Anno VIII

venerdì, 22 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Serafini su Don Gnocchi: “Perché il bando Asl per i medici non è stato fatto prima?”

giovedì, 14 ottobre 2021, 10:40

di michela carlotti

La perdurante incertezza sulla data di riapertura della struttura Don Gnocchi, porta con se inevitabilmente preoccupazioni e polemiche. È di oggi l’attacco del consigliere Diego Serafini, in quota Italia Viva.

“Dopo che i sindacati hanno scoperto il vaso di Pandora rivelando che la struttura non è ancora stata aperta a causa della mancanza di medici sui turni notturni, si sono susseguiti comunicati del sindaco, del PD locale e dell’ASL che, cercando di metterci una toppa, invece hanno solamente allargato il buco”.

“Il presupposto è che bisognerebbe capire come sono andate veramente le cose – incalza Serafini - dato che nelle uscite degli ultimi mesi il sindaco non ha mai parlato di questo problema e per tutta l’estate ha ripetuto che la chiusura era solo temporanea per la sanificazione e la manutenzione dei locali”.

“Arrivati poi al mese di settembre – spiega Serafini – il primo cittadino si è lasciato andare dicendo che a giorni avrebbe firmato la convenzione per la riapertura che, invece, al momento sembra molto lontana dopo gli ultimi accadimenti”.

Il consigliere riprende le dichiarazioni del sindaco Giannetti che, a conclusione di un intervento sulla stampa, contestava alla minoranza di non essersi mai informata presso il sindaco stesso sull’evoluzione della situazione: “Abbastanza bizzarra come dichiarazione – sbotta - dato che non si sta parlando di un problema personale di qualcuno per cui ci si debba sincerare della situazione”.

Piuttosto, prosegue Serafini “Si tratta di un problema dell’intera cittadinanza e pertanto il sindaco dovrebbe autonomamente informarne tutti (minoranza e cittadini compresi) trattandosi, in questo caso, di una struttura importantissima per il nostro comune e non solo”.

Oltretutto, dichiara il consigliere IV, “Ogni volta che chiedevamo le novità sui nostri presidi, tramite comunicati pubblici o in consiglio comunale, venivamo tacciati e bollati come quelli che parlano solo per prendere like su facebook e far rumore!”.

“Sono poi arrivati i surreali comunicati del PD e dell’Asl. – dichiara Serafini – Il partito, mantenendo fiducia nell’operato del sindaco, si lamenta del ritardo dell’apertura (dopo che il sindaco per tre mesi ha ripetuto che a settembre la Don Gnocchi sarebbe sicuramente ripartita). L’Asl, invece, ci comunica che la settimana scorsa ha aperto un bando interno per reperire i medici per la Don Gnocchi perché la ritengono una struttura importante per il territorio”.

Ma la domanda è: se la ritenevano veramente importante, perché il bando per il reclutamento dei medici non è stato fatto qualche mese fa? A quest’ora forse la Don Gnocchi sarebbe aperta.

“Dopo la nostra richiesta verrà convocato un consiglio comunale d’urgenza per discutere proprio del futuro della Don Gnocchi. Il consigliere Claudio Ricciardi, che rappresenta la maggioranza nella conferenza dei capigruppo, ci ha posto questa domanda: – riferisce Serafini - “cosa serve fare un consiglio d’urgenza? Pensate che stare a parlare della Don Gnocchi due ore risolva i problemi?”.

“Purtroppo – conclude Serafini – questo rappresenta e chiude bene il quadro politico di Fivizzano, con un consigliere regionale sparito nel nulla come al solito dopo le elezioni, un sindaco che racconta bugie per mesi ed il capogruppo di maggioranza che non conosce le basilari regole della democrazia”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


venerdì, 22 ottobre 2021, 11:33

“Italia Viva ci è o ci fa?” Il sindaco Giannetti sperona Cosimo Ferri

È di ieri la dura invettiva dell’onorevole Cosimo Ferri contro le scelte del primo cittadino fivizzanese che hanno colpito, in tempi diversi, i due rappresentanti di Italia Viva in consiglio comunale. Subito è arrivata la replica del sindaco Gianluigi Giannetti


giovedì, 21 ottobre 2021, 16:23

Ferri contro Giannetti: “Ieri rimosso Serafini, oggi sfiduciata la Fabiani, domani chiuderanno le cave?”

Che a Fivizzano non corra buon sangue tra il PD ed Italia Viva si sa da almeno un anno quando, in occasione delle elezioni regionali, i due fronti sono scesi in campo da posizioni diverse e con propri candidati a sostegno del presidente Eugenio Giani


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 21 ottobre 2021, 14:40

Dal mare al fiume: percorsi turistici legati a pesca e acquacoltura

Per promuovere le imprese di pesca e acquacoltura sono stati realizzati otto percorsi turistici che collegano la costa all'entroterra: tre in Lunigiana e costa della provincia di Massa-Carrara e tre in Garfagnana e costa Versiliese


mercoledì, 20 ottobre 2021, 15:46

“Infestazione da cecidomia, allarme per gli olivi”: appello dell’UCML alla Regione

La cecidomia ha come unico ospite l’olivo: in forma di larva penetra nelle foglie dove resta fino al completamento del suo sviluppo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 ottobre 2021, 14:19

"Raccolta foglie? Deficit di attenzione dell’amministrazione comunale su Monti"

Un cittadino “arrabbiato” residente della frazione di Monti nel comune di Licciana Nardi, ha voluto documentare con scatti fotografici, l’accumulo di fogliame nelle aree del paese in cui vi sono alberature ma anche la crescita incontrollata del verde ai bordi delle strade, delle vie, delle piazze


martedì, 19 ottobre 2021, 08:32

Mangia Trekking in cammino per valorizzare il comune di Comano

Un piccolo gruppo dell’Alpinismo Lento del Mangia Trekking, formato da elementi di grande esperienza maturata sui campi invernali, e terreni impervi recentemente si è recato nel comune di Comano, richiamato da alcuni componenti della comunità locale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara