Anno 1°

domenica, 24 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Enogastronomia

Francesco Carusi e il pane di Carrara nel circuito Breads of the Creative Cities Unesco

venerdì, 15 marzo 2019, 23:45

di donatella beneventi

Il laboratorio di Francesco Carusi, fornaio, o come si definisce lui stesso "trafficante di lieviti", è diventata la location per un evento prestigioso per la sua attività e per la città di Carrara: il pane da lui creato, il "Pane di Carrara", è entrato a far parte del network "Breads of the Creative Cities". Si tratta di un progetto nato nel 2018 da una proposta avanzata da Itkius, fondazione che si occupa di preservare le conoscenze e le tecniche tradizionali fondata dal dottor Giuseppe Biagini, insieme a Cracovia e Tucson nel corso del primo meeting annuale delle città creative, tenutosi nel 2018 nella città polacca e che quest'anno avrà luogo a Fabriano, città creativa per arti e artigianato, dal 10 al 16 giugno.

Alla base del progetto, le parole pronunciate nel corso della convention di Cracovia "...il pane, un simbolo di fecondità e miracoli, generosità e condivisione, fornisce una specifica funzione nella società e nella cultura gastronomica, ed i suoi metodi di preparazione e le tradizioni sono differenti n ogni angolo del globo": il pane di Carrara, città creativa Unesco per l'artigianato, risponde in pieno ai requisiti del pane come simbolo della cultura popolare, con l'utilizzo di grani antichi e lavorazione con pasta madre, tradizione antica che si adatta ai gusti del cliente contemporaneo.

Ciò che si è tenuto nel forno di Via Carriona, alla presenza di Giuseppe Biagini e della moglie Annamaria, del sindaco di Carrara Francesco De Pasquale e di Franco Varni, primo sostenitore di Francesco e noto negoziante del centro,   non si può nemmeno nemmeno definire una cerimonia, ma si è respirata un'atmosfera di attesa e pazienza: il forno caldo pronto ad accogliere le pagnotte che stavano "crescendo" e Francesco, nel mentre, ha raccontato ai presenti, la sua storia di giovane studente di liceo classico, che voleva studiare legge e andarsene da Carrara, e che invece si è innamorato dei lieviti e delle farine: il suo atteggiamento è più quello di un chimico, sperimenta, assaggia, osserva, impara tecniche, le rielabora.

La miscela del pane di Carrara, è nata dalla collaborazione con lo storico Daniele Canali, profondo conoscitore del territorio che gli ha parlato degli spostamenti dei grani che venivano moliti a Carrara e che erano il grano Verna, il farro di cocco e il mantograno, della zona di Mantova, miscela unita al lievito madre in forma liquida, tecnica che conferisce al pane una fragranza ed un sapore unici.

Il pane sarà così inserito nella edizione 2019 della pubblicazione "Days of the bread 2019 - Breads of the Creative Cities", disponibile sia cartaceo che in formato digitale e nel corso dell XIII meeting a Fabriano, ITKIUS, con il supporto della città creativa di Tucson, sta organizzando dei meeting nelle città che hanno partecipato alla prima fase del progetto, con l'obiettivo di creare interesse e coinvolgimento nello stesso e rafforzare i legami fra le città creative.

Durante i meeting , i fornai ed i produttori delle materie utili alla panificazione verranno invitati a cucinare i pani tradizionali delle loro città e a sceglierne altri due diversi, ricreandoli e confrontandosi con gli altri panificatori.

Francesco Carusi ha speso parole di profonda gratitudine sia nei confronti di Itkius che nei confronti di chi lo ha sempre supportato in questi anni, dal 2012, a partire dalla sua famiglia che lavora insieme a lui nel forno, per andare a chi come Franco Varni, ha creduto in lui, che oggi è molto richiesto all'estero per corsi di panificazione, dove non porta solo il suo saper fare, ma anche il nome della sua città, che ama profondamente.

Momento di grande emozione, quello in cui le pagnotte con il simbolo della ruota, sono uscite dal forno, sprigionando un profumo intenso, evocativo di calore familiare e di casa: De Pasquale, ha portato i saluti dell'amministrazione, sottolineando l'importanza dell'avvenimento per la promozione della città, dei suoi valori e della sue tradizioni; a lui, in qualità di primo cittadino di Carrara e a Francesco Carusi, sono stati consegnati gli attestati di merito per la conoscenza e la manifattura del cibo locale tradizionale.


Questo articolo è stato letto volte.



prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Enogastronomia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 27 febbraio 2019, 10:36

Sommelier: ASPI chiede riconoscimento giuridico della professione

ASPI – Associazione della Sommellerie Professionale Italiana, unico ente italiano membro di ASI - Association de la Sommellerie Internationale e punto di riferimento dei professionisti di tutto il Paese, è impegnata, fin dalla sua fondazione, nella battaglia per il riconoscimento giuridico e per la disciplina della figura professionale del Sommelier


mercoledì, 6 febbraio 2019, 13:18

Buywine 2019, buyer da tutto il mondo in Lunigiana per conoscere il terroir dei Colli di Candia doc

Domenica 10 febbraio, a chiusura della 9/a edizione della più grande vetrina B2B dedicata ai vini made in Tuscany, i buyer internazionali parteciperanno ad alcuni itinerari per conoscere il territorio che dà origine alle più pregiate denominazioni toscane


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 15 gennaio 2019, 08:59

3 mila apuani a letto con l'influenza, Coldiretti: "La cura anti-malanni inizia dalla tavola"

3 mila apuani sono stati colpiti dall'influenza nella prima settimana di gennaio. In pratica quasi sei residenti su 1000. È quanto emerge da un'elaborazione della Coldiretti su dati dell'Istituto Superiore di Sanità


venerdì, 4 gennaio 2019, 16:29

Tutto pronto per l’inaugurazione di Otto, nuova pizzeria con specialità locali e regionali in via Roma

Gli arredi sono sistemati, l’insegna è stata montata e dal forno sono uscite anche la prima pizza di prova e una squisita pastiera napoletana, ricetta originale, e segreta, della famiglia del titolare della catena Otto Pizzeria al taglio, che aprirà i battenti domani alla 17 a Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 12 dicembre 2018, 17:17

Michele Marcucci, le sue bici e Marco Verona con il suo vino su pendenze del 40 per cento

L'altra sera, alla riapertura dell'Enoteca Marcucci, seduti al tavolo c'erano alcuni amici di Massa e Carrara tra cui il viticoltore Marco Verona, 47 anni, nato a Viareggio, ma residente a Massa località Mirteto, sulle colline, dove ha acquistato un ettaro di terreno 


venerdì, 30 novembre 2018, 09:12

Alessandro Bandoni: "La mia esperienza a Cuochi d'Italia è stata una grande vetrina"

Nel corso delle due puntate in cui Alessandro Bandoni, chef e socio del noto ristorante Le Palme di Marina di Carrara, ha duellato sui fornelli contro la Sardegna e poi contro la Puglia, una grande tifoseria si è creata intorno a lui e grandissime dimostrazioni di affetto e stima


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara