Anno VIII

giovedì, 20 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Lunigiana

Comano dribbla la Omicron: zero contagi nell’ultima settimana

giovedì, 13 gennaio 2022, 09:10

di michela carlotti

700 abitanti, 1616 casi positivi nelle ultime due settimane in Lunigiana ed un primato per Comano: in questi giorni è l’unico comune di tutta la regione Toscana a non aver positivi.

Eppure la variante sudafricana del virus, benché fortunatamente meno aggressiva, è molto contagiosa con una velocità di diffusione elevatissima. Omicron, si sa, buca i vaccini che sono ormai stati derubricati a “vaccini-nonni” dalla stessa ricerca medica intenta a svilupparne versioni più aggiornate all’evolversi del covid.

Ma non è la prima volta che Comano registra questa controtendenza al diffondersi dei contagi: addirittura nella primissima fase, quella terribile iniziata nel marzo 2020 che ha falcidiato l’alta Lunigiana e lasciato vittime dietro di se, il comune era rimasto pressoché indenne.

Quali sono i fattori determinanti? “È difficile trarre conclusioni – risponde il direttore della Società della Salute della Lunigiana, Amedeo Baldi, che aggiunge – il comune di Comano ha l’88,4 percento di residenti vaccinati, il tasso più alto della provincia di Massa Carrara”.

Un altro primato, dunque. “Con l’arrivo della variante Omicron in Lunigiana, ho iniziato a diramare avvisi alla cittadinanza con ogni mezzo: dai comunicati istituzionali ai messaggi sui gruppi social. Siamo poche anime ed il tam tam è sempre velocissimo” spiega il sindaco Antonio Maffei.

Raccomandazioni a tenere alta la guardia, che il primo cittadino ha diffuso capillarmente ed anche con puntuale ripetitività, raggiungendo pressoché tutta la cittadinanza prima ancora delle festività natalizie.

Oltre a questo, è stato decisivo il tempestivo isolamento dei primi contagi da Omicron registrati nelle RSA “Cinque ospiti anziani contagiati un mese fa, sono subito stati trasferiti alle cure intermedie per mettere in sicurezza tutti gli altri”.

Diversamente era andata, invece, con la seconda ondata quando nel periodo di fine 2020 il covid era entrato anche nelle case di riposo e la preoccupazione era salita molto. Tre sono le RSA nel comune di Comano, con 150 ospiti complessivamente. “Allora non c’erano ancora i vaccini ed il virus si era diffuso dentro le strutture ed anche in alcuni esercizi commerciali. Quello stesso Natale avevo recapitato tamponi gratuiti ad ogni famiglia”.

Ma quella dei tamponi distribuiti a Comano, quando ancora poco se ne parlava se non in Veneto con il governatore Zaia, non è l’unica iniziativa singolare. Nella primissima fase del lockdown, infatti, il sindaco Maffei aveva fatto installare telecamere in ingresso ed uscita da Comano capoluogo, al fine di tracciare eventuali trasgressori degli ormai tristemente noti dpcm. “Era il periodo in cui c’era una grande paura ed io ricevevo numerose telefonate dai cittadini che mi chiedevano sostanzialmente sicurezza. Quello è stato un modo per garantirla”.

Meglio è andata con la successiva variante Delta della scorsa estate. Il sindaco comunque non ha dubbi: “Siamo una popolazione prevalentemente anziana e quasi tutti i residenti del comune hanno ricevuto la terza dose e sono in attesa della quarta. Io stesso, appena sarà il mio turno, sono pronto per la dose booster”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


giovedì, 20 gennaio 2022, 01:23

Tari: valanghe di cartelle sbagliate a Licciana. Donati: "Scarsa attenzione verso i cittadini”

Cartelle su cartelle: sono numerosissimi gli avvisi di accertamento esecutivo riferiti a presunti mancati pagamenti della Tari 2016-2020 e recapitati ai cittadini del Comune di Licciana Nardi con cifre sbagliate o addirittura non dovute


mercoledì, 19 gennaio 2022, 10:00

Mastrini: “In arrivo mezzo milione per la strada di Agneda e 120 giorni per realizzare l’opera”

In arrivo dal ministero mezzo milione di euro e 120 giorni per realizzare l’opera. Partono quindi i lavori per la nuova strada di Agneda nel comune di Tresana ed il sindaco Matteo Mastrini fissa già a calendario la data dell’inaugurazione: mese di giugno


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 gennaio 2022, 08:25

In arrivo anche in Lunigiana i soldi di “Cantiere Toscana”, tra soddisfazioni e aspettative disattese

Si apre un grande cantiere in Toscana con l’omonimo pacchetto di 119 interventi che prendono il via in 74 comuni della regione, per un tesoretto da 120 milioni sbloccato dal Cipess-Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile


lunedì, 17 gennaio 2022, 14:13

“Lunigiana Land Art”, al via un progetto diffuso per valorizzare il territorio

Parte con un concorso per sei residenze d’artista il progetto “Lunigiana Land Art”, festival di produzione artistica diffuso in 12 comuni del territorio a cavallo tra Toscana, Liguria ed Emilia-Romagna, ovvero Mulazzo (capofila), Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fosdinovo, Licciana Nardi, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana, Zeri


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 17 gennaio 2022, 13:04

Peste suina, Confagricoltura Toscana: “Bene la task force, serve collaborazione massima di tutti gli allevamenti”

Ad affermarlo è il presidente di Confagricoltura Toscana Marco Neri, in riferimento ai casi di peste suina africana comparsi nelle zone montane e boschive di Liguria e Piemonte. Sono stati trovati cinghiali morti, aspetto che ha spinto la Liguria a introdurre un lockdown dei boschi, con il divieto di caccia e sport


domenica, 16 gennaio 2022, 21:07

Il nuovo ponte di Albiano prende forma, sistemata la campata centrale alla presenza delle autorità

Si sono concluse questa mattina, nel cantiere per la costruzione del nuovo ponte di Albiano Magra, le operazioni di varo della campata centrale, costituita da una struttura metallica (concio) lunga 102 metri per circa 530 tonnellate di peso.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara