Anno 1°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Effetto del Covid-19 sull'economia: ripresa con fatica, turismo in calo a Massa

venerdì, 31 luglio 2020, 12:13

Nel 2019 la popolazione della nostra provincia non ha mai visto nascite così basse dal secondo dopoguerra e i morti sono stati 2.500. La popolazione residente nella provincia nell'ultimo decennio ha subito andamenti altalenanti e adesso si è stabilizzato in una costante e preoccupante decrescita.

L'istituto nazionale di statistica e l'istituto superiore di sanità hanno effettuato un'analisi della mortalità totale e dei soggetti positivi al Covid-19. I dati analizzati si riferiscono ai primi quattro mesi del 2020, e i decessi per Covid-19 di questo primo quadrimestre sono stati 121 per Massa Carrara.

Le imprese hanno visto una diminuzione nel 2019, sono 18.610 rispetto alle 18.724. Dal 2009 al 2019 diminuiscono le imprese femminili e giovanili crescono quelle straniere. Dal 2009 al 2019 la nostra provincia è stata caratterizzata da un inesistente ricambio generale, crescono le cariche dei 70 anni non quelle dei giovani. 

Per quanto riguarda l'artigianato, la Toscana ha ottenuto un valore negativo di -804 aziende dall'anno scorso. A fine 2019 gli addetti del comparto artigiano locale sono risultati 11.059, per un calo di -228 unità rispetto al 2018 che diventa di -1934 in confronto al 2012, circa il 15% dell'occupazione. In calo muratori e imbianchini, aumento degli addetti alle pulizie e giardinieri.  

L'interscambio commerciale con l'estero è aumentato del +23%

NEL 2019, il miglior risultato del decennio. La metalmeccanica rappresenta la quota più rilevante delle vendite locali e anche il  lapideo è in crescita dopo la crisi del 2009. Il settore lapideo del 2019 ha visto un rallentamento delle vendite ma sono stati mantenuti i valori medi: il consuntivo annuale 2019 si chiude negativamente per gli andamenti del mercato lapideo nazionale. Le vendite complessive delle aziende hanno raggiunto un valore di circa 1,8 miliardi di euro, -4,7 rispetto all'anno 2018. Il marmo in blocchi e lastre è l'unica voce ad aver ottenuto nei valori delle vendite un consuntivo positivo incrementando di quasi 5 milioni di euro.

Il 2009-2019 è stato un decennio con valori di forte incremento, il consultivo decennale mostra andamenti del mercato lapideo nazionale sostanzialmente molto favorevoli. In particolare nel 2019 si è assistito ad una scesa dell'incidenza del distretto locale nel panorama nazionale passando complessivamente dal 30% al 35%. L'escavazione dei blocchi è diminuita nel decennio 2009-19, a fine 2019 l'escavato delle cave carraresi risulta pari a 3,357.479 tonnellate in crescita rispetto al quinquennio precedente di cui blocchi 823 mila, rappresentato il valore più basso dell'ultimo decennio. Estrazione di scaglie bianche -4,5%, scaglie scure +15,7% terre +25% pietrisco e scogliere +177%

Alcuni buoni risultati ottenuti nel 2019 sono stati vanificati dal coronavirus, il tasso di disoccupazione è sceso nel saldo di fine 2019 al 7%, in Toscana valore al 6,7%. La disoccupazione scende a -3,3. A fine 2018 Massa-Carrara risultava una delle località con il più alto tasso di disoccupazione. A fine 2019 Massa-Carrara risultava una delle località che aveva recuperato questo tasso. Calano del -3,3% i prestiti alle imprese, a differenza degli anni passati in cui in presenza di dinamica negativa questa era imputabile totalmente alle piccole imprese, del 2019 si osserva come anche le medio-grandi realtà abbiano registrato contraccolpi pesanti sul versante credito, questi andamenti sono riscontrabili in misura simile nel resto della regione.

Il sistema produttivo locale ha ricevuto 800 milioni di euro in meno rispetto al 2009, per un calo compressivo del -34,5% a fronte di una contrazione toscana del -27%. E' migliorata la qualità del nuovo credito, ma sono minori le erogazioni, torna drasticamente a scendere dopo la ripresa del 2018 il tasso di deterioramento dei prestiti del sistema economico locale. Nella nostra provincia  sono 81 gli sportelli bancari nel 2019, 8 unità in meno rispetto all'anno precedente e 33 in meno di 10 anni fa, oggi vi sono 42 sporteli ogni 100.000 residenti. Anche l'industria in calo, dal 2019 -3% della produzione e -1% dell'occupazione. 

Per l'edilizia il fatturato delle imprese edili della nostra provincia è rimasto in terreno positivo, dopo molti anni caratterizzati da sofferenza, incertezza e crescita a macchia di leopardo, anche se preoccupa il fatto che già prima della pandemia solo l'8% delle imprese intervistate si è dichiarata disponibile a fare investimenti nel 2020-2021. 73 imprese su 100 continuano a considerare le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni, il provvedimento più importante per consolidare la ripartenza del settore: L'ANCE stima che il superbonus del 110% per i lavori di riqualificazione degli edifici, introdotto dal Decreto Rilancio di maggio 2020, rappresenta una misura "potentissima" che vale, secondo l'associazione nazionale dei costruttori edili, 6 miliardi di lavori, con un effetto totale sull'economia di 21 miliardi di euro e 100 mila posti di lavoro aggiuntivi nel settore. Per il commercio secondo l'indagine di ISR nel 2019 il fatturato totale del commercio al dettaglio è calato pesantemente del -5% toccando il punto più basso dell'ultimo quinquennio.

Questa crisi del commercio locale, ed in modo particolare quello di piccole dimensioni deriva da 2 fattori: il primo è la grande distribuzione che sta spingendo sempre più le piccole attività verso un processo di digitalizzazione e di costume experience nella cura del cliente, il secondo fenomeno è l'e-commerce che nell'arco di un decennio è cresciuto di circa 5 volte erodendo crescenti fette di mercato.

 E-COMMERCE +479%, PICCOLA DISTRIBUZIONE LOCALE -47%. Per il turismo: i dati ufficiali del comune segnalano per il 2019 un bilancio turistico non positivo, perdite importanti per gli alberghi con un boom dei b&b e le case in affitto. 

Nell'ultimo decennio queste sono le percentuali 

MASSA -306 mila turisti, CARRARA +44 mila, LUNIGIANA +21 mila, MONTIGNOSO -10 mila.

Il Porto di Marina di Carrara chiude il 2019 superando la soglia dei 3 milioni di tonnellate di merci movimentate, +20,2% rispetto all'anno precedente. Per l'agricoltura è stato un anno problematico: brusca produzione di vino, di frutta, coltivazioni industriali cereali, a differenza della notevole ripresa dell'olio di oliva, di legumi secchi e le coltivazioni foraggere.

Il digitale invece è in netta crescita in questo decennio e siamo attualmente la 56esima provincia italiana per indice di specializzazione del settore. Dopo la pandemia, tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo l'IRS ha condotto una prima indagine sugli effetti del coronavirus, condotto su circa 300 imprese. A seguito del lockdown, le condizioni delle imprese sono ulteriormente peggiorate a causa della chiusura forzata delle attività. Un vero e proprio shock che ha impattato su tutti i settori della nostra economia con flessioni pesantissime sul comparto del turismo, sull'agroalimentare e sul commercio al dettaglio. 

Francesca Vatteroni

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


giovedì, 6 agosto 2020, 16:21

Carrara Bier Fest annullata, IMM: "Impossibile aprire in sicurezza"

IMM_Carrarafiere dopo una serie di approfondite verifiche tecniche sulla fattibilità dell'evento, al fine di perseguire il rispetto delle normative anti-Covid, ha deciso di annullare Carrara Bier Fest 2020 a calendario dal 28 agosto al 12 settembre


giovedì, 6 agosto 2020, 14:38

Marmo, la lettera degli industriali: "Ecco perché Legambiente sbaglia sul piano cave"

Confindustria Massa Carrara risponde a Legambiente circa il Piano Regionale Cave approvato di recente dal consiglio regionale della Toscana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 agosto 2020, 14:44

Il comitato di gestione ha approvato la costituzione del Piano Regolatore di Sistema Portuale

Il Comitato di Gestione ha approvato oggi la costituzione del Piano Regolatore di Sistema Portuale, sintesi del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema dei porti della Spezia e Marina di Carrara (DPSS), previsto dalla legge di riforma dei porti e che è stato realizzato a tempo di record


lunedì, 3 agosto 2020, 23:23

Asl Toscana nord ovest: inaugurati negli ex ospedali di Massa e di Carrara i nuovi 40 posti letto di cure intermedie

Sono stati presentati oggi (3 agosto) negli ex ospedali di Massa e di Carrara i 40 nuovi letti di cure intermedie, con i quali si arriva complessivamente a 60 posti letto, di cui 26 per pazienti Covid positivi e 34 per pazienti no-Covid


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 3 agosto 2020, 23:16

Imm, Martinelli: «La soluzione arriverà solo coinvolgendo tutto il territorio»

«Sollecitiamo l’incontro promesso dal governatore Rossi. Noi siamo disponibili, anche per domani» lo ha detto il vicesindaco Matteo Martinelli, titolare della delega alle Partecipate, a margine dell’incontro con una delegazione di lavoratori di Imm


lunedì, 3 agosto 2020, 14:22

Inaugura Carrara E…State 2020: giovedì 6 agosto i primi tre appuntamenti in via del Plebiscito

Si parte giovedì 6 con il primo dei quattro giovedì di agosto che vedranno susseguirsi tre spettacoli, a partire dalle ore 19, in via del Plebiscito a Carrara, tutti a ingresso gratuito, sempre secondo la stessa modalità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara