Anno 1°

mercoledì, 20 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

I sindaci del centrodestra: "Ieri è nata la Gaia dei rifiuti. Noi abbiamo votato orgogliosamente contro"

sabato, 14 novembre 2020, 19:11

di Michela Carlotti

A fine anno scadrà il contratto con Idealservice, la società che attualmente gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti. Dopo una lunga gestazione, ieri sono arrivati al termine i passaggi conclusivi per l'affidamento del servizio al nuovo gestore. Con decorrenza dal prossimo gennaio 2021, dunque, Reti Ambiente S.p.A. sarà il nuovo gestore dei rifiuti urbani dell’ATO Toscana-Costa di cui la provincia di Massa Carrara fa parte.

 

In quanto decisione spettante solo ed esclusivamente ai sindaci dei Comuni Lunigianesi I sindaci lunigianesi del centro destra, hanno voluto informare del loro voto contrario e con una nota congiunta a firma Riccardo Ballerini, Lucia Baracchini, Filippo Bellesi, Renzo Martelloni, Matteo Mastrini, hanno espresso le loro perplessità:

 

"Reti Ambiente SpA, creata dalla Regione per individuare il socio privato per la gestione del servizio, è diventata essa stessa il gestore. Si tratta del solito modello già creato per Gaia: una società in house providing, quindi partecipata dai Comuni, ma di diritto privato. Dunque – commentano i sindaci - non si prendano in giro i cittadini, che quando parlano di società pubblica intendono bel altro: non una società partecipata, ma un ente che gestisca il servizio in forma diretta".8

 

I sindaci spiegano che: "Erano tre le possibilità che la Regione, tramite l'Ato, aveva: gestione diretta, affidamento ai privati cosi come ha sempre fatto l'Unione dei Comuni), house providing. Si è scelto il modello, per noi, peggiore: la società partecipata, l'unico che non condividiamo".

 

"Certo – proseguono i sindaci - il servizio in Lunigiana presentava alcune carenze, ma bisogna riconoscere la bontà del livello raggiunto in termine di percentuali di raccolta".

 

Il nuovo affidamento a Reti Ambiente S.p.A., secondo i sindaci, apre tutta una serie di incognite: "Adesso si annidano alcuni dubbi che non sono stati fugati dai vertici di Reti Ambiente: quanto costerà il servizio, sarà possibile mantenere gli attuali standard senza aumenti, quali servizi fra quelli attualmente erogati continueranno ad essere gratuiti e quali saranno diminuiti? Domande – proseguono i sindaci - alle quali pretendiamo risposte chiare che sappiano andare nella direzione di dare forza e ruolo ai comuni, oltre che servizi efficaci ed economicamente più convenienti ai cittadini".

 

I sindaci concludono con una stoccata alla regione: "Registriamo a margine l'ulteriore indebolimento dell'Unione dei Comuni, che gestiva il servizio raccolta e smaltimento rifiuti ed anche del potere decisionale dei nostri enti. Ora invece la Regione sembra solo voler accentrare nuovamente il potere nelle proprie mani togliendo facoltà di governo ai territori".

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


martedì, 19 gennaio 2021, 16:55

Taglio delle ore al Cup di Fivizzano. Italia Viva: "Il sindaco deve intervenire"

I consiglieri comunali di Italia Viva, Diego Serafini e Jessica Fabiani, intervengono sul taglio delle ore agli operatori del CUP centro unico di prenotazioni in appalto alla cooperativa "Formula Servizi"


martedì, 19 gennaio 2021, 10:10

Striscione anonimo a Licciana: "Il comune non è immune: verità su contagi e sanificazione"

E' il messaggio scritto a caratteri cubitali in rosso e nero su uno striscione lungo una decina di metri, esibito lungo la via provinciale in corrispondenza dell'incrocio con Corso Aeronautica


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:20

Tresana ha ricordato le vittime dell'esplosione del metanodotto

Il comune di Tresana nella mattinata odierna ha commemorato le vittime dell'esplosione del metanodotto. La cerimonia si è tenuta in località Mulino, dove il 18 gennaio di nove anni fa esplose il metanodotto della linea La Spezia-Parma, provocando una deflagrazione devastante


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:15

E’ morto all’età di 72 anni il dottor Gianluca Berni

Per oltre vent’anni, il dottor Berni ha esercitato la professione di medico di medicina generale nei comuni lunigianesi di Licciana Nardi e Tresana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 gennaio 2021, 17:20

A Monti di Licciana Nardi: in attesa del piano operativo comunale, spunta il palazzo viola

Ognuno a casa propria è libero di pitturare le pareti interne a proprio gusto, con tinte scelte a piacimento. Ma fuori? E' la domanda che si pongono diversi cittadini della frazione di Monti nel comune di Licciana Nardi


domenica, 17 gennaio 2021, 19:54

Zeri invoca lo stato di calamità. Il sindaco: "Ce la stiamo mettendo tutta, ma siamo in ginocchio"

La neve caduta in questi giorni in quantità così abbondanti che non si vedevano da anni, ha creato grosse difficoltà nel comune di Zeri dove l'altitudine media è di oltre 700 metri s.l.m. ed arriva fino ai 1400 metri del valico dei Due Santi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara