Anno 1°

sabato, 8 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana : fivizzano

Gli ex studenti del corso socio sanitario ricevono l’attestato OSS

mercoledì, 15 gennaio 2020, 15:12

Nella mattinata di martedì 7 gennaio gli ormai ex studenti - e neo diplomati - del corso Socio Sanitario, hanno ricevuto l’attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario – OSS - rilasciato dall’ASL Toscana NordOvest, ma consegnato loro direttamente dalla Dirigente Scolastico Lucia Baracchini durante una semplice cerimonia alla presenza degli alunni delle terze medie dell’Istituto Comprensivo “Antonio Moratti” e dell’attuale classe 5° del corso Servizi Socio Sanitari.

Lo scorso 12 dicembre s’è brillantemente conclusa l’ulteriore opportunità professionalizzante offerta ai neo diplomati del corso Servizi Socio Sanitari di Fivizzano. Dopo aver meritato il diploma scolastico, ai primi di luglio e a conclusione dei cinque anni di corso, gli ormai ex-studenti hanno sostenuto l’esame per la qualifica di Operatore Socio Sanitario presso il polo didattico di Massa con risultati eccellenti. Senza spese aggiuntive, usufruendo delle lezioni frequentate e delle esperienze maturate negli ultimi tre anni di scuola, i neo diplomati del corso Socio Sanitario di Fivizzano hanno potuto sostenere l’esame per ottenere la qualifica che consente di lavorare nelle strutture sanitarie a gestione pubblica. Già da tre anni, in aggiunta all’offerta formativa canonica prevista dal ministero dell’istruzione, il corso socio-sanitario è fornito di una chiave di accesso altamente agevolata e gratuita all’esame di qualifica di Operatore Socio Sanitario (comunemente detto OSS) attraverso quella che è stata una fase sperimentale triennale, avviata in sinergia tra le ASL e le autorità scolastiche della Toscana, che nell’anno 2019 è giunta al suo pieno compimento. Le previste attività di alternanza scuola lavoro, con le forme di autonomia e sussidiarietà consentite dall’ordinamento scolastico, hanno permesso l’interazione progettuale fra aziende sanitarie locali e istruzione scolastica della Toscana per dare agli studenti del corso socio-sanitario questa ulteriore opportunità formativa professionale. Ricordiamo che la qualifica OSS, rilasciata dalle ASL, è necessaria per lavorare in ambito assistenziale nelle strutture pubbliche.

A seguito del riordino delle qualifiche e dei titoli per l’accesso alle funzioni di assistenza sanitaria, dopo alcuni anni di contrattazione, gli istituti professionali della Toscana hanno ottenuto questo arricchimento formativo per i loro studenti. Il gran numero di strutture sanitarie pubbliche e private esistenti sul territorio lunigianese permettono di realizzare esperienze qualificate, certamente non di livello inferiore rispetto a quelle riscontrabili in altre parti del territorio nazionale. Nel corso Socio Sanitario, quelle che vengono definite attività di esperienza scuola-lavoro, ora formalmente dette “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”, hanno modo di realizzarsi nella forma più completa e formativa. Da questo nostro piccolo, ma bello, mondo locale abbiamo la possibilità di costruire una caratteristica eccellenza formativa di base, con il conseguente sviluppo di competenze che possono essere spese dovunque, senza timori di inadeguatezza e di provincialismo. Competenze che possono preludere a ulteriori importanti sviluppi per i più volonterosi, senza insicurezze, ma con una buona sostanza di maturata esperienza di vita. Inoltre, e non è poco, l’ambiente ristretto, periferico, dei piccoli numeri, dà il netto vantaggio di una più accurata formazione degli studenti, favorisce il rispetto delle esigenze di tutti.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


sabato, 8 agosto 2020, 08:53

Villafranca, marocchino arrestato per evasione

I carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Pontremoli hanno arrestato F.Z., un 27 enne di origini marocchine, che risultava essere evaso dalla comunità “Centro Rinascere” di Mulazzo, dove era ristretto in regime di “detenzione domiciliare”


venerdì, 7 agosto 2020, 12:29

I laghi e le sorgenti soffrono

Una recente iniziativa dell’alpinismo lento, sviluppata in collaborazione con gli Enti Parco, nella fase 3 del coronavirus, sembra evidenziare che la scarsità d’acqua sta cominciando a manifestarsi in modo evidente anche sulle nostre montagne e territori


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 7 agosto 2020, 12:25

Fivizzano: la Provincia concede in comodato la ex caserma CC al Comune

Durata: 30 anni con oneri a carico del Comune che la userà a scopi sociali e associazionistici


mercoledì, 5 agosto 2020, 14:24

Fivizzano: aperti i nuovi 20 posti letto di cure intermedie

E’ iniziata da Fivizzano e si è con conclusa a Pontremoli la visita in Lunigiana della direttrice generale della Asl Toscana nord ovest, Maria Letizia Casani, accompagnata dai sindaci Gianluigi Giannetti e Lucia Baracchini e dalla direttrice della Società della Salute, Rosanna Vallelonga


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 4 agosto 2020, 09:01

Allarme di Legambiente sull'assalto ai torrenti della Lunigiana

Lettera aperta alle istituzioni: serve controllo e gestione degli accessi per evitare il degrado. L'associazione chiede con urgenza alle autorità controlli diffusi e adozione di regole e limitazioni da far rispettare


lunedì, 3 agosto 2020, 23:11

Infortunio in falegnameria, grave un uomo di 47 anni

Grave infortunio in falegnameria a Licciana Nardi. Uomo di 47 anni stava lavorando ad una macchina quando gli si è conficcato un legno nell'addome


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara