Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Consorzio zona, ritorno alla vita: entro un mese bando area ex Eaton

mercoledì, 9 settembre 2020, 15:03

Il nuovo Consorzio Zona industriale apuana sta iniziando a scrollarsi di dosso la polvere di decenni di immobilismo: lo sta facendo grazie all'iniezione di fiducia e risorse direttamente dalla Regione Toscana e all'attività manageriale snella ed efficace dell'amministratore unico Norberto Petriccioli, alla guida dell'ente da marzo. 

Il nuovo Consorzio Zia è stato al centro del dibattito che si è svolto in streaming martedì sera organizzato da Confartigianato con la partecipazione di Petriccioli, di Stefano Ciuffo, assessore regionale alle attività produttive, Paolo Balloni e Andrea Raggi, assessori comunali di Massa e Carrara alle attività produttive, intervistati da Attilio Papini.

A entrare nel vivo Petriccioli, partendo dai crediti che ancora oggi il Consorzio vanta nei confronti delle aziende dell'area: "E' una somma molto alta. Ma abbiamo stanziato a bilancio una massa di fondi rischi che coprono l'80% delle somme quindi la situazione è tutelata. Inoltre ci siamo dati una regola: prima di andare a chiedere i contributi arretrati il Consorzio deve lavorare, recuperare il senso di servizio per le attività. Deve essere percepito dalle aziende come un valore aggiunto. Poi si potranno andare a chiedere gli arretrati così come i contributi annuali previsti". E come recuperare quel ruolo nei confronti delle aziende? "Prima di tutto fare quella manutenzione ordinaria che non è mai stata eseguita per anni, anche in maniera coordinata con la Provincia – ha proseguito Petriccioli -, partendo dai 9 chilometri di strade di nostra competenza. Poi dobbiamo completare le opere di urbanizzazione delle aree ex Resine ed ex Azoto interrotte ormai 15 anni fa e che devono arrivare in fondo. Con il Comune di Carrara stiamo portando avanti il progetto di realizzazione di un parcheggio per mezzi pesanti su terreno messo a disposizione da comune di Carrara. Nel piano che dobbiamo presentare alla Regione ci sarà anche la ricognizione di tutte le aree Zia, una fotografia che a oggi non esiste, per capire quali aree sono disponibili, quali sono ferme ed eventualmente come renderle produttive applicando anche quella che è un'altra prerogativa da statuto del Consorzio: avviare le procedure di esproprio che devono poi essere completate dai Comuni". Parlando di aree, resta ancora da completare la cessione di parte di quella ex Eaton per circa 13.400 metri quadrati: "La prossima settimana presentiamo al Comune di Massa una richiesta di variante perché parte di quell'area non prevede una ulteriore edificazione e ne inibisce il valore di mercato. A quel punto entro un mese avvieremo il bando per la vendita ma non è una semplice operazione immobiliare – ha precisato l'amministratore unico -. L'asta sarà vincolata oltre al rialzo sull'offerta anche al parametro dei posti di lavoro che l'azienda si impegna ad assumere per un determinato periodo. Questo sarà un aspetto specifico di tutte le operazioni che faremo come Consorzio". Altro tema rilevante quello dell'area ex Enichem, a Carrara: "Area strategicamente importante, sull'asse lineare che da porto arriva alla zona industriale, una delle poche completamente libere non appena sarà completata la bonifica, già approvata e in capo ad ex Syndial su terreni e falda. Sono 17 ettari, un polmone occupazionale notevole visto che nel Piano operativo di Carrara – conclude Petriccioli – prevede una sua gestione unitaria con un'altra area limitrofa". Insomma, il piano di rilancio del Consorzio è la scintilla su cui puntano le istituzioni per risollevare il tessuto economico di Massa Carrara e anche della costa toscana, come ha precisato Ciuoffo: "Questa provincia si trova su un asse di grande mobilità, fra linee ferroviarie, uno dei porti più importanti della costa tirrenica, il punto più a nord verso l'Europa della Toscana. Non c'è un altro posto come questo con un intreccio infrastrutturale complesso e avanzato, dal punto di vista logistico la zona più felicemente strutturata della Toscana. Per questo la Regione ha deciso di entrare nel Consorzio, come socio di maggioranza. Vuole assumere un ruolo di maggiore responsabilità in un territorio che ha costituito in questi 5 anni l'obiettivo primario della Regione per riequilibrare in termini di valorizzazione economica la costa rispetto alla ricca centralità della piana dell'Arno". Sfide importanti su cui Massa e Carrara vogliono fare la parte dei protagonisti, hanno rimarcato Balloni e Raggi, con piani di investimento credibili e con la speranza di completare altri passaggi essenziali che vanno dalle bonifiche al riconoscimento di Zona logistica semplificata, zona franca urbana e area di crisi complessa. 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


giovedì, 24 settembre 2020, 15:50

Il laboratorio di scultura di Michele Monfroni altra eccellenza del nostro territorio

Tra i laboratori che hanno aderito all’iniziativa di Confartigianato Imprese Massa Carrara coinvolta nel progetto della Regione Toscana attraverso la creazione della figura del “Maestro Artigiano” per lo scultore e della “Bottega Scuola” per lo Studio di scultura, rientra a pieno titolo  il laboratorio di Michele Monfroni in Codena 


giovedì, 24 settembre 2020, 15:42

Covid-19: insufficienti risorse per credito imposta sanificazione, deluse due imprese su tre di Massa Carrara

Covid-19: insufficienti risorse per credito imposta sanificazione, deluse due imprese su tre di Massa Carrara. La denuncia di Cna: "molte imprese spinte ad acquistare strumenti inutili" 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 15:39

Anche la restauratrice di Massa, Eleonora Coloretti, entra nel team di lavoro di Casa Nannipieri Arte

Un gruppo di professionisti specializzati nella storia dell'arte, nel mercato e negli investimenti dell'arte antica e moderna, nella diagnosi, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale, che guarda come esempio i team ad altissima specializzazione che hanno case d'asta internazionali come Sotheby's e Christie's


giovedì, 24 settembre 2020, 15:32

Dalla Fondazione Marmo mascherine alle scuole

Ieri c'è stata la prima consegna alla scuola media Staffetti di Massa che ha contatto la Fondazione dopo il via libera degli Uffici scolastici regionale e provinciale dell'Ufficio scolastico regionale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 22 settembre 2020, 13:20

Marmo, la lettera degli industriali: "Basta aggressioni contro i cavatori e il mondo del marmo" "No alla chiusura delle cave"

Il marmo è parte costitutiva dell'identità del nostro territorio, Carrara è il marmo e il marmo è Carrara. Per questo riteniamo che chi vuole chiudere tutte le cave sia facendo una guerra non ai lavoratori e alle imprese del marmo, ma a tutta la nostra comunità


martedì, 22 settembre 2020, 13:12

Patronato Inapa/Confartigianato: arriva il bonus Internet, come ottenerlo

Il patronato INAPA Confartigianato informa che entro la fine del mese, il bonus Internet potrà essere chiesto dagli aventi diritto. L’annuncio arriva dalla ministra dell’Innovazione Paola Pisano: la Corte dei Conti ha dato il via libera


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara