Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

L'evento

Centenario della Carta del Carnaro

domenica, 6 settembre 2020, 14:57

L’Associazione Apuamater intende ricordare un episodio importante quanto dimenticato della nostra storia Nazionale.

Quando la Prima Guerra Mondiale fu conclusa, il territorio di Fiume non trovò, nei trattati internazionali, la soluzione sperata. Da questa “vittoria violata” nacque l’azione di rivendicazione dei Legionari fiumani che si concluse tragicamente con l’intervento delle armi italiane.

La Storia, stravolta, travisata e falsificata ad arte, ha fatto di quell’azione memorabile, che avrebbe dovuto chiudere l’epopea del Risorgimento Nazionale, un atto anticipatore del fascismo.

Cosa che mai fu né avrebbe potuto essere. Lo attesta l’esilio e la lotta antifascista cui fu costretto in Francia, assieme aa molti altri, del lunigianese Alceste de Ambris, estensore, assieme a Gabriele D’annunzio, della Carta. Assieme alla Costituzione della Repubblica Romana del 1849, la Carta della Reggenza del Carnaro costituisce uno dei due pilastri giuridici fondamentali sui quali si regge la nostra Carta Costituzionale della Repubblica Italiana. . . .

L’8 settembre di 100 anni fa veniva promulgata, a Fiume, la Carta della Reggenza del Carnaro. Una Carta Costituzionale redatta dal sindacalista anarchico lunigianese Alceste De Ambris e dal poeta-soldato Gabriele D’Annunzio. Raccoglieva quanto di meglio avessero espresso le democrazie più avanzate del tempo (Stati Uniti, Francia, Svizzera, Weimar), dando risposte anticipatrici a istanze nuove e avanzate, dagli ordinamenti sul lavoro al voto alle donne, “precedendo i più ansiosi, precorrendo i più pronti. Precede, non eccede. Precorre, non trascorre”. come scriveva, profeticamente, De Ambris. Questa straordinaria Costituzione ha potuto essere riscoperta e rivalutata solo negli ultimi anni dopo l’oscurantismo e la messa al bando cui è stata costretta a seguito del fatto che il fascismo si era indebitamente appropriato della “esteriorità” dell’impresa fiumana assumendone il merito alla propria “mitografia” negando, nel contempo le vere idee liberiste della Reggenza del Carnaro; idee e principi che la Carta interpretava perfettamente. Nessuna Costituzione aveva, fino ad allora, “codificato il diritto umano e sociale con maggiore larghezza di libertà, con fiducia più profonda verso il popolo”. Sono tanti gli esempi che potremmo trovare scorrendo il testo, come: “La Repubblica del Carnaro è una….democrazia diretta che ha per base il lavoro produttivo…e considera la proprietà come una funzione sociale, non come un assoluto diritto o privilegio individuale. Perciò il solo titolo legittimo di proprietà su qualsiasi mezzo di produzione e di scambio è il lavoro che rende la proprietà stessa fruttifera a beneficio dell’economia generale.” La Costituzione Italiana ne riprende, ben più blandamente, il concetto affermando che la nostra è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La Reggenza riconosce e conferma la sovranità di tutti i cittadini senza divario di sesso, di stirpe, di lingua, di classe, di religione; …Le libertà fondamentali di pensiero, di stampa, di riunione e di associazione sono garantite a tutti i cittadini dagli Statuti “…...che…. garantiscono a tutti i cittadini d'ambedue i sessi: l'istruzione primaria... l'educazione corporea... il lavoro remunerato con un minimo di salario bastevole a ben vivere; l'assistenza nelle infermità, nella invalitudine, nella disoccupazione involontaria; la pensione di riposo per la vecchiaia; l'uso dei beni legittimamente acquistati; l'inviolabilità del domicilio; l' "habeas corpus"; il risarcimento dei danni in caso di errore giudiziario o di abusato potere. Molte di queste istanze sono state accolte nella nostra Costituzione del 1948, altre più recentemente, altre attendono ancora … La Reggenza, mazzinianamente, considerava come il più alto dei suoi doveri l’istruzione e l’educazione del popolo, non soltanto per quel che riguarda la scuola primaria o professionale, ma anche per le manifestazioni superiori della scienza e dell’arte, che dovevano essere rese accessibili a tutti coloro con capacità d’intenderle. Era previsto che “L’insegnamento primario” fosse “impartito nella lingua parlata dalla maggioranza degli abitanti di ciascun comune accertata, ove occorra, per mezzo di referendum; ma fra le materie d’insegnamento dovrà in ogni caso essere compresa la lingua parlata dalla minoranza.”

La Repubblica italiana ha inserito disposizioni simili solamente fra gli anni 49 e il ‘99. Alceste De Ambris, nato a Licciana nel 1874, studente del Liceo classico P. Rossi di Massa, tre volte esiliato per opposizione al regime, si spense improvvisamente, nel 1934, a Brive (FR) durante una riunione organizzativa di esuli politici italiani della L.I.D.U. (Lega Internazionale dei Diritti dell’Uomo) che aveva fondato insieme a Luigi Campolonghi. Gabriele D’Annunzio si spense quattro anni più tardo a Gardone Riviera. La Carta del Carnaro, nata dalla mente di due uomini non comuni, massoni e mazziniani, colti e decisi a far seguire al pensiero l’azione, ebbe caratteri estremamente avanzati per il momento storico in cui vide la luce, anticipando molte istituzioni successive e delineando una struttura sociale di straordinaria apertura che sarebbe stata, solo parzialmente, adottata molti decenni dopo.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in L'evento


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 23 settembre 2020, 10:48

Poesia religiosa, Luca Massa della media Malaspina e Tiziana Monari di Prato sono i vincitori

Luca Massa della media Malaspina e Tiziana Monari di Prato sono i vincitori della ventiduesima edizione del Concorso nazionale di poesia religiosa San Pio X, svoltasi sabato scorso nell'area sagra della  parrocchia, in via Volta, a Massa


giovedì, 17 settembre 2020, 09:06

Così distanti così vicini: la Gazzette si ritrovano all'Oste di Lucca ed è subito festa

Metti una sera di metà settembre, un direttore (ir)responsabile e una ventina di giornalisti o aspiranti tali attorno ad un tavolo. Le cene delle Gazzette sono così: ci si ritrova, si mangia, si beve, si parla di lavoro, si conoscono i nuovi arrivati e si ride... tanto!


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 25 agosto 2020, 09:49

Simone Pacini ospite del Graal Cult Fest: "Nel mio libro il teatro e la Francigena"

Appuntamento da non perdere giovedì 27 agosto, alle 18, a Pieve San Lorenzo, nel comune di Minucciano. Simone Pacini presenterà il suo libro "Il teatro sulla Francigena", diario di bordo di un progetto di teatro itinerante, all'interno del festival rivelazione di questa estate garfagnina: il Graal Cult Fest


venerdì, 31 luglio 2020, 12:31

Estate nel Parco delle Apuane. Agosto con Escursioni, back touring, passeggiate fluviali, e-bike

Agosto ricco di eventi organizzati dalle Guide del Parco in collaborazione con Parco delle Alpi Apuane per scoprire e vivere l'area protetta. Escursioni per tutti, più impegnative e meno impegnative, per grandi e piccini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 25 luglio 2020, 10:52

Benvenuta Camilla!

È nata Camilla. Mercoledì scorso alle 16 al reparto di ostetricia del Noa Beatrice Prayer Galletti ha dato alla luce la sua primogenita, riempiendo di gioia il marito Francisco Suria Alvarado. Ai neo genitori vanno gli auguri da parte di tutta la famiglia e soprattutto dai cuginetti Lorenzo, Pietro, Aurora...


venerdì, 24 luglio 2020, 19:12

26 luglio: Festa dell’Esperanto e della parità linguistica

Il Gruppo Esperantista Massese “Mario Dazzini” ricorda, come avviene in tutto il mondo, la giornata dedicata all’Esperanto e alla parità linguistica che la conoscenza di tale lingua assicura


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara