Anno VIII

lunedì, 2 agosto 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Crollo della zona filtro al reparto Covid del Don Gnocchi: l'USB reclama sicurezza

venerdì, 20 novembre 2020, 19:44

di Michela Carlotti

Stanotte è crollata la zona filtro anticovid del secondo piano della struttura riabilitativa specialistica Don Gnocchi mentre con 42 pazienti, di cui 24 covid al secondo piano e 18 al primo, erano in servizio 1 infermiere e 1 OSS per piano ed 1 medico di guardia.

L'incidente che non ha causato danni alle persone, ha però fatto riesplodere la questione della sicurezza degli operatori e dei pazienti, già denunciata alcuni giorni fa dall'USB Unione Sindacale di Base a fronte della carenza di personale e dell'inadeguatezza strutturale del Polo Riabilitativo per l'accoglienza covid. 

"Ci troviamo a dover nuovamente intervenire sulla situazione del Don Gnocchi di Fivizzano - argomenta l'USB - perchè dopo le denunce dei giorni scorsi e nonostante le smentite della direzione, con il crollo della zona filtro anticovid del secondo piano della struttura, tutto il piano non può più essere considerato un percorso sicuro ma è diventato di fatto "sporco". 

A dimostrazione della fondatezza delle denunce già esposte, l'USB spiega: "Il personale turnante è composto in tutto da 13 infermieri e 16 OSS. Per questo, nonostante i tentativi e le chiamate fatte nel pomeriggio, al momento del turno notturno erano tutti stremati e nessuno è riuscito a rientrare per incrementare il servizio: così, i presenti si sono trovati a dover fronteggiare il crollo della zona filtro in questa situazione". 

Un'emergenza nell'emergenza, dunque, che ha messo a nudo tutte le difficoltà di proseguire dignitosamente un lavoro che gli operatori stanno svolgendo con coscienza, senza demordere, per il bene dei pazienti. Ma sono allo stremo. 

"Anche senza emergenze, servire un pasto 90 minuti dopo la consegna, non è una bella dimostrazione di rispetto e dignità per l'ammalato" – sostiene l'USB per fare un esempio. 

"Vorremmo infine rispondere pubblicamente alle affermazioni della dirigenza uscite a mezzo stampa nei giorni scorsi. In particolare – precisa l'USB - i nostri iscritti nella sola struttura di Fivizzano sono 10 su 22 dipendenti non-medici a tempo indeterminato (i neo assunti con contratto a termine ovviamente per ora non si iscrivono a nessun sindacato) e che gli RLS, nominati precedentemente, non hanno mai informato i dipendenti che si sarebbe aperto un ospedale Covid ma solo che si stava procedendo all'accreditamento della struttura". 

Una conversione in covid fatta senza le necessarie condizioni, secondo il sindacato, in assenza di condivisione e dei necessari requisiti di sicurezza: "Stiamo chiedendo un incontro formale alla dirigenza – ha concluso l'USB - in modo da poter trovare soluzioni che garantiscano i lavoratori, le lavoratrici ed il servizio per i pazienti".

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


sabato, 31 luglio 2021, 19:07

Intitolazione dello stadio di Podenzana Rolando Rocchi

E' un evento molto atteso, per il profondo significato che esprime, per la comunità di Podenzana, l'incisione del nome di Rolando Rocchi sull'ingresso dello stadio che da domenica 1 agosto porterà il suo nome


sabato, 31 luglio 2021, 18:30

Pensionato uccide il gatto del vicino con una fucilata: denunciato

Vergognoso episodio di inciviltà e malvagità: un gatto è stato ammazzato con un colpo di fucile da un vecchio pensionato che si è giustificato dicendo che l'animale era nella sua proprietà e dava fastidio ai suoi animali


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 30 luglio 2021, 14:30

Inaugurata la casa di accoglienza per anziani 'Villa Margherita' nel cuore di Mulazzo

Situata nel cuore della lunigiana a Mulazzo, immersa nel verde, la Residenza Villa Margherita è un'elegante e accogliente Casa famiglia per anziani


venerdì, 30 luglio 2021, 14:25

Teatro, storia e canzoni intramontabili nel chiostro di San Caprasio

Dopo il successo delle Notti dell’Archeologia e della serata di musica e poesia dedicata a Rosanna Pinotti il chiostro-giardino di San Caprasio torna ad animarsi con tre serate di teatro, storia e canzone d’autore


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 29 luglio 2021, 18:07

A Fivizzano arriva Eugenio Allegri con il monologo "Novecento" di Baricco

Da monologo a libro a film di successo. Il viaggio di “Novecento” di Alessandro Baricco prosegue senza sosta e approda sabato 31 luglio a Fivizzano, alle ore 21.30, presso il Giardino del Palazzo Fantoni Bononi, a due passi dalla centralissima piazza Medicea


giovedì, 29 luglio 2021, 10:05

Per mesi maltratta la moglie, arrestato 50enne

La vicenda inizia alcuni mesi fa quando la moglie di S.A., una 47enne anch’essa lunigianse, stanca di una marito divenuto particolarmente violento, costretta da tempo a vivere in vero e proprio stato di soggezione fisica/psichica, decideva di raccontare tutto ai carabinieri


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara