Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Formazione professionale: nell'era Covid si fa all'aperto

martedì, 8 settembre 2020, 09:39

A lezione nella pineta di Viareggio. E' così che sono ripresi in questo settembre i corsi di formazione di IAL Toscana; perché la formazione ai tempi del Covid si fa anche all'aperto. A Viareggio lo IAL svolge in particolare corsi di formazione, finanziati da fondi europei e ministeriali, rivolti a ragazze e ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni per il raggiungimento di una qualifica professionale.

I primi a riprendere le attività sono gli iscritti ai percorsi IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) per le figure di "operatore ai servizi di vendita" e "operatore del benessere estetica" e la loro prima lezione si è svolta all'aperto: nella pineta della cittadina versiliese, nelle vicinanze della sede IAL, sono state allestite due piccole aree con sedie distanziate e tutto il materiale necessario per le ore di lezione. I docenti hanno strutturato i loro interventi pensando i contenuti e adattando la didattica a uno spazio formativo fatto di erba, alberi e aria aperta.

In tutta la Toscana sono 12 i corsi IeFP e drop out, ripartiti in questo mese di settembre: a Massa, Viareggio, Firenze e Arezzo. Dopo i mesi di formazione a distanza e un rientro in aula per alcuni percorsi già a giugno, in questa estate si è lavorato per poter offrire a settembre una proposta di attività formativa concreta, nel rispetto dei nuovi protocolli di sicurezza Covid 19. Le lezioni all'aperto sono partite per ora a Viareggio, ma anche nelle altre sedi si sta studiando come attuarle.

E' stato ripensato l'allestimento di aule e laboratori, investendo anche nell'acquisto di banchi modulari che, passato questo periodo, contribuiranno a promuovere una didattica collaborativa; previsto anche il ricorso all'uso di tablet e di una piattaforma per la didattica a distanza, che potranno essere determinati in caso di ulteriori sospensioni – anche temporanee – delle lezioni in presenza.

I corsi IAL IeFP si contraddistinguono da tempo per la presenza, già in fase progettuale, di visite didattiche, uscite e attività all'aperto che sostengono la consapevolezza di abitare un territorio con delle potenzialità e con una rete di realtà a cui appoggiarsi per una crescita professionale e anche individuale. In questo particolare periodo, questo aspetto di educazione diffusa e conoscenza dell'ambiente, è stato potenziato comprendendo anche le linee guida sulla sicurezza anti-contagio e i protocolli di settore.

"L'obiettivo – spiega il segretario generale aggiunto Cisl Toscana, Ciro Recce - è come sempre quello di sostenere la formazione, sperimentando modalità didattiche alternative e adatte all'utenza a cui ci si rivolge e educare a una responsabilità professionale che, in questo particolare periodo storico, sa trovare modi per esprimersi anche in uno stato di emergenza imprevisto e mutevole."

Così la risposta, in questi primi mesi, sarà di spostare, quando possibile, la didattica in ambienti aperti, che permettano di realizzare lezioni più distese e allo stesso tempo di limitare i rischi di contatto e possibile contagio. Tutto ciò è fattibile grazie anche a un patto iniziale tra i protagonisti dell'azione formativa: il team che ha usufruito di una propria formazione sui vari aspetti dell'emergenza, i partecipanti ai percorsi e le loro famiglie.

"Con l'emergenza – dice la direttrice IAL Toscana, Alessandra Bianchi - la nostra proposta trova nuovi stimoli e sperimenta un'innovazione che investe le metodologie, i processi e anche gli spazi, per promuovere l'apprendimento continuo e orientare le persone a un lavoro appassionato e responsabile."


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


giovedì, 24 settembre 2020, 15:50

Il laboratorio di scultura di Michele Monfroni altra eccellenza del nostro territorio

Tra i laboratori che hanno aderito all’iniziativa di Confartigianato Imprese Massa Carrara coinvolta nel progetto della Regione Toscana attraverso la creazione della figura del “Maestro Artigiano” per lo scultore e della “Bottega Scuola” per lo Studio di scultura, rientra a pieno titolo  il laboratorio di Michele Monfroni in Codena 


giovedì, 24 settembre 2020, 15:42

Covid-19: insufficienti risorse per credito imposta sanificazione, deluse due imprese su tre di Massa Carrara

Covid-19: insufficienti risorse per credito imposta sanificazione, deluse due imprese su tre di Massa Carrara. La denuncia di Cna: "molte imprese spinte ad acquistare strumenti inutili" 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 15:39

Anche la restauratrice di Massa, Eleonora Coloretti, entra nel team di lavoro di Casa Nannipieri Arte

Un gruppo di professionisti specializzati nella storia dell'arte, nel mercato e negli investimenti dell'arte antica e moderna, nella diagnosi, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale, che guarda come esempio i team ad altissima specializzazione che hanno case d'asta internazionali come Sotheby's e Christie's


giovedì, 24 settembre 2020, 15:32

Dalla Fondazione Marmo mascherine alle scuole

Ieri c'è stata la prima consegna alla scuola media Staffetti di Massa che ha contatto la Fondazione dopo il via libera degli Uffici scolastici regionale e provinciale dell'Ufficio scolastico regionale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 22 settembre 2020, 13:20

Marmo, la lettera degli industriali: "Basta aggressioni contro i cavatori e il mondo del marmo" "No alla chiusura delle cave"

Il marmo è parte costitutiva dell'identità del nostro territorio, Carrara è il marmo e il marmo è Carrara. Per questo riteniamo che chi vuole chiudere tutte le cave sia facendo una guerra non ai lavoratori e alle imprese del marmo, ma a tutta la nostra comunità


martedì, 22 settembre 2020, 13:12

Patronato Inapa/Confartigianato: arriva il bonus Internet, come ottenerlo

Il patronato INAPA Confartigianato informa che entro la fine del mese, il bonus Internet potrà essere chiesto dagli aventi diritto. L’annuncio arriva dalla ministra dell’Innovazione Paola Pisano: la Corte dei Conti ha dato il via libera


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara