massautosin
massauto

Anno 1°

martedì, 28 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

L’assessore Bernardi querelato per minacce

sabato, 19 novembre 2016, 17:39

L’episodio risale al primo novembre in piena commemorazione dei defunti e si è svolto proprio fuori dal cimitero di Marcognano a Carrara. Protagonisti: l’assessore all’urbanistica Massimiliano Bernardi e Rosa Cambria, membro di Assemblea Permanente. Le minacce sarebbero state rivolte dall’assessore alla Cambria nel corso di uno scambio di opinioni in merito alla presenza della rivendita di fiori, di proprietà della madre di Bernardi, all’interno dello stesso cimitero. La rivendita è effettivamente gestita da almeno vent’anni dalla madre dell’assessore che l’ha rilevata dal nonno dell’assessore stesso.

Il problema è emerso per la collocazione della rivendita all’interno del cimitero che sarebbe in contrasto con la normativa nazionale che prevede che la compravendita di fiori sia fatta fuori da tutti i cimiteri. In effetti la legge, da diversi anni ha spostato tutti i fiorai fuori dai cimiteri, ma nel caso del cimitero di Marcognano, a causa della mancanza di spazi esterni, dovuta alla posizione che dà direttamente sulla strada che discende dalle cave del bacino di Torano, e quindi esposta al pericoloso e continuo passaggio di camion, era stata fatta una delibera che concedeva al titolare della rivendita di organizzare il suo esercizio all’interno del cimitero. Ma da alcuni anni il transito dei camion in quella strada è stato interdetto e per questo motivo la Cambria, che si trovava a far visita al cimitero, ha deciso di chiamare la Guardia di Finanza per un controllo.

Al chiosco dei fiori erano presenti anche l’assessore Bernardi e la moglie per dare una mano nei giorni di maggior passaggio dentro al cimitero per la festività dei morti. Una pattuglia della Guardia di Finanza è quindi intervenuta ed ha effettuato il controllo senza rilevare alcuna anomalia. A quel punto i famigliari dell’assessore hanno cominciato a rispondere per le rime alla Cambria che stava attendendo fuori dal cimitero.

In particolar modo la moglie dell’assessore ha dato vita ad un acceso diverbio con la Cambria tanto da richiedere l’intervento dell’assessore che avrebbe rivolto alla Cambria un monito dal contenuto intimidatorio riferito ai parenti della moglie ed alla loro facilità a passare alle maniere forti in difesa dei propri congiunti. Da qui la decisione di Cambria di denunciare la minaccia ricevuta presso il distretto di polizia. A sostegno della tesi della donna ci sarebbero anche le testimonianze di alcune persone presenti e una registrazione fatta con il cellulare.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 28 gennaio 2020, 21:50

Offese a Pertini, l'opposizione: "Non ci stiamo"

I consiglieri di opposizione (Alessandro Volpi, Sergio Menchini, Stefano Alberti, Andrea Barotti, Uilian Berti, Gabriele Carioli, Dina Dell'Ertole, Giovanni Giusto, Agostino Incoronato, Luana Mencarelli, Elena Mosti e Paolo Menchini) intervengono in merito ai giudizi espressi in merito all'ex presidente Sandro Pertini


martedì, 28 gennaio 2020, 20:49

Anche Persiani si dissocia dalle parole di Frugoli e invita a moderare l'uso dei social

Alla fine anche il sindaco di Massa Francesco Persiani ha dovuto prendere una posizione sul caso Frugoli e la scelta è stata per una condanna delle parole del consigliere della sua maggioranza contro Sandro Pertini e di una netta presa di distanza da quanto affermato da Frugoli


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 28 gennaio 2020, 19:07

La Lega Toscana si dissocia da Frugoli

L'insulto del consigliere Frugoli a Pertini finisce su tutte le testate nazionali e la Lega toscana si dissocia dalle sue parole


martedì, 28 gennaio 2020, 15:21

De Pasquale: «Lamentarsi non basta. Le nostre iniziative, con l’aiuto, dei cittadini rilanceranno il centro»

Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale insorge contro il pessimismo riguardo il futuro del centro storico e annuncia iniziative ad hoc per il suo rilancio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 28 gennaio 2020, 15:08

Il ponte sul Frigido intitolato a Sandro Pertini: la richiesta al sindaco Persiani di Associazione 31 Settembre

Cadrà il 24 febbraio il trentennale dalla morte di Sandro Pertini e per l’occasione l’associazione 31 settembre ha avanzato al sindaco di Massa Francesco Persiani la richiesta di intitolare al presidente più amato dagli italiani il ponte sul fiume Frigido di viale Trieste


martedì, 28 gennaio 2020, 14:12

Pertini assassino e brigatista rosso: figuraccia del consigliere leghista Frugoli che rischia le querele

Stavolta, e non è la prima per il consigliere massese della Lega Filippo Frugoli, non sono bastate le giustificazioni della giovanissima età, della palese sommaria cultura storica e della strafottenza leghista a immagine e somiglianza del "capitano"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara