Anno 1°

martedì, 19 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Varese (SdS) rinnova la richiesta: “Sia nominato un direttore unico dei presidi ospedalieri di Fivizzano e Pontremoli”

mercoledì, 2 dicembre 2020, 13:14

Durante l’ultima seduta dell’Assemblea dei soci della Società della Salute della Lunigiana, svoltasi nel pomeriggio di ieri (martedì 1° dicembre), in virtù della situazione che si è venuta a creare all’ospedale di Pontremoli a seguito dell’emergenza covid, è stata nuovamente avanzata la richiesta dei sindaci al direttore generale dell’ASL Toscana Nord Ovest, Maria Letizia Casani, di istituire la figura di un direttore unico dei presidi ospedalieri di Fivizzano e Pontremoli.

Alla seduta era presente il dottor Giuliano Biselli, direttore del presidio ospedaliero delle Apuane, affinché questo potesse fugare qualsiasi dubbio in merito a problemi di sicurezza all’ospedale di Pontremoli.

Ed è quello che Biselli ha fatto, sottolineando che “il reparto covid a Pontremoli è assolutamente blindato e completamente separato dal resto dell’ospedale, vi si accede dal piano interrato e attraverso un ascensore dedicato, viene sanificato regolarmente; è forse il reparto più sicuro di tutta l’ASL Toscana Nord Ovest.

Il problema è che siamo in guerra, perché di guerra si tratta, quindi ci si può infettare ovunque e non si può affermare che a Pontremoli il contagio è stato determinato dal reparto covid, altrimenti non si spiegherebbero i contagi nei presidi sanitari di Aulla, Fivizzano e Massa.Abbiamo, inoltre, avuto una pressione sulle strutture sanitarie che non ha eguali in nessun’altra Provincia della Toscana: basti pensare che in alcuni giorni dei primi di novembre arrivavano, ogni giorno, ben 50 persone positive al covid al Noa a Massa, così tante che non riuscivamo a fare scendere le persone dalle ambulanze per farle entrare in Pronto Soccorso” ha aggiunto il direttore del presidio ospedaliero delle Apuane.Non sono mancate, però, le obiezioni della sindaca di Pontremoli, Lucia Baracchini, secondo la quale “non vi è riscontro di una organizzazione strategica quando era il caso di metterla in atto, ovvero nella scorsa estate.Personalmente, poi, avrei lasciato “pulita” la realtà dell’ospedale di Pontremoli.Inoltre, nonostante le rassicurazioni ricevute in questi anni, non ho visto interventi completati all’ospedale di Pontremoli” ha precisato la prima cittadina di Pontremoli.“Il problema, lo voglio ribadire, è che siamo in guerra – ha replicato Biselli – e non si può affermare che l’ospedale di Pontremoli sarebbe rimasto “pulito” se non ci fosse stato il reparto covid.La questione davvero spinosa semmai è un’altra, ovvero il fatto che c’è carenza di personale, perché i posti letto davvero non mancano e in estate avevamo programmato di attivarne 27 al vecchio ospedale di Massa, ma manca il personale che si possa occupare dei pazienti” ha concluso Biselli.

L’Assemblea dei soci, quindi, è stata chiusa dal presidente della Società della Salute della Lunigiana, Riccardo Varese, il quale ha ringraziato Biselli per la sua disponibilità e per la sua professionalità, ed è tornato a rinnovare la richiesta, a nome dei sindaci, di nominare un direttore unico dei presidi ospedalieri di Fivizzano e Pontremoli.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


martedì, 19 gennaio 2021, 10:10

Striscione anonimo a Licciana: "Il comune non è immune: verità su contagi e sanificazione"

E' il messaggio scritto a caratteri cubitali in rosso e nero su uno striscione lungo una decina di metri, esibito lungo la via provinciale in corrispondenza dell'incrocio con Corso Aeronautica


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:20

Tresana ha ricordato le vittime dell'esplosione del metanodotto

Il comune di Tresana nella mattinata odierna ha commemorato le vittime dell'esplosione del metanodotto. La cerimonia si è tenuta in località Mulino, dove il 18 gennaio di nove anni fa esplose il metanodotto della linea La Spezia-Parma, provocando una deflagrazione devastante


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 gennaio 2021, 22:15

E’ morto all’età di 72 anni il dottor Gianluca Berni

Per oltre vent’anni, il dottor Berni ha esercitato la professione di medico di medicina generale nei comuni lunigianesi di Licciana Nardi e Tresana


lunedì, 18 gennaio 2021, 17:20

A Monti di Licciana Nardi: in attesa del piano operativo comunale, spunta il palazzo viola

Ognuno a casa propria è libero di pitturare le pareti interne a proprio gusto, con tinte scelte a piacimento. Ma fuori? E' la domanda che si pongono diversi cittadini della frazione di Monti nel comune di Licciana Nardi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 17 gennaio 2021, 19:54

Zeri invoca lo stato di calamità. Il sindaco: "Ce la stiamo mettendo tutta, ma siamo in ginocchio"

La neve caduta in questi giorni in quantità così abbondanti che non si vedevano da anni, ha creato grosse difficoltà nel comune di Zeri dove l'altitudine media è di oltre 700 metri s.l.m. ed arriva fino ai 1400 metri del valico dei Due Santi


sabato, 16 gennaio 2021, 15:37

Dal 25 gennaio "Occhio al Neo" arriva a Fivizzano: ecco come prenotarsi

Arriva anche alla Farmacia Nausicaa di Fivizzano "Occhio al Neo", la campagna gratuita di diagnostica precoce dei tumori della pelle organizzata da Nausicaa Spa sotto la direzione scientifica del dottor Giovanni Bagnoni


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara