Anno 1°

martedì, 22 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Cgil: "Scuola, a Massa Carrara 40 educatrici rimaste senza contratto"

venerdì, 12 gennaio 2018, 10:45

Nidil Cgil e Flc Cgil Massa Carrara esprimono preoccupazione circa la situazione che riguarda le operatrici socio educative che operano all'interno degli istituti secondari di secondo grado della provincia di Massa Carrara.

"Lo ricordiamo - si legge in una nota -, sono figure professionali che si occupano di effettuare assistenza e sostegno agli studenti disabili iscritti nelle scuole superiori, in forma totalmente precaria e senza la minima garanzia per gli anni futuri".

"Come ogni anno - continua -, i singoli istituti hanno emesso dei bandi di selezione coperti da risorse derivanti dalla Provincia con i quali hanno attivato ad inizio ottobre delle collaborazioni coordinate e continuative (le famose co.co.co) sulla base dei loro fabbisogni, parliamo di circa 40 lavoratrici considerando i vari istituti. Le collaborazioni si interrompevano tutte il 23 dicembre, data di cessazione della didattica, e avrebbero dovuto riprendere l'8 gennaio. Ad oggi però non ci risultano attivi i contratti nonostante responsabilmente le lavoratrici si siano recate regolarmente a lavoro, questo perché la riforma Madia abolisce la possibilità di effettuare co.co.co negli enti pubblici. Pur non essendo un istituto contrattuale idoneo allo svolgimento di attività così importanti, ricordiamo ai dirigenti scolastici che la legge di stabilità appena approvata dà la possibilità di derogare all'impossibilità di stipula delle co.co.co nelle scuole fino al 31 agosto, quindi riteniamo che gli istituti possano regolarmente contrattualizzare le operatrici evitando di proporre forme contrattuali ancor più precarie e quelle sì fuori da ogni logica come la collaborazione occasionale, che lo ricordiamo dovrebbe essere svolta per un massimo di 30 giornate annue e senza superare i 5mila euro di retribuzione".

"Risolta questa situazione - conclude la nota - , riteniamo però sia necessaria una immediata convocazione da parte della Provincia per illustrarci quali saranno le modalità di attivazione futura del servizio per l'anno scolastico 2018/19 visto che dopo il 31 agosto non sarà più possibile procedere con simili forme contrattuali. Inoltre, cosa non meno grave, la quasi totalità delle lavoratrici ad oggi non ha ancora percepito alcuna remunerazione per il lavoro che diligentemente stanno svolgendo da ottobre per vincoli burocratici che fatichiamo a comprendere. Stamani le lavoratrici con la Cgil saranno in presidio mentre alle 15:30 il sindacato incontrerà la Provincia".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 21 gennaio 2019, 17:16

I vigilini anche a Massa: la richiesta del gruppo consiliare di Forza Italia

Verrà sottoposta al consiglio comunale la mozione fatta da Stefano Benedetti, che dello stesso consiglio è anche presidente e Giovanbattista Ronchieri, del gruppo consigliare di Forza Italia, con la quale verrà richiesto di votare per individuare le opportune soluzioni amministrative finalizzate ad istituire le figure professionali di ausiliario della sosta


domenica, 20 gennaio 2019, 13:44

Ferri: "Un passo importante per il futuro della Sanac"

Cosimo Maria Ferri, componente della Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, commenta la notizia che i commissari straordinari hanno presentato l'istanza di aggiudicazione dei complessi industriali della SANAC al Ministero per lo Sviluppo Economico per Arcelor Mittal e che sono in attesa del parere del Comitato di sorveglianza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 20 gennaio 2019, 11:56

Conflitto di interessi del vicesindaco Martinelli: Lapucci chiede chiarimenti, il sindaco difende la sua squadra

Post al vetriolo messi e poi tolti da Facebook, comunicati a raffica di sdegno e di rigetto delle accuse, scritti dopo ragionata concertazione e per interposta persona hanno inevitabilmente dato segno al consigliere dell’opposizione Lapucci, ma anche a molti cittadini, che la giunta grillina a 5 stelle stia quanto meno...


domenica, 20 gennaio 2019, 11:29

Concerto di Capodanno a Marina di Carrara: fallimento secondo Spediacci

Il consigliere dell’opposizione Gianenrico Spediacci ha avanzato un’interrogazione all’assessore alla cultura Federica Forti, durante l’ultimo consiglio comunale per chiedere conto  di uno dei più grandi flop di Capodanno registrato dal comune di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 20 gennaio 2019, 10:11

De Pasquale: "Dal centro-sinistra non accetto lezioni sul conflitto di interessi"

Il primo cittadino di Carrara, Francesco De Pasquale, risponde all'accusa di conflitto di interessi lanciata nei giorni scorsi dal centro-sinistra alla sua giunta


venerdì, 18 gennaio 2019, 16:56

Martinelli: "Non accetto lezioni da chi ha incrementato l'aliquota Irpef dell'800 per cento"

"Quella sugli aumenti delle tariffe è una bagarre pretestuosa. Non accetto lezioni da chi, in quattro anni, ha incrementato l'aliquota Irpef dell'800%": il vicesindaco Matteo Martinelli replica così all'uscita del Pd sui numeri del bilancio preventivo presentato nei giorni scorsi alla commissione 2


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara