Anno 1°

mercoledì, 20 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Controlli dei carabinieri: un arresto, cinque denunce e un pub chiuso per carenze igieniche

venerdì, 21 dicembre 2018, 12:36

Nei giorni scorsi i carabinieri della compagnia di Pontremoli hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio che ha visto impiegati i militari di diverse stazioni della Lunigiana, dell’aliquota radiomobile e personale specializzato del Nas di Livorno; il servizio si è concluso questa notte ad Aulla, città che insieme a Pontremoli è stata al centro degli sforzi degli uomini e delle donne dell’Arma negli ultimi giorni. Numerose le pattuglie dell’Arma che hanno battuto a tappeto i centri della Lunigiana allo scopo di prevenire i reati ed in particolare il fenomeno dei furti del quale aumenta stabilmente l’incidenza nei periodi pre natalizi. Numerosi i posti di controllo predisposti, le persone, i mezzi e gli esercizi controllati con un bilancio conclusivo che ha fatto registrare un arresto, cinque denunce e la chiusura di un esercizio pubblico in cui sono state registrate gravi mancanze igienico – sanitarie, rilevate da personale del Nas.

Ma veniamo ai fatti. A finire in manette è stata una donna 56enne da Aulla, tratta in arresto dai carabinieri di Albiano Magra in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nei giorni scorsi dal Tribunale di Napoli. La donna è stata ritenuta responsabile di “Violazione degli obblighi di assistenza familiare” ed è stato emesso a suo carico il citato provvedimento dovendo la stessa scontare ancora otto mesi di reclusione per il suo domicilio.

Uno straniero di 31 anni, invece, è stato denunciato per essersi introdotto abusivamente all’interno del cortile dell’abitazione di una vecchia conoscente con cui aveva avuto un diverbio che ha avvisato immediatamente carabinieri i quali sono intervenuti tempestivamente sul posto ed hanno denunciato l’uomo per “Violazione di domicilio”.

L’attenzione dei carabinieri si è concentrata anche sulla prevenzione e repressione del fenomeno della guida in stato di ebbrezza. Un italiano 45enne di Pontremoli con diversi precedenti per lo stesso reato è stato trovato alla guida in stato di ebbrezza e si è rifiutato di sottoporsi all’alcool test. L’uomo poco prima era stato controllato poco prima all’interno di un locale, dove i carabinieri l’avevano sanzionato per “ubriachezza molesta” visto che stava dando fastidio ad altri clienti come dagli stessi segnalato.

Numerosi inoltre gli stranieri controllati per i quali si è verificata la regolarità dei documenti di soggiorno. Uno straniero di 40 anni, irregolare sul territorio nazionale è stato trovato non in regola con i documenti ed è stato denunciato per soggiorno irregolare sul territorio dello Stato. A suo carico sono state avviate le procedure di espulsione.

I controlli hanno poi riguardato anche la repressione dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, fenomeno a cui i militari dell’Arma dedicano grande attenzione. I carabinieri della stazione di Licciana Nardi hanno denunciato uno straniero di 39 anni che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di alcune dosi di sostanza stupefacente di tipo cocaina destinate allo spaccio. L’uomo alla vista dei militari si è disfatto dello stupefacente detenuto indosso con un movimento repentino ma il gesto non è sfuggito ai carabinieri che hanno recuperato da terra 0,2 grammi di cocaina suddivisi in dosi e verosimilmente destinati alla vendita. Lo straniero, con già diversi precedenti alle spalle, è stato quindi denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Quanto agli esercizi pubblici controllati un pub a Pontremoli e di proprietà di una donna 57enne di origine cinese è stato chiuso per gravi mancanze igienico sanitarie rilevate dai Carabinieri del Nas di Livorno. Ieri sera l’esercizio è stato oggetto di un’accurata ispezione dei militari specializzati dell’Arma che hanno adottato il provvedimento di chiusura immediata.
In particolare questa notte hanno battuto a tappeto la città di Aulla numerose pattuglie dell’Arma che hanno predisposto posti di controllo, controllato persone sospette ed esercizi pubblici. Particolare attenzione è stata posta alle cosiddette zone sensibili quali la stazione ferroviaria e la Stazione dei bus di Aulla.

I controlli dei carabinieri continueranno e si intensificheranno nei prossimi giorni con i militari che incrementeranno la loro presenza sul territorio nei prossimi giorni di festa e di ferie per i cittadini. I carabinieri saranno presenti sulle strade della Lunigiana con pattuglie in divisa e in borghese ed anche con servizi a piedi nei luoghi di maggiore aggregazione ed in particolare nel corso degli eventi che interesseranno i vari comuni della Lunigiana nel periodo natalizio.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


martedì, 19 marzo 2019, 09:21

Parco Regionale delle Alpi Apuane: nasce la proposta “Gli Erbi Spontanei”

Si tratta di incontri giornalieri dedicati alla conoscenza delle erbe commestibili che nascono spontaneamente, alla loro successiva raccolta durante escursioni mirate lungo i sentieri, ed una sosta per apprendere, come venivano cucinate secondo le antiche ricette


lunedì, 18 marzo 2019, 17:53

Effrazione ai danni della scuola primaria di primo grado e dell'infanzia di Licciana

Dopo gli atti vandalici ripetuti che nel periodo natalizio avevano preso d'assalto le scuole di Terrarossa, adesso è toccato alla scuola primaria di primo grado e dell'infanzia di Via Roma a Licciana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 marzo 2019, 10:13

Asl: "Nessuno smantellamento dei servizi ginecologici in Lunigiana"

“Non vi è alcuna intenzione di smantellare i servizi ginecologici in Lunigiana”. Così la direzione aziendale replica Jacopo Ferri


venerdì, 15 marzo 2019, 17:53

Il sindaco di Mulazzo Novoa non può avere ruoli dirigenziali all’interno del Gal: lo ha stabilito il Tar Toscana

E’ arrivata il 7 marzo la sentenza definitiva relativa al ricorso fatto al Tar Toscana dal sindaco di Mulazzo Claudio Novoa e non è stata favorevole alle aspettative del primo cittadino che da mesi riveste anche il ruolo di responsabile del Gal della Lunigiana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 marzo 2019, 12:15

Sanità in Lunigiana, Marchetti (FI) porta i deficit in regione: "Ginecologia e mammografie ormai impossibili"

Il capogruppo di Forza Italia consiglio regionale Maurizio Marchetti ha presentato alla giunta regionale toscana un’interrogazione a risposta scritta sulle disfunzioni della sanità in Lunigiana


venerdì, 15 marzo 2019, 10:47

Ruba uno smartphone al luna park, denunciato un 18enne

In questi mesi i carabinieri, sotto la direzione della Procura di Massa, hanno svolto accurate indagini tecniche finalizzate ad individuare dove fosse finito ed a chi fosse in uso il telefono cellulare della vittima. Dopo pochi mesi le indagini hanno ristretto il cerchio e permesso di individuare un italiano di...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara