre, abbiamo raccolto l'opinione del Presidente della Camera di Commercio di Massa-Carrara, Dino Sodini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 11:09

Confindustria, Matteo Venturi nuovo presidente designato della delegazione di Massa Carrara

"Siamo a un passaggio cruciale, probabilmente epocale, e non possiamo permetterci di sbagliare alcunché" così Matteo Venturi, presidente designato degli industriali di Massa Carrara spiega l'essenza della sua mission


giovedì, 2 luglio 2020, 22:57

Cermec: presentato Il Nuovo Piano Industriale

Nuovo Piano Industriale per Cermec, che porterà l'azienda nel sistema di Economia Circolare. Una svolta epocale per l'impianto, che avrà importanti risvolti anche per il territorio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara