Anno 1°

domenica, 29 novembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Contributo a fondo perduto dalla regione a sette imprese turistiche della provincia

venerdì, 20 novembre 2020, 08:30

di francesca s. vatteroni

Sono sette, tra agenzie e guide turistiche e comunque imprese legate alla filiera turistica che nella nostra provincia hanno ottenuto dalla regione un finanziamento a fondo perduto di tremila euro ciascuno, conferito allo scopo di arginare l'emergenza economica che il comparto turistico ha sofferto e sta soffrendo. Mateo Nicola Saba a Carrara, V&D Viaggi e Dintorni in via Bassagrande a Marina di Carrara, Azzurra Sas di Rosi Marco sul viale XX Settembre, Marmo Tour in via Carducci a Massa, Tiaré Viaggi di Sanguinetti Manuela via Pascoli sempre a Massa e L & V srl a Carrara in via Giovan Pietro e Gaia Tour di Mariotti Francesca sul viale XX Settembre a Carrara. Sono questi i beneficiari della nostra provincia per ora. Perché altri 19, sempre in riferimento al territorio apuano, hanno visto la loro domanda ammessa anche se rimasta in lista in attesa del successivo atto erogatore.

I soggetti finanziati verranno pagati entro 15 giorni dall'approvazione della disposizione di ieri mentre i soggetti la cui richiesta è stata ammessa nella lista dei finanziabili, vedranno arrivare il contributo a seguito di impegno delle ulteriori risorse, già stanziate, entro fine anno.

"Del primo milione di euro a disposizione beneficeranno 157 operatori dei trasporti e 248 tra agenzie e guide-spiega in una nota il neo assessore regionale all'economia e turismo Leonardo Marras che illustra i dati per la Toscana- In 2.839 avevano fatto domanda tra il 15 e il 18 ottobre: 2.599 sono stati i beneficiari ammessi, che in qualche caso hanno concorso per ambedue gli elenchi (Agenzie di viaggio, guide turistiche e tassisti, professionisti ed aziende che operano nel campo del noleggio di bus turistici o con conducente). "L'impegno immediato della nuova giunta – sottolinea sempre l'assessore – è quello di scorrere la graduatoria in modo da riuscire a finanziare tutte le domande ammissibili. Così, portate le risorse a disposizione a 5 milioni con la variazione di bilancio, già è stato stilato l'elenco dei nuovi beneficiari: altri 1.042 tra agenzie e guide (ovvero tutte le ammesse che rimanevano) e 693 tra tassisti e agenzie di trasporto, dove rimangono dunque da finanziare 462 domande".

Potranno quindi usufruire del sostegno economico anche gli altri 19, tutti elencati sul sito di Sviluppo Toscana, società controllata dalla Regione, che ha pubblicato le graduatorie dei contributi, ripetiamo, a fondo perduto, e che la giunta regionale ad agosto ha stanziato per queste categorie.

"L'aiuto a fondo perduto deciso dalla regione era riservato a chi-spiega il comunicato- tra maggio ed agosto, aveva perso almeno un terzo del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2019". Ricordiamo che i contributi possono andare da mille a tremila euro, pari al 20 per cento delle perdite, per microimprese e professionisti e da duemila a quattromila euro, equivalenti al 15 per cento del minor fatturato, per tutte le altre imprese (tassisti, professionisti ed aziende che operano nel campo del noleggio di bus turistici o con conducente).

"Con il primo decreto di fine settembre-fa presente l'assessore Marras nel comunicato ricordando lo sforzo economico messo in campo dalla Toscana- con cui era stato dato il via libera al bando, erano stati destinati 600 mila euro per agenzie turistiche e guide e 400 mila per noleggio con conducente e taxi: un milione in totale, poi portati a cinque milioni. Le richieste di agenzie e guide sono state pari a 2 milioni e 822.953 euro, mentre quelle di tassisti e operatori dei trasporti a 3 milioni e 23.427 euro".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


sabato, 28 novembre 2020, 18:07

Covid: #Stelleincorsia di Natale in Ospedale, il dono degli agricoltori a medici ed infermieri del Noa

Si respira aria natalizia da questa mattina all'Ospedale Noa di Massa con l'iniziativa #stelleincorsia con cui i florovivaisti di Coldiretti hanno donato a medici ed infermieri impegnati nella lotta contro il Covid-19 dei bellissimi esemplari di Stella di Natale


giovedì, 26 novembre 2020, 12:57

Uiltec: "Enel ha smantellato presenza su Massa Carrara: tornare a investire su tecnici e commerciale"

La richiesta della Uiltec Toscana Nord: "Perse tante professionalità in pochi anni. Bisogna tornare a essere punto di riferimento per l'utenza"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 26 novembre 2020, 12:55

Insetti alieni: è emergenza vespa velutina (calabrone asiatico), primi casi in Toscana certificati a Massa Carrara

Coldiretti chiede task force per fermare avanzata sterminatore alveari. Neutralizzati alcuni giorni fa due nidi. Apicoltori preoccupati


mercoledì, 25 novembre 2020, 17:59

Confartigianato: "Pandemia accelera il ricambio imprenditoriale: aiutare aziende a superare salto generazionale"

L'analisi di Confartigianato sui dati del Centro Studi nazionale: "Fondi per una 're-startup' che agevoli una nuova partenza in linea con le sfide digitali"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 25 novembre 2020, 17:48

"Compra materasso online, ma consegnano uno diverso e ora l'azienda pretende che sia il cliente a pagare il reso"

Il caso a Massa Carrara segnalato da Adoc Alta Toscana: "Violazione dei diritti dei consumatori e del contratto stipulato, contro il buon senso in piena pandemia"


lunedì, 23 novembre 2020, 19:23

AOTL: "Gli agriturismi esclusi dal contributo a fondo perduto per la ristorazone"

L'associazione operatori turistici della Lunigiana lancia un accorato appello all'unione dei comuni della Lunigiana e ai sindaci affinché si attivino al più presto presso il governo, l'agenzia delle entrate e gli organismi competenti per porre rimedio all'esclusione degli agriturismi dal bando, in scadenza il 28 novembre


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara