Anno VIII

martedì, 15 giugno 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

L'evento

Bellissima gioventù carrarese: i ragazzi premiati dal Concorso Il Foglio bianco dell’associazione Ex Studenti del liceo classico Repetti

sabato, 29 giugno 2019, 14:11

Sorrisi, occhi brillanti, un po’ di rossore sulle guance, qualche impaccio nel ricevere gli applausi. Atteggiamenti comuni a tutti i ragazzi che sono stati premiati, ieri sera, nel corso della serata finale del premio Il Foglio bianco, concorso per  gli alunni delle scuole superiori creato dall’associazione degli Ex studenti del liceo classico Repetti di Carrara, giunto quest’anno alla sua quarta edizione. Premiati tutti,  gli oltre sessanta partecipanti -  un record nella storia del premio che si sta consolidando come un appuntamento importante per tutti gli adolescenti locali – con i premi per i vincitori e con gli attestati di partecipazione per tutti. Un successo, per gli organizzatori, Raffaella Cioppi, presidente dell’associazione, Vinicia Tesconi, Michela Rossi, Stella Tramontana, Andrea Milanta e Giancarlo Casani, che per la prima volta hanno visto la partecipazione di studenti da tutti gli istituti superiori cittadini. Il Concorso, articolato in cinque sezioni: racconto, fumetto, testo di canzone, minimovie e fotografia, aveva come tema per l’edizione di quest’anno, la riflessione sul superamento delle diversità. I ragazzi hanno prodotto in tutte le sezioni lavori molto interessanti che hanno mostrato una profondità di sentire che spesso rimane nascosta sotto gli atteggiamenti più frivoli tipici della loro generazione.

Un racconto difficile e coraggioso, intitolato “ Rifletti”,  narrato in prima persona da un trans è quello che ha dato la vittoria a Ilaria Santini, sedicenne studentessa del Repetti. Menzioni d’onore nel racconto  sono andate a Nicole Santucci e Giorgia Tinfena del liceo Linguistico Montessori per la storia dal titolo “ Incontro di due anime sofferenti” e a Mattia Seghieri, dell’istituto Alberghiero Minuto, per la poesia Ad Maiora semper per la quale è stato premiato dalla Delegata provinciale dell’Accademia Italiana della Cucina, nonché ex alunna del Repetti, Beatrice Vannini. Sempre nell’ambito del racconto il premio speciale della giuria è andato ad Antony Mancini dell’istituto Einaudi di Marina per la sua storia autobiografica “ Una scatola che si apre”. Il premio Qulture, messo in palio dall’Associazione Qulture per il miglior progetto editoriale e consegnato dalla presidente Michela Rossi, è andato al toccante racconto di un’amicizia nata su un barcone pieno di migranti, scritto da Gabriel Bianchi del liceo classico Repetti. Il premio Letizia Schiaffino è stato consegnato da Anna Schiaffino a Chiara Galderisi per la poesia “Mostro” : un ritratto  accorato dei pieni e dei vuoti di un’anima in formazione.

 La sezione fumetto ha visto il trionfo del duo Mattia Miccichè del liceo delle scienze umane Montessori e di Jeremy Costa dell’Itis Galilei, con due tavole di grande livello grafico, dedicate alla storia di una donna perseguitata come strega. Nella sezione testo di canzone due ottimi lavori si sono assicurati menzione di merito e primo premio: Benedetta Parodi del liceo classico Repetti ha presentato il testo “ Diversità” rimodulato con grande efficacia metrica ed ottimi contenuti sulle note di Sincerità di Arisa e Emma Burla, del liceo scientifico Marconi ha riscritto con incredibile potenza ironica e graffiante  Sono solo canzonette di  Bennato, trasformandola in “ Sono solo pregiudizi”.

Grandi prove anche nella non facile sezione dei minimovie che richiede ai ragazzi di sviluppare il tema mediante un piccolo film realizzato anche con le telecamere dei cellulari.  Il premio messo a disposizione dall’Associazione Cineamatori delle Apuane è stato consegnato dalla presidente Laura Biggi, membro della giuria de Il Foglio Bianco, a Giovanni Taddeucci del liceo Artistico Artemisia Gentileschi per il corto “ Livio il grande”, un film nel quale l’autore ha indagato nelle dinamiche del bullismo. La menzione di merito è andata invece al corto d’animazione “ Maremonti” realizzato con grande padronanza della tecnica grafica ed anche di quella dell’animazione da Lorenzo Beccaria del Repetti. Vincitore della sezione il minimovie “ Il bruco e la farfalla” realizzato da Naomi Di Luna del liceo delle Scienze umane Montessori: una delicata favola sulla diversità guardata attraverso il mondo delle farfalle.

Infine la sezione fotografia, novità inserita dall’edizione di quest’anno, nella quale il senso della riflessione sulla diversità è stato trasmesso dalla foto “ Gru e murales” di Jacopo Martinelli, Alessio Corsini e Mattia Cacciatori del liceo classico Repetti con uno scatto preso fuori dalla loro scuola, lungo la via Carriona, nel quale è messo in evidenza il contrasto  tra  uno strumento antico per la lavorazione del marmo nei laboratori e il muro coperto da un coloratissimo e moderno murales all’esterno e dalla  foto vincitrice della sezione: “ Scarpe diverse”, sicuramente il lavoro che più ha colto nel segno dell’argomento del concorso di quest’anno, realizzata da Margherita Guccinelli, Costanza Figaia e Alice Caleo. I piedi di una ragazza sugli scogli vicino al mare, che indossano  una scarpa al tennis e una scarpetta da ballerina classica: la diversità che sta dentro ad ognuno e che proprio grazie alla  sua compresenza interiore può insegnare il modo per  superarla, sempre.

La foto ha meritato anche il Premio Panathlon messo in palio dall’associazione per il lavoro con più attinenza ai valori dello sport che è stato consegnato da Mario Foci.

Nel corso della serata l’associazione degli Ex studenti ha consegnato anche il consueto premio SupeRex al professor Paolo Grigolini astrofisico di fama internazionale e un premio speciale a Davide Bacigalupi, maturando uscente dal Repetti, vincitore di tutte le più importanti competizioni scolastiche riconosciute dal Miur nell’arco dei suoi, appena conclusi, cinque anni di liceo. Un’eccellenza del passato, Grigolini, accanto a una del presente, Bacigalupi: il simbolo della continuità di una scuola che ha formato da oltre centocinquant’anni  la miglior gioventù carrarese.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in L'evento


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 14 giugno 2021, 18:57

Solennità di San Ceccardo, vescovo e martire

Mercoledì 16 giugno alle ore 18:30 in Duomo la città festeggia San Ceccardo, vescovo di Luni e martire, patrono della città, del comune e del vicariato di Carrara, compatrono della diocesi di Massa Carrara - Pontremoli


sabato, 12 giugno 2021, 08:42

Una magica notte azzurra sotto il cielo portoghese

Sotto uno splendido cielo stellato sulla rive dell'Oceano, lungo le sponde del placido Guadjana, se tendi l'orecchio sembra di sentire un vecchio ritornello che fa "notte magiche inseguendo un gol"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 11 giugno 2021, 10:08

“Storia del motore a scoppio e sue applicazioni”: incontro a Lucca

Una bella ripartenza, dopo il difficile periodo della pandemia, quella di domani per l’associazione amici di Barsanti e Matteucci e la Fondazione Barsanti e Matteucci, che hanno organizzato un incontro aperto a tutti sul tema “storia del motore a scoppio e sue applicazioni"


giovedì, 10 giugno 2021, 10:15

Tappini, Andrea Biagi batte il Napoli e vola alla finale nazionale

Internazionale-Napoli non era solo una partita, ma la sfida tra i migliori giocatori della storia di Tappini Calcio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 10 giugno 2021, 10:10

Montignoso dona a Cuba "El Che", realizzando una scultura con tecnica innovativa

Una statua alta due metri "risplenderà" nelle notti dell'Avana e avrà il cuore marmoreo di Carrara e le radici profonde della terra di Montignoso


mercoledì, 9 giugno 2021, 13:11

Borgo Biaia, benvenuti in... paradiso

I sogni prendono forma. Questo è lo spirito della famiglia Raffaelli e di Giuliano, titolare dell'angolo di paradiso, ad appena 12 chilometri dal borgo medievale di Castelnuovo Garfagnana, chiamato agriturismo Borgo Biaia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara