Anno 1°

domenica, 24 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana : pontremoli

Il capogruppo Mazzoni: "Forse qualcuno pensava che i lunigianesi fossero docili campagnoli?"

martedì, 1 dicembre 2020, 18:07

di Michela Carlotti

Ormai bisogna ragionare in un'ottica comprensoriale di Lunigiana: basta campanili comunali e basta bandiere di partito. Soprattutto quando è in gioco la salute. 

Questo è il senso dalla posizione assunta dall'opposizione pontremolese e dal suo capogruppo Francesco Mazzoni che hanno votato all'unanimità due atti sulla sanità d'intesa con la maggioranza consigliare. 

Una posizione coraggiosa e già peraltro affermata nei giorni scorsi, anche contro l'originario indirizzo di partito e che anzi è servita a convincere la segreteria provinciale PD che ora la pensa allo stesso modo: meglio revocare velocemente le scelte fatte sulla conversione covid dei presidi ospedalieri di Lunigiaana. 

Ieri sera, nel consiglio comunale che si è tenuto a Pontremoli, il gruppo dell'opposizione ha così approvato all’unanimità la richiesta di revocare la scelta covid su Pontremoli e la mozione sull'istituzione della figura del direttore dei presidi ospedalieri della Lunigiana, autonomo e distinto dal direttore del presidio delle Apuane. 

"Questa proposta – commenta il capogruppo Mazzoni - nasce dal lavoro fatto insieme a tutti gli altri consiglieri a Pontremoli. Spero che in pochi giorni venga approvata in tutti i consigli comunali della Lunigiana. Adesso dobbiamo continuare a seguire insieme ogni evoluzione, pretendendo chiarezza e rigore". 

Il banco di prova della posizione degli altri comuni su queste due richieste saranno i vari consigli comunali lunigianesi a cui gli atti di Pontremoli sono stati trasmessi. 

"Spero che questo sia il primo di una lunga serie di risultati positivi per il territorio. Forse – commenta Mazzoni - nell’idea e nella visione di qualcuno siamo marginali, tipi un po’ sempliciotti, “di campagna". Forse qualcuno pensava di poter imporre le scelte con l’arroganza e la scarsa trasparenza. Forse qualcuno pensa di poterci schiacciare con la forza dei numeri. Forse..." 

"Sbaglierò, ma sono convito che l’intelligenza, l’onestà e l’unità di intenti, alla fine portino frutto – incalza Mazzoni - La Lunigiana chiede soltanto trasparenza, chiarezza, rispetto delle regole. Con garbo, con stile, ma sono pretese giuste e sacrosante, alle quali il territorio non può rinunciare". 

"Penso - conclude il capogruppo - che la politica debba tornare a fare questo: qualche selfie in meno, qualche slogan in meno e qualche ora in più passata a studiare, proporre, decidere".

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


domenica, 24 gennaio 2021, 09:50

430 mila euro per la sistemazione della frana sulla SP 33 di Filattiera

Il comune di Filattiera ha ottenuto le risorse finanziarie per la sistemazione delle frane presenti sulla SP 33 che converge sul capoluogo


sabato, 23 gennaio 2021, 19:21

Da Moncigoli a Equi: Fivizzano martoriata dalle frane

In piena allerta arancio un movimento franoso, probabilmente favorito dall’abbondante pioggia, ha invaso la carreggiata della SP 17 determinando la chiusura della strada di collegamento tra le frazioni di Posara e Moncigoli


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 23 gennaio 2021, 13:13

La piena travolge il furgone simbolo del ponte crollato

Le copiose piogge delle ultime ore e la piena del Magra hanno dato il colpo di grazia alla struttura, facendo sparire, alla vista dei passanti, il furgoncino che per mesi aveva resistito, aspettando come una sentinella che la politica e la magistratura rendessero giustizia a quanto accaduto


sabato, 23 gennaio 2021, 08:45

Riparte la centrale a biomasse e ricominciano i miasmi: levata di scudi contro il sindaco

E' ripresa in questi giorni l'attività dell'impianto per la produzione elettrica da biomasse vegetali nel Piano di Quercia nel comune di Licciana Nardi. Allora, era il 23 marzo 2019, un blitz congiunto dei carabinieri della tutela forestale con i tecnici dell'USL e gli ufficiali di polizia giudiziaria di Arpat, aveva...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 gennaio 2021, 19:30

Scuole ancora chiuse in tutta la Lunigiana per il maltempo

Nuova allerta meteo emessa dalla protezione civile della Regione Toscana, che proroga il codice arancio per condizioni meteorologiche avverse. Pertanto, tutte le scuole di ogni ordine e grado in Lunigiana resteranno chiuse


venerdì, 22 gennaio 2021, 18:35

Ancora disservizi di rete: Marco Ciri annuncia una class-action

Oltre 36 ore di assenza di copertura di rete mobile e il consigliere Marco Ciri di Mulazzo sbotta. Sono diverse e reiterate le segnalazioni e le lamentele riguardo all'assenza di rete mobile e internet, ma anche fissa in Lunigiana. E' nata anche una pagina facebook a questo riguardo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara