Anno 1°

sabato, 31 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Contagi, drive throught e test rapidi per ragazzi in età scolare: la parola a Mastrini

sabato, 17 ottobre 2020, 19:04

di michela carlotti

Con l’arrivo dell’autunno è arrivata, puntuale, anche l’annunciata e temuta “seconda ondata” di contagi che non sta risparmiando il nostro ambito sanitario. In un comunicato stampa diramato ieri dall’Azienda USL Toscana nord ovest, il direttore generale Maria Letizia Casani si è voluta scusare per i ritardi che si stanno verificando nella presa in carico dei pazienti in quarantena a domicilio, a fronte di quello che lei stessa ha definito l’“aumento esponenziale dei casi degli ultimi 10 giorni”.

In questo contesto, l’Azienda sanitaria sta mettendo in campo azioni straordinarie per fronteggiare la diffusione dei contagi. Tra le misure previste, c’e l’arrivo di 110 medici da destinare alla gestione dell’epidemia nelle scuole e alla presa in carico dei pazienti positivi: lunedì prossimo entreranno in servizio i primi sette. Inoltre, è di ieri la delibera che assegna al dott. Luca Carneglia, direttore del presidio di Livorno, la delega per il coordinamento dell’igiene e sanità pubblica nella gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 fino alla fine della fase emergenziale.

Ma la Casani ha chiamato tutti all’appello: “Ritengo che la collaborazione con le istituzioni e con i medici e pediatri di famiglia sia la chiave giusta per gestire al meglio un fenomeno di enorme portata”. E così, per le Istituzioni abbiamo deciso di incontrare il delegato alla protezione civile presso l’Unione dei Comuni Montana della Lunigiana, ovvero il sindaco di Tresana Matteo Mastrini, per capire come la terra frontaliera di Lunigiana si sta organizzando per contrastare la diffusione dei contagi.

Il presupposto da cui si parte è la sinergia con l’azienda sanitaria ed il raccordo tra i vari comuni sulle misure da porre in essere. Particolarmente efficiente ed efficace si sta rivelando il drive throught di cui Mastrini ci descrive la filiera: “L’assistito contatta il medico di base che, a sua volta contatta l’ufficio igiene che definisce il percorso. Quest’ultimo prevede, tra le varie possibilità, anche il drive throught. In questo caso, l’assistito si reca con la sua macchina presso la postazione del drive throught ad Aulla, nella tenda pneumatica allestita dalla protezione civile dietro la sede della società della salute. Qui, restando alla guida e sostando davanti alla postazione, gli viene effettuato il tampone. Dopodiché, gli viene rilasciato un indirizzo internet nel quale, di solito entro le 48 ore, può andare a verificare l’esito”.

Non si tratta dunque di postazioni accessibili a tutti su base volontaria e con l’unico ostacolo delle lunghe code, come si era verificato in occasione della recente campagna di test sierologici “Movida si…cura” promossa dalla Regione in varie piazze toscane. Ma non si tratta nemmeno dell’indagine sierologica che era stata avviata lo scorso maggio dal Ministero della Salute in collaborazione con l’Istat e con il contributo della Croce Rossa Italiana e che riguardava la selezione di residenti in 2000 comuni al fine di stimare l’estensione dell’infezione nella popolazione.

Questo va detto, come ha precisato Mastrini, per rispondere alle domande di quei cittadini che si sono recati e si recano al drive throught pensando di potervi accedere volontariamente.
Mastrini ci informa, comunque, che un ulteriore snellimento è stato intanto promosso dalla Regione Toscana che dalla mattina di domani, domenica 18 ottobre, metterà a disposizione una piattaforma digitale per la prenotazione online dei tamponi e test rapidi per ragazzi in età scolare. Oltre al portale di prenotazione, inoltre, nei drive throught verrà utilizzata un’App denominata #ascuolainsalute che consentirà agli operatori di registrare l’accettazione e l’esecuzione del test direttamente sul posto.

Ad oggi ammontano a 62 i casi di positività al covid refertati in Lunigiana, di cui 31 presenti entro residenze sanitarie assistite e si tratterebbe, quindi, di cluster isolato. Mastrini su questo punto è intervenuto puntualizzando che per una lettura corretta dei dati sulla diffusione del covid, sarebbe opportuno che le strutture sanitarie che ospitano pazienti positivi, registrassero il numero dei contagi in carico al comune in cui si trovano le strutture stesse e non in carico ai comuni di residenza in cui il malato di fatto non vive e non può rappresentare un vettore di contagio.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


venerdì, 30 ottobre 2020, 19:44

Ponte di Albiano, nuovi ostacoli: tutto il disappunto del sindaco

E' arrivata per ora solo informalmente ma molto presto perverrà anche formalmente, nei termini previsti dall'iter procedimentale, la pronuncia del consiglio superiore dei lavori pubblici. In essa sono contenute perplessità in ordine alla sicurezza delle rampe provvisorie da installare nelle more della costruzione del nuovo ponte definitivo


venerdì, 30 ottobre 2020, 17:17

Forza Italia su rimpasto di giunta: "Solita storia, uno scambio di favori"

Sul rimpasto di giunta voluto dal sindaco Gianluigi Giannetti, continuano a fioccare critiche da destra a manca. Il coordinamento comunale fivizzanese di Forza Italia, presieduto da Vittorio Marini, non ha mancato di dire la sua


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 30 ottobre 2020, 10:41

La Montagna e Padre Dionisio: un percorso per tutti fra Toscana e Liguria

Secondo una proficua collaborazione con gli enti, per la valorizzazione dei cammini tra i Parchi del mare e della montagna, l’associazione Mangia Trekking continua a sviluppare progetti relativi alla natura, ed alla promozione turistica dei territori


venerdì, 30 ottobre 2020, 08:34

Bufera sul sindaco Giannetti: anche "Sinistra unita" dice la sua sul caso Serafini-Gia

Com'è ovvio che sia, la revoca delle deleghe all'ormai ex assessore Diego Serafini ha acceso lo scontro politico. Dopo le dichiarazioni rilasciate a caldo dallo stesso Serafini e l'intervento del deputato di Italia Viva Cosimo Ferri, ora è la volta del gruppo "sinistra unita di Fivizzano"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:27

Cosimo Ferri interviene a sostegno di Serafini contro il sindaco Giannetti che gli ha revocato le deleghe assessoriali

“Davvero poco opportuna la decisione del sindaco del Comune di Fivizzano, Gianluigi Giannetti, di revocare le deleghe all’assessore Diego Serafini in un momento difficile per tutti i territori ed i cittadini”. Questo il commento che arriva dal deputato di Italia Viva, Cosimo Ferri


mercoledì, 28 ottobre 2020, 19:39

L'assessore Serafini: "Il sindaco mi ha revocato le deleghe per accontentare il Pd"

Serafini era entrato in consiglio comunale con i civici e senza tessera di partito, alle ultime elezioni comunali del maggio di un anno fa. Recentemente si era avvicinato ad Italia Viva sostenendone la candidata alle regionali, Alice Rossetti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara