Anno VIII

giovedì, 6 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

"Al Cup non accettano i contanti per pagare, costretto a farsi prestare la carta di credito"

lunedì, 5 aprile 2021, 14:54

La segnalazione all'Adoc Toscana Nord: "L'azienda sanitaria non può mandare fuori corso il denaro, sta violando il diritto alla salute"

"Al Cup di Massa Carrara non accettano contanti e così un cittadino è costretto a chiedere 'aiuto' ad altri utenti del servizio sanitario per poter pagare le analisi. Una situazione davvero incresciosa. L'azienda sanitaria Usl Toscana nord non può mandare fuori corso il denaro contante: così sta violando il diritto costituzionale alla salute".

Lo sostiene Adoc Toscana Nord che proprio in questi giorni ha ricevuto le lamentele di diversi utenti del servizio agli sportelli Cup dell'Asl. In particolare un caso è stato più complicato e grave degli altri. "L'uomo si è recato al Cup per prenotare ed effettuare un prelievo del sangue – sottolineano i referenti dell'associazione dei consumatori -. Quando è arrivato il momento di saldare il costo della prestazione, gli addetti allo sportello gli hanno comunicato che non era possibile utilizzare denaro contante ma solo carte di debito o credito. L'uomo, però, non aveva mai avuto una carta: ha sempre utilizzato il contante. Così è stato costretto a rinunciare ad effettuare gli esami prescritti dal medico. Incredulo e spazientito a quel punto ha pure provato a rivolgersi ad altri Cup ma il risultato era sempre lo stesso: anche ad Avenza e Nausicaa il contante non era accettato. Solo grazie al buon cuore e all'aiuto di un altro utente lì presente è riuscito a pagare la prestazione, facendosi prestare la carta di credito del concittadino a cui ha poi rimborsato la cifra in contante. Ma quanto è accaduto è davvero molto grave".

Adoc ha provato a contattare l'azienda sanitaria per la vicenda senza ricevere alcun riscontro fino a oggi: "Prima di tutto ha arrecato un danno al  nostro iscritto che ha potuto usufruire di servizi sanitari pubblici solo grazie alla  magnanimità di un altro cittadino, ma soprattutto perché l'Asl si è arrogata il diritto di mandare fuori corso il denaro contante non erogando prestazioni mediche pubbliche e violando il diritto costituzionale alla salute. Invitiamo l'azienda sanitaria – concludono – ad adeguare le modalità di riscossione del ticket  sanitario per i prelievi eliminando ogni disparità".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


mercoledì, 5 maggio 2021, 13:18

Irene Serbandini, l'imprenditrice massese si racconta in un blog

"E' arrivato il momento!" E' quello che si è detta Irene Serbandini che nella vita, oltre ad essere imprenditrice, riveste il ruolo di presidente di Impresa Donna del Cna


mercoledì, 5 maggio 2021, 09:53

Confartigianato: "Meno tasse per artigiani e piccole imprese sulle bollette dell'energia"

A darne notizia ai propri associati è Confartigianato Imprese Massa Carrara, che spiega come è possibile avere una bolletta meno cara grazie ad un provvedimento adottato da ARERA (l'autorità di regolazione dell'energia, reti e ambiente) legato all’emergenza covid-19


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 maggio 2021, 09:27

Cna su inchiesta autorizzazione trasporti: "Indagini facciano chiarezza"

In relazione all'arresto di 12 persone tra personale dipendente della provincia di Massa Carrara ed autotrasportatori che ha fatto seguito alle indagini svolte dalla procura e della guardia di finanza di Massa Carrara, Cna Fita esprime forte sconcerto e preoccupazione


venerdì, 30 aprile 2021, 16:28

"Primo maggio con beffa per i lavoratori edili: non arriva l'assegno di anzianità professionale"

La denuncia del delegato Feneal Uil: "La cassa di Carrara verserà in ritardo. Tante famiglie aspettavano quei soldi per festeggiare"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 30 aprile 2021, 15:20

Boom imprese giovanili spinge 'Oscar Green'

Exploit delle imprese giovanili nella provincia di Massa Carrara nella fase acuta della pandemia. Nei primi nove mesi del 2020 le nuove imprese nate sono 22, pari al 175% in più rispetto allo stesso periodo di un anno prima


venerdì, 30 aprile 2021, 15:00

Confartigianato: "Riapertura a metà non basta al rilancio. Ristoranti al chiuso, un pass per vaccinati e immuni"

Chiede di cambiare passo la dirigenza di Confartigianato Massa Carrara e lo fa a poche ore dal decreto del Governo che ha riaperto le attività di ristorazione a pranzo e a cena a partire dal 26 aprile ma solo all'aperto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara