Anno 1°

martedì, 10 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Nove cuccioli introdotti illegalmente dalla Serbia per essere venduti “al nero”: intervengono i carabinieri

martedì, 13 agosto 2019, 15:46

Nell’ambito di un’attività mirata a contrastare il fenomeno dell’introduzione clandestina di cuccioli di cane, i militari delle stazioni carabinieri tutela forestale di Massa e di Fivizzano sono intervenuti ieri mattina presso la stazione ferroviaria di Villafranca in Lunigiana dove era stata notata, nei pressi di un camper, la presenza di quattro cani di piccola taglia legati con guinzagli non più lunghi di un metro. Una più attenta osservazione ha rivelato la presenza di nove cuccioli custoditi all’interno di scatole di cartone. Sono stati quindi contattati i veterinari dell’USL competente che intervenivano prontamente, coordinati dal dirigente dottor Armando Tognoni.

Mentre i quattro cani più grandi, di razza pechinese, sono risultati provvisti di microchip e documenti per l’importazione (passaporto) i cuccioli nella scatola, di varie razze e un‘età stimata dai veterinari tra uno e tre mesi, erano privi di microchip e versavano in precarie condizioni igieniche e fisiche, mostrando evidenti segni di morsicatura da parassiti e non avevano alcuna disponibilità di cibo e di acqua. I militari esaminando la documentazione al seguito, lacunosa e non conforme, hanno facilmente escluso che alcuni i piccoli   potessero essere la cucciolata delle “pechinesi” adulte, come dichiarato dalla signora che li deteneva, vista la presenza tra i cuccioli anche di maltesi, chihuahua e volpini. I carabinieri della tutela forestale hanno raccolto sufficienti prove per contestare ai detentori dei cani il “traffico illecito di animali da compagnia” in spregio alla convenzione internazionale di Strasburgo del 2010 ed il maltrattamento di animali in quanto detenuti in condizioni incompatibili con il loro benessere.

I cuccioli prontamente rifocillati, sono stati sequestrati ed affidati alle cure degli operatori del canile comprensoriale di Groppoli, gestito dall’Unione dei Comuni Lunigiana dove sono stati  identificati con microchip e sottoposti alle profilassi di routine.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


martedì, 10 dicembre 2019, 15:38

Al via la stagione del teatro Quartieri di Bagnone

Si alza venerdì 13 dicembre il sipario sulla nuova stagione del Teatro Ferdinando Quartieri di Bagnone che nasce, come sempre, dalla collaborazione fra la Fondazione Toscana Spettacolo onlus e l’amministrazione comunale


martedì, 10 dicembre 2019, 12:30

Nei Parchi tra iniziative e ricordi

Nei giorni scorsi, nell’ambito del progetto Parchi del Mare e della Montagna, una rappresentanza di “sci-alpiniste”, provenienti dal Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi si è incontrata con l’associazione Mangia Trekking


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 9 dicembre 2019, 17:14

A Fivizzano torna il tradizionale "Concerto di Natale"

Domenica 22 dicembre alle ore 21.15, presso il Museo di San Giovanni a Fivizzano torna il tradizionale Concerto di Natale. Arie, duetti e canzoni popolari della tradizione italiana che hanno fatto conoscere il nostro Paese in tutto il mondo


lunedì, 9 dicembre 2019, 16:52

Apertura straordinaria del Castello di Pallerone

Il 14 dicembre, non perdetevi l’apertura straordinaria del Castello di Pallerone!


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 8 dicembre 2019, 12:19

Cambio di rotta nel regime fiscale del comune di Licciana Nardi: la critica del gruppo civico Licciana Insieme

Nell’amministrazione precedente, l’attuale sindaco di Licciana Nardi, Renzo Martelloni, all’epoca in veste di consigliere, aveva dato il suo contributo e sostegno ad una serie di provvedimenti relativi al bilancio che prevedevano la riscossione delle somme dovute da cittadini debitori


sabato, 7 dicembre 2019, 16:58

Carlotti (Licciana Insieme): "Debito fuori bilancio, Martelloni ha scelto di aumentare le tasse per tutti"

Cambio di rotta da parte della giunta Martelloni sulla strategia per il risanamento dei conti. La dottoressa Michela Carlotti, per il gruppo civico “Licciana Insieme” si esprime a riguardo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara