Anno 1°

sabato, 31 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Il Consorzio di Bonifica taccia e zittisce Mastrini

lunedì, 12 ottobre 2020, 19:21

di Michela Carlotti

Ottobre, tempo di allerte e dissesti idrogeologici. L'incuria del suolo unita ai fenomeni metereologici avversi costituiscono senz'altro una pozione pericolosa per il territorio, che in Lunigiana ha già fatto i suoi danni ingenti con l'alluvione del 2001, e che continua a farne ad ogni fenomeno piovoso di particolare intensità. Non ultimo, l'allagamento avvenuto ad Aulla la scorsa notte tra sabato e domenica.

La chiamata in causa delle responsabilità, in certi casi, è quasi un atto spontaneo oltreché dovuto: in questo senso, Mastrini parrebbe aver fatto breccia ma sbagliato mira.

 

E' di pochi giorni fa la sua critica al Consorzio di Bonifica. In occasione delle recenti allerte meteo, il Sindaco di Tresana dalla sua pagina social ha infatti mosso un'aspra critica all'Ente consortile reo, secondo Mastrini, di disattendere in buona parte agli interventi cui è peposto: "Ogni anno si segnalano gli inerventi di manutenzione ordinaria al Consorzio di Bonifica che tuttavia risponde spesso di poterne effettuare solo una parte per carenza di risorse". Mastrini ha inoltre proseguito nel post affondando sulla legittimità del contributo che i cittadini pagano all'Ente: "Un tributo, se non determina un beneficio, non è dovuto".

 

Il post in poco tempo ha ottenuto molto gradimento ma non è passato inosservato ad Enrico Petriccioli, vice-predidente del Consorzio 1 Toscana Nord che ci ha fatto pervenire la sua inequivocabile replica a Mastrini: "A Tresana in tre anni il Consorzio ha investito in sicurezza idraulica, cinque volte le risorse richieste ai cittadini col contributo di bonifica".

 

Quindi Petriccioli non ha esitato a snocciolare le cifre: "lI Consorzio investe in Lunigiana per le opere ordinarie di prevenzione circa il quaranta per cento in più di quanto richiede ogni anno ai cittadini della nostra area col contributo di bonifica. E tutto questo, senza tenere conto delle risorse straordinarie che vengono intercettate ogni anno su bandi nazionali ed europei e che ammontano a svariati milioni di euro. Se si considera anche questa fattispecie, solo a Tresana negli ultimi tre anni il Consorzio è riuscito ad investire poco meno di 400mila euro in interventi di sicurezza idraulica: ovvero, circa il 500% delle risorse richieste dal contributo di bonifica! Un dato, questo, che a nostro avviso appare più eloquente di ogni speculazione politica”.

 

Il vice-presidente Petriccioli respinge dunque al mittente le sue dichiarazioni che pur avendo un indubbio effetto un virale, peccherebbero però di concretezza: "Questo è il nostro impegno, portato avanti tra l’altro da amministratori consortili che, come me, non hanno diritto ad alcun gettone per il proprio incarico. Certo, nessuno di noi vuole negare che si può fare sempre di più, e sempre di meglio. Ma quando al Consorzio si chiedono più risorse per gli investimenti sul territorio, occorre avere l’onestà di uscire da dichiarazioni puramente populiste, e spiegare, in modo concreto e reale, come si intendono individuare tali soldi”.


E quindi Petriccioli ha concluso concedendosi, senza mezzi termini, alcune rigorose puntualizzazioni in replica a Mastrini: “Il primo cittadino di Tresana vorrebbe aumentare il contributo di bonifica richiesto ai cittadini della Lunigiana? O in quale altra maniera vorrebbe individuare più risorse, per realizzare più lavori sul territorio? Occorre inoltre sottolineare che il Consorzio non interviene sull’intero reticolo idraulico del territorio, ma la sua competenza è limitata ai soli corsi d’acqua individuati, tramite apposita classificazione, dalla Regione Toscana. Infine – ha evidenziato Petriccioli - gli interventi dell’Ente consortile hanno scopo di prevenzione: non interveniamo, quindi, nella gestione delle emergenze".

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


venerdì, 30 ottobre 2020, 19:44

Ponte di Albiano, nuovi ostacoli: tutto il disappunto del sindaco

E' arrivata per ora solo informalmente ma molto presto perverrà anche formalmente, nei termini previsti dall'iter procedimentale, la pronuncia del consiglio superiore dei lavori pubblici. In essa sono contenute perplessità in ordine alla sicurezza delle rampe provvisorie da installare nelle more della costruzione del nuovo ponte definitivo


venerdì, 30 ottobre 2020, 17:17

Forza Italia su rimpasto di giunta: "Solita storia, uno scambio di favori"

Sul rimpasto di giunta voluto dal sindaco Gianluigi Giannetti, continuano a fioccare critiche da destra a manca. Il coordinamento comunale fivizzanese di Forza Italia, presieduto da Vittorio Marini, non ha mancato di dire la sua


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 30 ottobre 2020, 10:41

La Montagna e Padre Dionisio: un percorso per tutti fra Toscana e Liguria

Secondo una proficua collaborazione con gli enti, per la valorizzazione dei cammini tra i Parchi del mare e della montagna, l’associazione Mangia Trekking continua a sviluppare progetti relativi alla natura, ed alla promozione turistica dei territori


venerdì, 30 ottobre 2020, 08:34

Bufera sul sindaco Giannetti: anche "Sinistra unita" dice la sua sul caso Serafini-Gia

Com'è ovvio che sia, la revoca delle deleghe all'ormai ex assessore Diego Serafini ha acceso lo scontro politico. Dopo le dichiarazioni rilasciate a caldo dallo stesso Serafini e l'intervento del deputato di Italia Viva Cosimo Ferri, ora è la volta del gruppo "sinistra unita di Fivizzano"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:27

Cosimo Ferri interviene a sostegno di Serafini contro il sindaco Giannetti che gli ha revocato le deleghe assessoriali

“Davvero poco opportuna la decisione del sindaco del Comune di Fivizzano, Gianluigi Giannetti, di revocare le deleghe all’assessore Diego Serafini in un momento difficile per tutti i territori ed i cittadini”. Questo il commento che arriva dal deputato di Italia Viva, Cosimo Ferri


mercoledì, 28 ottobre 2020, 19:39

L'assessore Serafini: "Il sindaco mi ha revocato le deleghe per accontentare il Pd"

Serafini era entrato in consiglio comunale con i civici e senza tessera di partito, alle ultime elezioni comunali del maggio di un anno fa. Recentemente si era avvicinato ad Italia Viva sostenendone la candidata alle regionali, Alice Rossetti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara