Anno 1°

martedì, 19 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Bordata di Italia Viva al Pd: "Sugli ospedali lunigianesi è suonata la sveglia!"

martedì, 1 dicembre 2020, 20:04

Il cambio di rotta fatto dalla segreteria provinciale del partito democratico sulla questione ospedali-lunigianesi ha inevitabilmente scatenato delle reazioni.

Ricordiamo che nel giro di qualche settimana, la segreteria PD è passata dall'originaria difesa della scelta aziendale Usl di convertire in medicina covid alcuni reparti ospedalieri di Lunigiana, alla recente richiesta di revocare quella stessa scelta.

Così, è di oggi la dura reazione del coordinamento provinciale di Italia Viva: "Dopo circa due settimane di strenua opposizione da parte di Italia Viva e di tutti gli schieramenti politici nei confronti dell’errata politica sanitaria perpetuata nella nostra provincia, finalmente il consigliere regionale, Giacomo Bugliani, ed il segretario provinciale del PD, Enzo Manenti, si rendono conto della disastrosa situazione che si sta verificando nella nostra provincia e soprattutto negli ospedali della Lunigiana. Meglio tardi che mai.".

Il coordinamento IV incalza sul segretario PD Manenti: "Non più tardi di 20 giorni fa, in data 9 novembre il segretario si appellava al senso di responsabilità bacchettando le altre formazioni politiche testualmente dicendo Non è questo il momento di fare polemiche, ma occorre cercare e trovare assieme le soluzioni più efficaci. Ma quali polemiche? Gli interventi fatti dai partiti e dai sindaci erano sintomatici di una situazione che è poi diventata disastrosa e la dimostrazione è il dietrofront fatto in data 29 novembre dal PD stesso".

Poi IV si rivolge al consigliere Bugliani: "Da parte del consigliere regionale il consueto silenzio se non per difendere il suo taglio del nastro presso l’ospedale vecchio di Massa ma non una parola sui presidi della Lunigiana. L’unico timido intervento l'ha fatto a seguito della giustissima proposta di Varese (presidente della Società della Salute ndr.) di prevedere un direttore unico per i presidi della Lunigiana, allorquando ha dichiarato testualmente di dare la sua disponibilità a recepire e portare una proposta del territorio. Vorremo rendere edotto il consigliere regionale che questa figura era già prevista in passato e che semmai sarebbe il caso di chiederne continuità".

"Ringraziamo il PD ed i suoi esponenti per la loro offerta di contributo – prosegue IV -, siamo disponibili a renderli edotti di quello che è stato fatto fino ad ora e della situazione disastrosa che si è creata, grazie anche alla loro inerzia, negli ospedali di Fivizzano e Pontremoli".

Il coordinamento IV non manca di citare l'altro alfiere piddino della scelta aziendale: "Chiediamo solo lumi su questo cambio di marcia, visto che lo stesso sindaco di Fivizzano il 21 novembre difendeva a spada tratta la decisione della direzione dell’Asl, dicendo testualmente di non accettare illazioni false e attacchi strumentali alla sanità locale e di essere orgoglioso del supporto e della risposta che ha dato l’ospedale di Fivizzano in tutto questo periodo emergenziale, ma chi ha mai detto il contrario?"

IV prosegue sul sindaco Gianluigi Giannetti: "A fronte della sua ulteriore testuale affermazione questi attacchi si avvalgono su notizie assolutamente false, ci chiediamo che dati abbia letto il sindaco per fare questa dichiarazione, smentita poi dalla stessa direzione del PD".

Il coordinamento Iv conclude: "Tutto ciò mentre tutti i sindaci della Lunigiana, di ogni schieramento politico, difendevano i loro presidi, ma lo facevano per tutelare la cittadinanza e gli operatori. Dunque se sbagliare è umano, ammettere i propri errori è un atto di grande responsabilità: allora, diamo il buongiorno al PD che finalmente si è svegliato ed ha preso atto di quello che sta succedendo nella nostra provincia".

Michela Carlotti


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


martedì, 19 gennaio 2021, 10:10

Striscione anonimo a Licciana: "Il comune non è immune: verità su contagi e sanificazione"

E' il messaggio scritto a caratteri cubitali in rosso e nero su uno striscione lungo una decina di metri, esibito lungo la via provinciale in corrispondenza dell'incrocio con Corso Aeronautica


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:20

Tresana ha ricordato le vittime dell'esplosione del metanodotto

Il comune di Tresana nella mattinata odierna ha commemorato le vittime dell'esplosione del metanodotto. La cerimonia si è tenuta in località Mulino, dove il 18 gennaio di nove anni fa esplose il metanodotto della linea La Spezia-Parma, provocando una deflagrazione devastante


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:15

E’ morto all’età di 72 anni il dottor Gianluca Berni

Per oltre vent’anni, il dottor Berni ha esercitato la professione di medico di medicina generale nei comuni lunigianesi di Licciana Nardi e Tresana


lunedì, 18 gennaio 2021, 17:20

A Monti di Licciana Nardi: in attesa del piano operativo comunale, spunta il palazzo viola

Ognuno a casa propria è libero di pitturare le pareti interne a proprio gusto, con tinte scelte a piacimento. Ma fuori? E' la domanda che si pongono diversi cittadini della frazione di Monti nel comune di Licciana Nardi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 17 gennaio 2021, 19:54

Zeri invoca lo stato di calamità. Il sindaco: "Ce la stiamo mettendo tutta, ma siamo in ginocchio"

La neve caduta in questi giorni in quantità così abbondanti che non si vedevano da anni, ha creato grosse difficoltà nel comune di Zeri dove l'altitudine media è di oltre 700 metri s.l.m. ed arriva fino ai 1400 metri del valico dei Due Santi


sabato, 16 gennaio 2021, 15:37

Dal 25 gennaio "Occhio al Neo" arriva a Fivizzano: ecco come prenotarsi

Arriva anche alla Farmacia Nausicaa di Fivizzano "Occhio al Neo", la campagna gratuita di diagnostica precoce dei tumori della pelle organizzata da Nausicaa Spa sotto la direzione scientifica del dottor Giovanni Bagnoni


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara