Anno 1°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Montignoso

Fallisce l’Open day alla discarica di Montignoso: i 5 stelle sollecitano la chiusura del sito

giovedì, 13 giugno 2019, 11:14

Dentro solo i gestori della discarica, fuori la protesta del comitato, dei cittadini, dei centri sociali, delle associazioni ambientaliste come Italia Nostra, Legambiente, WWF e di buona parete della minoranza formata dal movimento 5 stelle, del Montignoso democratica e della Lega. E’ andato così l’Open Day voluto dalla ditta che gestisce l’impianto: nessuna autorità di comune o Regione si è presentata sia a sostegno dei titolari dell’azienda sia a sostegno dei cittadini che manifestavano fuori, sebbene  sia stata votata  la chiusura di questa discarica. I grillini di Montignoso hanno spiegato: “I gestori della discarica, che ricordiamo fanno  capo ad Alia, partecipata che gestisce i rifiuti di mezza Toscana, invece di prendere atto della reale situazione,  si sono proposti per risolvere il problema  dell’amianto di tutta la Toscana, portandolo a Montignoso.  La discarica locale, tuttavia,  era nata per la marmettola, che è un problema del territorio che in effetti ne produce parecchia. Ma gli interessi dei gestori è sempre andato per lo smaltimento di rifiuti ben più tossici e soprattutto più redditizi.”

Secondo i 5 stelle l’amianto,  rifiuto speciale pericoloso, non potrebbe essere conferito in discariche come quella di Montignoso che è strutturata  per rifiuti speciali non pericolosi, e che per smaltire l’amianto necessita di una deroga che concede solo il 30 per cento dei rifiuti totali – limite peraltro sempre oltrepassato dall’azienda secondo quanto riportato dai dati Arpat. Per poter dirottare tutto l’amianto da smaltire nel progetto Toscana Amianto Free, la Regione dovrebbe trasformare la discarica di Montignoso da sito per rifiuti speciali non pericolosi in discarica per rifiuti speciali pericolosi realizzando una lunga serie di nuove certificazioni tra cui una nuova VIA, nuova AIA, una relazione d’incidenza, pareri sanitari alle quali i grliini hanno annunciato di fare battaglia.

“L'amianto andrebbe prima censito in modo da capire realmente  quanto sia – hanno detto i 5 stelle -  e per garantire che nessuno possa smaltirlo abusivamente, servirebbe poi che gli industriali e la politica capissero che bisogna d'investire sulla inertizzazione dell'amianto, posizionando depositi di stoccaggio nei pressi dell'impianto di inertizzazione  collocato in zone industriali come ad esempio quella tra Massa e Carrara, che ne ha parecchie che rientrano in zone Sin e Sir.”. I 5 stelle hanno poi auspicato una reazione dei sindaci dei comuni limtitrofi che rappresenti alla Regione l'insofferenza popolare per questa discarica realizzata accanto al lago di Porta e  sopra le falde acquifere, simbolo di un fallimento politico e ambientale dell’ultimo ventennio e che li spinga a chiedere il riesame dell’impianto con le giuste e motivate cause e a sollecitare il rispetto del voto del consiglio che prevede  la chiusura “celere” di questa discarica.


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Montignoso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 giugno 2019, 12:36

Studio Arpat maleodoranze, Poggi replica a Cella: "Ma il consigliere ha letto il progetto?"

E' la risposta dell'assessore Massimo Poggi alle critiche mosse dal consigliere Andrea Cella in merito allo studio promosso dal comune di Montignoso accanto ad ARPAT sul fenomeno delle maleodoranze in zona Lago di Porta


sabato, 15 giugno 2019, 09:40

Cella: "Un'ennesima estate "irrespirabile" a Renella e Cervaiolo di Montignoso"

Il consigliere comunale Lega Montignoso Andrea Cella commenta la conferenza stampa indetta dall'Amministrazione sul problema dei cattivi odori nella zona di Renella


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 14 giugno 2019, 16:52

Parte lo studio per combattere le maleodoranze nell'area del Lago di Porta

Grazie alla collaborazione del Comune di Montignoso e ARPAT, partecipazione anche dei Comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi e Seravezza. Il Sindaco Gianni Lorenzetti: «Sgomberare il campo delle ipotesi, obiettivo arrivare all'individuazione delle cause e alla soluzione dei disagi»


mercoledì, 12 giugno 2019, 13:21

Alla scuola G.B. Giorgini una giornata dedicata alla memoria

L'orrore della guerra e dei campi di sterminio attraverso le parole, la musica e le immagini, è l'iniziativa organizzata dal Comune di Montignoso, ANPI e l'Istituto G.B. Giorgini e rivolta agli alunni e alunne della scuola nei giorni scorsi «perché coltivare la storia è un esercizio di convivenza»


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 8 giugno 2019, 09:40

Parcheggio selvaggio a Villa Schiff, i 5Stelle protestano

Dopo numerose segnalazioni da parte di cittadini che hanno notato macchine private parcheggiate all'interno del giardino di villa Schiff-Giorgini, nelle immediate prossimità degli ingressi interni della Villa, il consigliere Paolo Lenzetti interrogò mesi fa in consiglio comunale


venerdì, 7 giugno 2019, 13:34

Forte scossa di terremoto in Versilia: avvertita anche a Massa

Avvertita scossa di terremoto di magnitudo 3.1 alle 12.22 con profondità di 8 chilometri ed epicentro a Forte dei Marmi, secondo le stime di INGV


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara