Anno 1°

giovedì, 19 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Montignoso

Fallisce l’Open day alla discarica di Montignoso: i 5 stelle sollecitano la chiusura del sito

giovedì, 13 giugno 2019, 11:14

Dentro solo i gestori della discarica, fuori la protesta del comitato, dei cittadini, dei centri sociali, delle associazioni ambientaliste come Italia Nostra, Legambiente, WWF e di buona parete della minoranza formata dal movimento 5 stelle, del Montignoso democratica e della Lega. E’ andato così l’Open Day voluto dalla ditta che gestisce l’impianto: nessuna autorità di comune o Regione si è presentata sia a sostegno dei titolari dell’azienda sia a sostegno dei cittadini che manifestavano fuori, sebbene  sia stata votata  la chiusura di questa discarica. I grillini di Montignoso hanno spiegato: “I gestori della discarica, che ricordiamo fanno  capo ad Alia, partecipata che gestisce i rifiuti di mezza Toscana, invece di prendere atto della reale situazione,  si sono proposti per risolvere il problema  dell’amianto di tutta la Toscana, portandolo a Montignoso.  La discarica locale, tuttavia,  era nata per la marmettola, che è un problema del territorio che in effetti ne produce parecchia. Ma gli interessi dei gestori è sempre andato per lo smaltimento di rifiuti ben più tossici e soprattutto più redditizi.”

Secondo i 5 stelle l’amianto,  rifiuto speciale pericoloso, non potrebbe essere conferito in discariche come quella di Montignoso che è strutturata  per rifiuti speciali non pericolosi, e che per smaltire l’amianto necessita di una deroga che concede solo il 30 per cento dei rifiuti totali – limite peraltro sempre oltrepassato dall’azienda secondo quanto riportato dai dati Arpat. Per poter dirottare tutto l’amianto da smaltire nel progetto Toscana Amianto Free, la Regione dovrebbe trasformare la discarica di Montignoso da sito per rifiuti speciali non pericolosi in discarica per rifiuti speciali pericolosi realizzando una lunga serie di nuove certificazioni tra cui una nuova VIA, nuova AIA, una relazione d’incidenza, pareri sanitari alle quali i grliini hanno annunciato di fare battaglia.

“L'amianto andrebbe prima censito in modo da capire realmente  quanto sia – hanno detto i 5 stelle -  e per garantire che nessuno possa smaltirlo abusivamente, servirebbe poi che gli industriali e la politica capissero che bisogna d'investire sulla inertizzazione dell'amianto, posizionando depositi di stoccaggio nei pressi dell'impianto di inertizzazione  collocato in zone industriali come ad esempio quella tra Massa e Carrara, che ne ha parecchie che rientrano in zone Sin e Sir.”. I 5 stelle hanno poi auspicato una reazione dei sindaci dei comuni limtitrofi che rappresenti alla Regione l'insofferenza popolare per questa discarica realizzata accanto al lago di Porta e  sopra le falde acquifere, simbolo di un fallimento politico e ambientale dell’ultimo ventennio e che li spinga a chiedere il riesame dell’impianto con le giuste e motivate cause e a sollecitare il rispetto del voto del consiglio che prevede  la chiusura “celere” di questa discarica.


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Montignoso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 18 settembre 2019, 17:11

Parcheggi selvaggi vicino cava fornace, interrogazione di Cella e Lenzetti

A fronte delle crescenti preoccupazioni dei cittadini e delle numerose segnalazioni ricevute, i consiglieri comunali di minoranza Andrea Cella e Paolo Lenzetti hanno interrogato la giunta comunale montignosina riguardo i numerosi camion contenenti rifiuti speciali parcheggiati lungo la SS1 Aurelia all'altezza della discarica di cava fornace


mercoledì, 18 settembre 2019, 16:19

I bar come biblioteche per avvicinare alla lettura grazie al progetto di "A.d.v. Dal libro alla solidarietà"

Il funzionamento è molto semplice, basta entrare nel locale che ha aderito all'iniziativa, scorrere tra le letture presenti e scegliere il libro che più ci colpisce o che magari si cercava da tempo. Il tutto con una offerta libera che verrà poi devoluta per attività umanitarie sul territorio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 18 settembre 2019, 10:42

Sosta selvaggia dei camion fuori dalla discarica di Cava Viti: la protesta dei cittadini

Si incolonnano, carichi di rifiuti, in attesa di entrare nella discarica di Cava Viti per liberarsi dal carico e occupano entrambi i lati della variante Aurelia che accede a Cava Viti a qualunque ora del giorno e della notte


giovedì, 12 settembre 2019, 11:14

Lorenzetti risponde alla lettera di Paolini: "Ognuno di noi può impegnarsi a difendere l'ambiente"

Ecco la risposta del sindaco del comune di Montignoso e presidente della provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti alla lettera di Cosmo Paolini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 7 settembre 2019, 12:34

Ecco la maglia "Cima Pantani" per il 50° Trofeo Buffoni

Presentata la maglia "Cima Pantani" dedicata al campione indimenticato del ciclismo Marco Pantani in occasione del 50° Trofeo Buffoni. Il Sindaco Gianni Lorenzetti: «Una nuova iniziativa che arricchisce la gara e la città»


giovedì, 29 agosto 2019, 16:02

Montignoso primo tra i sei Comuni ERSU per raccolta differenziata

L'assessore Massimo Poggi: "Risultato significativo per il territorio e base di partenza per ulteriori miglioramenti». Dal primo settembre nuovo calendario rifiuti per il Cinquale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara