Anno 1°

mercoledì, 27 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana : licciana nardi

Contagi in comune, l'opposizione: "Se il sindaco ha taciuto, dovrebbe dimettersi"

giovedì, 14 gennaio 2021, 19:07

di Michela Carlotti

E' una circostanza ancora tutta da accertare, ma secondo le accuse di oggi che il gruppo di minoranza ha mosso al sindaco di Licciana Nardi, Renzo Martelloni, il primo cittadino avrebbe omesso di comunicare un caso di positività tra i dipendenti degli uffici tecnici del comune e, quindi, avrebbe anche omesso di attivare le necessarie procedure previste per legge, per la sanificazione dei locali e la quarantena preventiva dei contatti stretti. 

I fatti risalirebbero alla fine del mese di novembre ed inizio dicembre quando, a fronte di sintomi febbrili, la persona contagiata si sarebbe sottoposta al tampone ed avrebbe in quell'occasione scoperto di aver contratto il virus. 

La notizia si è presto diffusa tra i colleghi, alcuni dei quali, non vedendo mettere in atto a palazzo alcuna delle procedure anti-contagio, hanno chiesto l'intervento delle rappresentanze sindacali e della sicurezza dei lavoratori che, quindi, hanno scritto al sindaco per ricevere informazioni a riguardo. 

Il sindaco Renzo Martelloni ha risposto con lettera alle RSL: "Una risposta che non è una risposta" hanno commentato le rappresentanze, con cui Martelloni in buona sostanza ha dichiarato di aver provveduto a far sanificare i locali e di non aver disposto le quarantene preventive perché, consultatosi con ASL, non ve ne sarebbe stata la necessità per decorrenza dei termini del periodo di contagiosità. 

Resta però il dubbio dei dipendenti e delle loro rappresentanze, poiché non vi sono prove dell'avvenuta sanificazione dei locali, né della decorrenza dei termini degli avvenuti contatti e del relativo periodo di contagiosità. 

In questa fitta coltre di "si dice" e "si mormora", uno squarcio si registra oggi con la dichiarazione del gruppo della minoranza consigliare "Siamo Licciana" composta da Francesco Micheli, Roberta Vallini, Martina Chiappini, Andrea Galia. 

"Tra il mese di novembre e dicembre - dichiarano infatti i consiglieri di minoranza - purtroppo tra i dipendenti del comune di Licciana si sono registrati casi di positività in quelli che sono gli uffici tecnici. Il sindaco ha ancora una volta evitato di rendere pubblica la notizia, mettendo a rischio chi magari in quei giorni è andato negli uffici ed ha avuto contatti più o meno stretti". 

"La comunicazione non è nemmeno stata data né a tutti i dipendenti, né alla minoranza. Perché questo silenzio?". L'accusa mossa dai consiglieri al sindaco Martelloni è molto pesante.

"Non è certo colpa del sindaco se ci sono dei contagi, né l’ammalarsi è una colpa. È una colpa invece – incalza il gruppo - non avere un protocollo chiaro per l’accesso ai servizi comunali, senza misurazione della febbre e la tenuta di un registro di chi accede al palazzo comunale. Nel caso di un contagio in un luogo pubblico, come può essere un bar o un ristorante, si procede alla chiusura e alla sanificazione oltre che al tracciamento di tutte le persone che hanno avuto contatti. E non si capisce perché un comune debba comportarsi in maniera diversa".

"Siamo in un periodo storico che nessuno avrebbe mai voluto vivere e purtroppo le leggerezze possono costare molto care. Si spera – prosegue la minoranza - che la sanificazione sia stata fatta rispettando le normative e che si siano date adeguate informazioni all’ufficio igiene rispettando per i contatti stretti il periodo di quarantena". 

Il gruppo annuncia, quindi, che a riguardo farà un'interrogazione consigliare: "Queste cose le richiederemo in un’interrogazione per capire precisamente le dinamiche e il rispetto delle norme igieniche. È fondamentale però che venga garantito un protocollo di comportamento sia per gli accessi al palazzo comunale per tutelare i dipendenti e gli utenti, sia per evitare che situazioni come quella verificata a novembre possano creare ulteriori rischi sanitari". 

"Il sindaco è responsabile per la salute pubblica del comune e dei suoi cittadini. Se venisse fuori – conclude il gruppo - che delle leggerezze hanno messo a rischio la salute dei dipendenti e dei cittadini, Martelloni dovrebbe dimettersi".

 

 

 

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


martedì, 26 gennaio 2021, 14:23

La Misericordia di Bagnone potenzia il suo organico e cerca sei volontari per il servizio civile

La Misericordia di Bagnone “potenzia” il suo organico e lo fa con la fine del corso di primo livello che si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Bagnone


lunedì, 25 gennaio 2021, 18:49

I civici di Moscatelli: sulle scuole non basta il videomessaggio del ministro Azzolina

Non soddisfano le iniziative messe in campo dall'amministrazione comunale per contrastare lo spopolamento scolastico ed attirare studenti nelle scuole fivizzanesi. Neppure l'intervento del ministro della pubblica istruzione, Lucia Azzolina, è apparso utile al gruppo consigliare d'opposizione dei civici di Mirko Moscatelli


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 25 gennaio 2021, 18:36

Medico prossimo alla pensione: che ne sarà degli assistiti della Valle del Lucido? La proposta della Lega

Dal 31 gennaio il dottor Mario Moscatelli, medico di base con ambulatorio a Monzone, andrà in pensione. In paese e dintorni non si parla d'altro, con la preoccupazione che non venga titolato d'incarico un altro medico e che quindi gli assistiti vengano ripartiti tra i medici già operanti nell'ambito territoriale,...


lunedì, 25 gennaio 2021, 18:31

A Villafranca, una mostra degli studenti delle medie racconta la Shoah

In occasione del "Giorno della Memoria", il comune di Villafranca organizzerà una piccola mostra dei progetti realizzati dagli studenti delle classi di terza media di Villafranca e Bagnone


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 25 gennaio 2021, 12:02

Un fiume invade la strada e due pastori di Resceto rischiano ogni volta la vita per poter passare oltre

“E’ una situazione insostenibile – spiega Andrea Conti - Ormai sono decenni che aspettiamo una soluzione ma nessuno si fa vedere. Adesso ci siamo rivolti a Daniele Tarantino del comitato Una montagna di idee per una montagna da salvare, dell’associazione Insieme, per chiedere un sostegno”


domenica, 24 gennaio 2021, 09:50

430 mila euro per la sistemazione della frana sulla SP 33 di Filattiera

Il comune di Filattiera ha ottenuto le risorse finanziarie per la sistemazione delle frane presenti sulla SP 33 che converge sul capoluogo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara