massautosin
massauto

Anno 1°

venerdì, 13 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

L’assessore Bernardi querelato per minacce

sabato, 19 novembre 2016, 17:39

L’episodio risale al primo novembre in piena commemorazione dei defunti e si è svolto proprio fuori dal cimitero di Marcognano a Carrara. Protagonisti: l’assessore all’urbanistica Massimiliano Bernardi e Rosa Cambria, membro di Assemblea Permanente. Le minacce sarebbero state rivolte dall’assessore alla Cambria nel corso di uno scambio di opinioni in merito alla presenza della rivendita di fiori, di proprietà della madre di Bernardi, all’interno dello stesso cimitero. La rivendita è effettivamente gestita da almeno vent’anni dalla madre dell’assessore che l’ha rilevata dal nonno dell’assessore stesso.

Il problema è emerso per la collocazione della rivendita all’interno del cimitero che sarebbe in contrasto con la normativa nazionale che prevede che la compravendita di fiori sia fatta fuori da tutti i cimiteri. In effetti la legge, da diversi anni ha spostato tutti i fiorai fuori dai cimiteri, ma nel caso del cimitero di Marcognano, a causa della mancanza di spazi esterni, dovuta alla posizione che dà direttamente sulla strada che discende dalle cave del bacino di Torano, e quindi esposta al pericoloso e continuo passaggio di camion, era stata fatta una delibera che concedeva al titolare della rivendita di organizzare il suo esercizio all’interno del cimitero. Ma da alcuni anni il transito dei camion in quella strada è stato interdetto e per questo motivo la Cambria, che si trovava a far visita al cimitero, ha deciso di chiamare la Guardia di Finanza per un controllo.

Al chiosco dei fiori erano presenti anche l’assessore Bernardi e la moglie per dare una mano nei giorni di maggior passaggio dentro al cimitero per la festività dei morti. Una pattuglia della Guardia di Finanza è quindi intervenuta ed ha effettuato il controllo senza rilevare alcuna anomalia. A quel punto i famigliari dell’assessore hanno cominciato a rispondere per le rime alla Cambria che stava attendendo fuori dal cimitero.

In particolar modo la moglie dell’assessore ha dato vita ad un acceso diverbio con la Cambria tanto da richiedere l’intervento dell’assessore che avrebbe rivolto alla Cambria un monito dal contenuto intimidatorio riferito ai parenti della moglie ed alla loro facilità a passare alle maniere forti in difesa dei propri congiunti. Da qui la decisione di Cambria di denunciare la minaccia ricevuta presso il distretto di polizia. A sostegno della tesi della donna ci sarebbero anche le testimonianze di alcune persone presenti e una registrazione fatta con il cellulare.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 12 dicembre 2019, 19:20

Solito mercato settimanale spacciato per mercatino natalizio ad Avenza e a Marina e non in regola con le norme di sicurezza: la denuncia di Baruzzo di FdI

Banchi e furgoni che oscurano le vetrine dei negozi, traffico veicolare bloccato e residenti che ancora una volta devono spostare le auto per far posto ad una manciata di bancarelle ambulanti e dei soliti abusivi. Questo è quello che accade, a Marina e ad Avenza, nelle domeniche che dovrebbero essere...


giovedì, 12 dicembre 2019, 19:12

Il presepe torna... in comune a Massa: era ora

Da oggi fino al giorno dell'Epifania, al terzo piano del Comune di Massa, accanto alla segreteria del sindaco e agli uffici della presidenza del Consiglio, si può ammirare il presepe che quest'anno, per la prima volta, è stato accostato alle figure istituzionali del comune


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 12 dicembre 2019, 19:04

Offese e minacce agli organizzatori della manifestazione delle sardine prevista per sabato 14 dicembre a Massa

"Vi vengo a prendere a una a una",  fritte e mangiate", "andate a battere", "antidemocratiche e illiberali", "morirete": sono alcuni esempi, neppure dei più trucidi, dei messaggi pubblici e privati che arrivano ogni giorno, via social ai coordinatori massesi del movimento delle sardine


giovedì, 12 dicembre 2019, 09:34

Natale raffazzonato e deprimente: la Lega chiede a De Pasquale meno propaganda e più vicinanza ai cittadini

Pollice verso del coordinamento comunale della Lega sull’animazione natalizia prevista dall’amministrazione 5 stelle


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 11 dicembre 2019, 20:02

FdI contesta il coro di “O bella ciao” al 23° Meeting sui diritti umani di Firenze

Inopportuna e strumentale, secondo il dipartimento regionale di Fratelli d’Italia, la scelta di alcuni ospiti del 23esimo Meeting die diritti umani di Firenze di intonare O bella ciao, canzone simbolo della lotta partigiana, oggi sempre più assimilata al movimento antifascista delle sardine


martedì, 10 dicembre 2019, 19:38

“Siamo in piazza a Massa perché abbiamo bisogno di sardine locali"

Le sardine massesi si presentano prima della manifestazione, sotto il motto “Massa si slega”, che si terrà Sabato 14 dicembre alle 18.30 in piazza dei Narcisi a Massa, in concomitanza con la manifestazione nazionale di Roma in Piazza del Popolo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara