Anno VIII

sabato, 23 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Entrate lavorative in aumento nelle aziende apuane

mercoledì, 13 ottobre 2021, 10:46

Secondo i dati forniti dall’indagine territoriale Excelsior, per il monitoraggio dei fabbisogni occupazionali delle aziende, il numero complessivo di entrate programmato dalle imprese di Massa-Carrara nel mese di settembre 2021 si èimplementato notevolmente, +680 unità, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, per un risultato complessivo di 1.260 entrate lavorative a fronte delle  sole 580 del settembre 2020. Una ripresa economica, dopo la crisi pandemica, che inizia a mostrare i suoi effetti anche nel mercato del lavoro. Valori che sono in aumento non solo rispetto al 2020, e quindi al periodo pandemico, ma pure rispetto al 2019, quando le entrate previste dalle aziende del territorio si erano fermate a 780 unità, 480 in meno nel raffronto con il dato del 2021. Dinamiche confermate anche dalle tendenze registrate si a livello regionale che nazionale (entrate nella regione Toscana 34.000 e complessivamente in Italia circa 526.000).

;

Lavoratori  previsti in entrata per grande gruppo professionale

Periodo

set-19

set-20

set-21

TOTALE

780

580

   1.260

Dirigenti, professioni con elevata specializzazione e tecnici

130

90

       210

Professioni intellettuali, scientifiche e con elevata specializzazione

40

30

         60

Professioni tecniche

90

60

       140

Impiegati, professioni commerciali e nei servizi

260

190

       410

Impiegati

50

40

         70

Professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi

210

150

       340

Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine

280

220

       460

Operai specializzati

200

170

       340

Conduttori di impianti e operai di macchinari fissi e mobili

80

50

       120

Professioni non qualificate

120

80

       190

 

La quota maggiore di entrate, distinte per gruppo professionale, con un valore del  35,9% è attribuibile agli operai specializzati e conduttori di macchine e impianti, in particolare operai nelle attività metalmeccaniche e elettromeccaniche (meccatronica), il 33,3% agli impiegati, professioni commerciali e nei servizi, nello specifico cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici,  il 16,7% nelle professioni  con elevata specializzazione e tecnici, soprattutto tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione, ed infine con il 15,4% alle professioni non qualificate inerenti i servizi di pulizia e altri servizi alle persone.

 

Osservando  le entrate previste secondo la classe d’età, per una quota pari al 29% interesseranno giovani con meno di 30 anni, con punte superiori al 60%  quando si tratta di commessi e altro personale qualificato nella grande distribuzione oppure  in negozi ed esercizi all'ingrosso. Per la parte restante delle assunzioni  l’età non sarà rilevante.

Altro spunto interessante è quello alle difficoltà di reperimento, infatti  in 41 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati, a causa principalmente  della mancanza di candidati a cui segue l’inadeguatezza per le mansioni da svolgere.

Per quanto concerne i livelli di istruzione l’11% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato, il 2% istruzione tecnica superiore (ITS), il 32% diploma di scuola secondaria, il 18% qualifica o diploma professionale e infine per la quota più ingente, il 38% del totale, le imprese non richiedono nessun titolo di studio.

Inoltre nel 21% dei casi le entrate previste saranno con un contratto a tempo indeterminato, con il 7% apprendistato, mentre nel 72% saranno a termine, a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita.

 

 

Aggiungiamo che le imprese che prevedono assunzioni saranno pari al 11% del totale

Da ultimo, allargando il campo di osservazione al trimestre settembre–novembre, mettiamo in evidenza che si ottengono anche in questo più ampio arco temporale analoghi  risultati positivi. In questo periodo le imprese di Massa-Carrara  prevedono l’assunzione  complessiva di circa   3.550 unità lavorative, in aumento di 1.690 rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, ma in crescita di 1.170 anche rispetto al periodo settembre-novembre del 2019. Valori decisamente in incremento in tutti i comparti produttivi.

 

Lavoratori  previsti in entrata  nel trimestre set-nov  21

Periodo

set-nov 19

set-nov 20

set-nov 21

TOTALE

2.380

1.860

3.550

INDUSTRIA

920

860

1.640

Industria manifatturiera e Public utilities

680

630

1.320

Costruzioni

240

230

320

SERVIZI

1.460

1.000

1.910

Commercio

350

320

590

Servizi di alloggio e ristorazione; servizi turistici

380

210

440

Servizi alle imprese

330

260

500

Servizi alle persone

400

220

370

 

Il Commissario della Camera di Commercio, Dino Sodini, precisa:  “Valutiamo con soddisfazione la ripresa in atto anche nel mondo del lavoro locale, nonostante permangano ancora tantissime criticità e crisi aziendali. La volontà manifestata da un parte delle aziende del territorio di aumentare i livelli occupazionali, in alcuni casi superiori anche ai dati del 2019, rappresenta comunque un segnale incoraggiante e da sostenere”.

Aggiunge, il Presidente ISR, Vincenzo Tongiani,: “La ripresa produttiva di alcuni comparti sta permettendo anche un recupero occupazionale, sebbene restino ancora molti disagi:  solo un periodo di osservazione più ampio potrà permetterci di confermare  l’uscita dal tunnel di questa crisi pandemica epocale”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


venerdì, 22 ottobre 2021, 10:55

Olio: clima e cecidomia fanno crollare raccolto in Lunigiana, va meglio sulla costa

Male in Lungiana, un po' meglio sulla costa. E' scattata la raccolta delle olive nella provincia di Massa Carrara ma le previsioni non sono certo delle migliori


giovedì, 21 ottobre 2021, 10:02

Cna su piano anti-crisi: "Opportunità da cogliere"

Per Cna Massa Carrara la prospettiva di un piano anti crisi con fondi del Ministro per lo Sviluppo Economico per finanziare progetti pubblici e privati attraverso il Consorzio Zona Industriale Apuaa rappresentano un'opportunità da cogliere


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 20 ottobre 2021, 13:22

Fondazione Marmo onlus sostiene distribuzione alimenti di San Vincenzo de Paoli e CAI

Fondazione Marmo Onlus al fianco delle persone in difficoltà economica durante la pandemia da Covid-19. La Fondazione ha sostenuto economicamente due importanti progetti di realtà del territorio attive nell'ambito del contrasto alle fragilità sociali


lunedì, 18 ottobre 2021, 10:58

La protesta sindacale su Nausicaa: contratti di lavoro fermi da 15 anni

“Dopo mesi e mesi di trattativa sindacale con lo scopo di arrivare alla sottoscrizione di un accordo di II° livello a favore dei lavoratori di Nausicaa, siamo purtroppo arrivati ad una situazione di stallo dove un incomprensibile atteggiamento dell'amministrazione aziendale rischia di far saltare tutto”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 17 ottobre 2021, 15:08

Mascardi: "Morti sul lavoro, battaglia da vincere: controlli, sanzioni e una rivoluzione culturale"

A parlare è il direttore della Confartigianato apuana, Gabriele Mascardi, da anni impegnato nella lotta alla diffusione della cultura per la sicurezza sui luoghi di lavoro


venerdì, 15 ottobre 2021, 20:20

Uil Fpl: "Controlli green pass, Asl ancora in ritardo: scelte dittatoriali senza confronto sindacale"

Non le manda a dire il segretario della Uil Fpl Massa Carrara, Claudio Salvadori, che stamani era presente in prima linea al presidio di protesta organizzato dalle funzioni pubbliche dei sindacati Cgil, Cisl e Uil davanti all'ospedale Noa di Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara