Anno 1°

sabato, 31 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Tra allerte e ricordi, ottobre spaventa la Lunigiana: Mastrini bussa al Consorzio di Bonifica

sabato, 10 ottobre 2020, 15:46

di michela carlotti

Il precedente fine settimana è trascorso all'insegna dell'allerta meteo arancio. Ogni allerta, soprattutto in questo periodo dell'anno, qui in Lunigiana è particolarmente angosciante perché inevitabilmente richiama alla memoria il ricordo mai spento dell'alluvione dell'ottobre 2001.

Dopo la breve rimonta anticiclonica dei giorni scorsi, come direbbero gli esperti per indicare la graduale attenuazione del maltempo, in questo fine settimana ci attende un nuovo peggioramento: a questo giro, colpa di una perturbazione in arrivo dalla Penisola Scandinava accompagnata da aria fredda e temperature in diminuzione. Ma almeno non sono previste allerte.

"La legge ci obbliga, ogniqualvolta sono previste avverse condizioni meteo, a diramare le relative allerte. E' un obbligo stabilito dalle norme in materia di Protezione Civile, ma questo non assolve nessuno dal compiere, al massimo, il proprio dovere". E' quanto sostiene Matteo Mastrini, sindaco del comune di Tresana con delega alla protezione civile presso l'Unione dei Comuni, nonché campione di preferenze alle recenti elezioni regionali che lo hanno impegnato al fianco della Ceccardi.

In buona sostanza, a fronte dei numerosi disastri che nel tempo si sono verificati ovunque, con alluvioni, frane, esondazioni e chi più ne ha più ne metta, a causa dell'incuria recidiva verso il territorio e l'ambiente, il legislatore è intervenuto a metterci una pezza a maggior tutela degli Enti responsabili, altrimenti universalmente imputabili ad ogni danno più o meno ingente a persone e cose. Il principio è quello dell"uomo avvisato, mezzo salvato": arriva l'allerta, te l'ho detto e con questo sei avvisato!

Ma Mastrini, uomo politico che ci ha abituati alla sua schiettezza, non ci sta e chiama in causa le responsabilià che ciascuno dovrebbe assumere in proporzione alle competenze che lo impegnano ed ai ruoli cui è preposto. Ovvero: non basta avvisare, ma occorre anche garantire le giuste condizioni per le specifiche tutele. Così dalla sua pagina social ha lanciato un duro affondo al Consorzio di bonifica: a partire dalla carente esecuzione della manutenzione ordinaria per la tutela della sicurezza ambientale, alla dubbia legittimità del tributo che i cittadini pagano.

"Prima di tutto i nostri corsi d'acqua, nella maggior parte dei casi non sono nelle condizioni migliori per affrontare le piogge torrenziali e quindi bisogna lavorare per tenerli puliti" – scrive Mastrini - "Ogni anno si segnalano gli interventi di manutenzione ordinaria al Consorzio di Bonifica che tuttavia risponde spesso di poterne effettuare solo una parte per carenza di risorse". Ma non è tutto: "E' evidente che il funzionamento dei Consorzi non garantisca quanto necessario in termini di prevenzione e che probabilmente il tributo, così com'è stabilito, non sia neanche legittimo come dicono sentenze in altre regioni". Mastrini conclude poi con un appello: "Penso quindi che occorra una legge regionale di modifica dei Consorzi, che ridisegni la funzione della bonifica perché un tributo, se non determina un beneficio, non è dovuto".
Chapeau! Vedremo se qualcuno risponderà all'appello.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


carispezia1


venerdì, 30 ottobre 2020, 19:44

Ponte di Albiano, nuovi ostacoli: tutto il disappunto del sindaco

E' arrivata per ora solo informalmente ma molto presto perverrà anche formalmente, nei termini previsti dall'iter procedimentale, la pronuncia del consiglio superiore dei lavori pubblici. In essa sono contenute perplessità in ordine alla sicurezza delle rampe provvisorie da installare nelle more della costruzione del nuovo ponte definitivo


venerdì, 30 ottobre 2020, 17:17

Forza Italia su rimpasto di giunta: "Solita storia, uno scambio di favori"

Sul rimpasto di giunta voluto dal sindaco Gianluigi Giannetti, continuano a fioccare critiche da destra a manca. Il coordinamento comunale fivizzanese di Forza Italia, presieduto da Vittorio Marini, non ha mancato di dire la sua


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 30 ottobre 2020, 10:41

La Montagna e Padre Dionisio: un percorso per tutti fra Toscana e Liguria

Secondo una proficua collaborazione con gli enti, per la valorizzazione dei cammini tra i Parchi del mare e della montagna, l’associazione Mangia Trekking continua a sviluppare progetti relativi alla natura, ed alla promozione turistica dei territori


venerdì, 30 ottobre 2020, 08:34

Bufera sul sindaco Giannetti: anche "Sinistra unita" dice la sua sul caso Serafini-Gia

Com'è ovvio che sia, la revoca delle deleghe all'ormai ex assessore Diego Serafini ha acceso lo scontro politico. Dopo le dichiarazioni rilasciate a caldo dallo stesso Serafini e l'intervento del deputato di Italia Viva Cosimo Ferri, ora è la volta del gruppo "sinistra unita di Fivizzano"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:27

Cosimo Ferri interviene a sostegno di Serafini contro il sindaco Giannetti che gli ha revocato le deleghe assessoriali

“Davvero poco opportuna la decisione del sindaco del Comune di Fivizzano, Gianluigi Giannetti, di revocare le deleghe all’assessore Diego Serafini in un momento difficile per tutti i territori ed i cittadini”. Questo il commento che arriva dal deputato di Italia Viva, Cosimo Ferri


mercoledì, 28 ottobre 2020, 19:39

L'assessore Serafini: "Il sindaco mi ha revocato le deleghe per accontentare il Pd"

Serafini era entrato in consiglio comunale con i civici e senza tessera di partito, alle ultime elezioni comunali del maggio di un anno fa. Recentemente si era avvicinato ad Italia Viva sostenendone la candidata alle regionali, Alice Rossetti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara