Anno 1°

mercoledì, 27 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Massa Carrara: un'impresa su quattro teme di chiudere, ristori anche nel 2021

martedì, 12 gennaio 2021, 09:27

Una piccola impresa su quattro teme di chiudere nel 2021 se l'attuale stato di difficoltà dovesse protrarsi. Quasi quattro su cinque ritengono che il governo debba garantire un adeguato sostegno alle imprese e proseguire con il messianismo dei ristori. A rilevare questa drammatica situazione un'indagine condotta dal Centro studi CNA tra gli iscritti dal titolo "Pensare un futuro senza Covid – Le aspettative delle imprese per il 2021".

L'anno che ci siamo appena lasciati alle spalle ha già fatto intravedere questa pericolosa tendenza nei primi nove mesi con 81 chiusure secondo i dati dell'indagine dell'Istituto Studi e Ricerche della Camera di Commercio.

"L'indagine – analizza Paolo Bedini, presidente Cna Massa Carrara – fotografa la situazione reale attuale insieme al sentiment in prospettiva. Ricordo che le micro e piccole imprese esprimono oltre un terzo degli addetti, il 55,6% del fatturato, il 61,2% degli investimenti e il 78,6% dell'export a livello nazionale. Ci sono settori che hanno perso tanto, e recupereranno molto lentamente come il turismo, la ristorazione ed i servizi, altri come l'edilizia che invece correranno un po' più veloci per effetto anche delle misure di defiscalizzazione nazionale. Il quadro resta molto critico. Per un territorio come il nostro, isolato e periferico, con fragilità ataviche, sarà ancora più dura risalire. Il meccanismo dei ristori, anche se con molte contraddizioni, è un meccanismo che sicuramente aiuta – prosegue - ma che non può prescindere dal pieno utilizzo del recovery plan per procedere con quelle riforme strutturali che il paese aspetta da troppo tempo nel campo della burocrazia, del fisco e della giustizia. E' un'occasione troppo grande per sprecarla.

Il giudizio su quello che sarà il futuro prossimo varia in base al settore in cui l'impresa è attiva. Un maggiore ottimismo si registra tra le aziende nel comparto dei servizi per le imprese. In particolare, quasi il 50% delle imprese delle costruzioni crede che nel 2021 recupererà i risultati pre-crisi o tornerà a crescere, questo anche grazie ai benefici attesi dal superbonus 110%.

Prospettive meno rosee sono, invece, diffuse tra le imprese che operano nei settori che hanno visto lo stop delle attività durante il primo lockdown. Tra queste il turismo, dove la crisi ha colpito duramente il 78,3% delle imprese, i trasporti e i servizi alla persona. 

Le altre priorità indicate da almeno una impresa su tre (investimenti in Scuola, Università e in R&S, 33,1%; il sostegno al reddito dei lavoratori, 28,8%; la realizzazione di un piano di investimenti infrastrutturali materiali e digitali, 29,6%) rivelano senza ombra di dubbio un'attenzione particolare per le caratteristiche che dovrà avere il Paese per potere risalire la china. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


martedì, 26 gennaio 2021, 16:34

Bando per le microimprese, via al confronto con categorie e ordini

L’assessore al commercio Giovanni Macchiarini e Daniele Del Nero, capogruppo del Movimento5Stelle e presidente della commissione bilancio, hanno illustrato alle associazioni di categoria del mondo del commercio e ai rappresentanti dell’ordine dei commercialisti la bozza del bando per l’erogazione di contributi a sostegno delle microimprese danneggiate dalla crisi


martedì, 26 gennaio 2021, 14:19

Lettera di Italia Nostra alla soprintendenza per reperti in marmo di epoca romana incustoditi

Italia Nostra Apuo-Lunense, inascoltata da sindaco e assessore di riferimento, scrive alla Soprintendenza di Lucca e Massa Carrara: quei reperti storici marmorei lasciati giacere presso alcune cave, "tra detriti e camion e ruspe in azione, marmi che sono la storia antica delle nostre gloriose cave, vanno messi in salvo", per...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 26 gennaio 2021, 14:08

Vaccinazione Covid-19, in onda in tutta Europa l’arrivo delle nuovi dosi a Livorno

È arrivata questa mattina, ripresa dalle telecamere del canale satellitare Euronews la nuova fornitura da 5 mila 850 dosi di vaccino anti Covid-19 della Pfizer


lunedì, 25 gennaio 2021, 20:46

FENAPI: bonus matrimonio 2021, cos’è, come funziona

La FENAPI di Massa Carrara evidenzia il Bonus Matrimonio 2021 che è un’agevolazione dedicata alle coppie di futuri sposi, consistente in una detrazione del 25 per cento sulle spese sostenute per il ricevimento e le nozze da indicare sulla dichiarazione dei redditi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 25 gennaio 2021, 18:27

"Regina Elena, caos gestione personale. Un tavolo urgente per trovare soluzioni"

Il segretario della Uil Fpl, Claudio Salvadori: "Preoccupati per la situazione". "Siamo usciti - continua - senza risposte e certezze dall'incontro avuto questa mattina con il sindaco Francesco De Pasquale e il consiglio di amministrazione della casa di riposo Regina Elena"


domenica, 24 gennaio 2021, 16:16

Infrastrutture, Venturi: "Basta polemiche da campanile, Massa e Carrara devono crescere insieme"

Il presidente degli industriali di Massa Carrara: "Il porto non è incompatibile col turismo balneare. L'erosione? Sia al porto di Carrara che a quello di Viareggio ci sono problemi di insabbiamento: affrontare i problemi insieme fa trovare le soluzioni migliori"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara