Anno 1°

lunedì, 27 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Montignoso

Mauthausen: le sensazioni delle quattro studenti al ritorno dal viaggio

mercoledì, 8 maggio 2019, 13:21

Indifferenza e silenzio, sono le prime parole utilizzate dalle quattro ragazze dell'Istituto G.B. Giorgini per descrivere la loro esperienza nel campo di sterminio di Mauthausen.

L'iniziativa, promossa da Anpi Montignoso e realizzata grazie al contributo del Comune di Montignoso, ha infatti permesso un viaggio di tre giorni nei luoghi delle atrocità naziste durante la seconda guerra mondiale, accanto alle studenti anche altre delegazioni provenienti da tutta la Versilia e dalla Toscana.

«Contento di aver trovato trovato le risorse per questo progetto, investire sulla memoria significa investire sulle nuove generazioni – afferma il Sindaco Gianni Lorenzetti – uno sforzo compiuto dall'Amministrazione ma ripagato dalle sensazioni raccolte e raccontate dalle nostre studenti. Visitare i luoghi delle stragi, osservare le strutture adibite alla deportazione, alla prigionia e alla morte di uomini e donne, bambini e bambine e di intere famiglie, permette di imprimere in maniera indelebile alcune fasi e momenti della storia che non possono e non devono ripetersi. Come il tedoforo le ragazze porteranno una luce e una ricchezza da condividere anche con i compagni e diventare un momento di crescita per tutti noi, per tutte le coscienze».

Un vero e proprio pellegrinaggio nell'orrore quello vissuto dalle giovani, iniziato nel sottocampo di Enns e proseguito al Castello di Hartheim, una delle strutture convertite per il programma nazista di eutanasia rivolto ai soggetti disabili e infine al campo di sterminio di Mauthausen. «È un viaggio da proporre a tutte le nuove generazioni – racconta la prof.ssa Riccarda Grassi accanto alle quattro studenti Paola Margjoni, Nicol Ricci, Caterina Bertoli, Bianca Neculai – purtroppo attualmente i ragazzi non hanno più punti di riferimento e il pericolo è che trovino esaltazione figure ed esempi che inneggiano al razzismo. Un ringraziamento all'Amministrazione per aver accolto a braccia aperte questo progetto, un ringraziamento anche per la partecipazione toccante di Adele Pardini» sopravvissuta alla strage di Sant'Anna di Stazzema, sua sorella Anna con venti giorni di vita fu straziata e uccisa dai soldati tedeschi durante l'eccidio del 1944.

«Al ritorno in pullman la parola più emersa è stata indifferenza – conclude la professoressa Grassi – le ragazze si sono domandate come sia stato possibile tutto questo, allo stesso tempo hanno ascoltato un silenzio particolare, un silenzio che non avevano mai provato prima. Ma questo viaggio è stato qualcosa di eccezionale non soltanto per l'esperienza che ognuno porta dentro di sé, ma anche perché tutti i ragazzi presenti, circa una sessantina provenienti dalla Versilia, sono riusciti a comunicare, condividere le proprie sensazioni e stringere un'amicizia con l'intenzione di portarla avanti». 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Montignoso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 24 maggio 2019, 16:07

Montignoso e solidarietà, l'associazione Bimbinsieme Costa Rica Onlus in Piemonte per incontrare le famiglie, i bambini e bambine adottate

Bimbinsieme Costarica compie dodici anni e si ritrova in Piemonte. Settantacinque famiglie sparse in tutta Italia, centoventitré bambine e bambini adottati e altre nove coppie in attesa di abbinamento, sono i numeri, sempre in crescita, della ONLUS che offre aiuto e supporto a tutti coloro che stanno intraprendendo la strada...


giovedì, 23 maggio 2019, 14:51

Inaugurato lo stadio Del Freo

Una festa per Montignoso, per tutte le famiglie, per gli sportivi, i ragazzi e i curiosi di ogni età, tutti seduti e in piedi sugli spalti ad aspettare il taglio del nastro mercoledì sera allo stadio della Renella per l'inaugurazione del nuovo impianto sportivo Angelo Del Freo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 21 maggio 2019, 16:07

Stadio Angelo Del Freo, si inaugura il nuovo impianto sportivo

Tutto è pronto, riaprirà le porte domani sera lo stadio Angelo del Freo a Renella dopo gli interventi di sistemazione dell'impianto


martedì, 21 maggio 2019, 12:32

70 anni fa l’inaugurazione dell’aeroporto del Cinquale

Fu inaugurato il 21 maggio del 1949: 850 metri di pista erbosa con accesso vicinissimo al mare che la rendeva particolarmente favorevole per gli atterraggi; un hangar in metallo e uno in muratura, un’autorimessa e un punto ristoro.L’aeroporto del Cinquale era stato pensato per valorizzare la posizione strategica della provincia...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 21 maggio 2019, 09:29

Cella: "Incuria e vandalismi in piazza De Andrè, promesse le telecamere"

Nel corso dell'ultimo consiglio comunale di Montignoso, in risposta ad un'interrogazione del consigliere comunale Andrea Cella sulla preoccupante situazione di piazza De Andrè di Cinquale, il sindaco ha fornito rassicurazioni riguardo l'installazione di telecamere nella zona da parte dell'amministrazione


martedì, 21 maggio 2019, 09:03

A Montignoso grande folla all’inaugurazione della tela restaurata

Grandissima partecipazione sabato scorso 18 maggio nella chiesa di Sant’Eustachio per l’inaugurazione della tela del 1600 restaurata con il contributo del Gruppo Consorti del Rotary Club di Carrara e Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara