Anno 1°

sabato, 20 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Musetti fa i conti in tasca alla nuova amministrazione: “La giunta più cara di sempre”

sabato, 13 gennaio 2018, 21:42

Ecco il testo della lettera aperta di Gianni Musetti sui presunti costi della giunta grillina: “La Giunta 5 stelle la più cara della storia di Carrara". 

"Ecco - scrive Musetti nel comunicato - l’ennesima bufala smascherata dei 5 Stelle: solo la Giunta costa alla città un mucchio di soldi e Sindaco e Assessori si mettono letteralmente intasca 347.000 euro. Più di tutte le giunte precedenti. Il Movimento, è inutile ricordarlo agli smemorati, ha sempre cavalcato il tema del Codice di Comportamento e del Codice Etico - fatto sottoscrivere ai candidati del Movimento, http://www.carrara5stelle.it/programma/carrara-2012/impegni-dei-candidati.html.

Per dirla in poche parole. Chi non aveva reddito o aveva stipendi di poco conto ha scelto il fisso da Assessore di circa 2200 euro. Chi aveva stipendi alti si fa rimborsare le giornate lavorative oltre a prendere l’indennità dimezzata, con conteggi da capogiro come quello dell’assessore Raggi che si aggira sui 5.000 euro, ottenendo il primato di assessore più pagato della storia di Carrara.

Ma la cosa che desta ulteriore scandalo è che chi percepisce l’indennità piena e forfettaria, non è mai presente in Consiglio Comunale è quasi del tutto assente in giunta, visto che non gli viene decurtato nulla. Quello che hanno il rimborso, invece, sono sempre in prima linea a marcare la giornata lavorativa e a farsela pagare dal Comune.

I grillini hanno innescato una sorta di suicidio assistito del Movimento. Dopo aver proclamato per anni di essere i più onesti e i migliori di tutti si sono rivelati più o meno come la peggior classe politica della prima repubblica. 

In sostanza, il movimento se ne va verso la sua fine rapida e nel 2018 finalmente tornerà la Politica.

Con grande sorpresa stanno contraddicendo tutto in maniera grossolana, non solo quanto detto in questi anni in tema di legalità e trasparenza,  ma soprattutto andando anche contro lo stesso contratto dei candidati del Movimento per le Comunali. Emblematico infatti che il Codice Etico firmato praticamente da tutti gli eletti del Movimento, non lo abbia sottoscritto nessuno degli eletti a Carrara. Con scaltrezza e furbizia sulle indennità del sindaco De Pasquale e degli Assessori abbiamo visto un ripensamento. Rinunciare a quegli introiti ha portato ad attivare meccanismi più autoreferenziali che di tipo altruistico. Ma da dove vengono, dove vanno, come sono conteggiati? Si può rispondere solo a una parte di queste domande. Ma il bello deve ancora arrivare. Intanto sappiamo che sei consiglieri eletti nel movimento 5 Stelle a Carrara campano da indigenti. Barbara Bertocchi, Daria Raffo, Tiziana Guerra, Francesca Rossi e Gabriele Guadagni hanno dichiarato reddito ZERO. 

Il povero consigliere Daniele del Nero che di mestiere noleggia autovetture, ha dichiarato un passivo di 26 euro eppure per presenziare le Commissioni in Comune utilizza un’ auto. A noleggio? 

Preoccupa che la consigliera avvocata Elisa Serponi abbia dichiarato soltanto euro 1.304, mentre angoscia sapere che Daniele Raggi fratello dell'assessore Andrea Raggi (che costa alla città circa 80.000 euro l’anno) dichiara 7.700 euro, ma conforta il fatto che il sindaco De Pasquale viene indennizzato con € 3.718,49 (molto di più di quanto guadagnava come professore parte time!) E anche gli altri possono certamente essere orgogliosi di non aver sottoscritto il codice etico: Matteo Martinelli, vice sindaco 1394,43 euro; Federica Forti 2231,09 euro; Anna Galleni 2231,09 euro; Andrea Raggi 1115,55 più circa 3000 euro di rimborso alla ditta Selmar; Alessandro Trivelli 2231,09 euro; Sarah Scaletti 2231,09 euro; Maurizio Bruschi 2231,10 euro

Per questi politici c’e ancora una possibilità: portare in GIUNTA la delibera di rinuncia della quale suggeriamo il testo “dato atto che le leggi sull’ordinamento degli enti locali, prevedono specifiche indennità da corrispondersi agli Amministratori Comunali che compongono la Giunta. Considerato che gli amministratori del Comune di Carrara avendo sottoscritto il contratto del Movimento 5 Stelle da tempo, hanno deciso di rinunciare alla predetta indennità a favore del bilancio comunale al fine di contenere al massimo le spese per l’anno 2018, delibera di cancellare le indennità per tutti gli anni a venire fino alla fine del mandato.”

Gli eletti nella lista Movimento 5 Stelle di Carrara per le elezioni amministrative del 2017: hanno l‘obbligo di onorare questi impegni in caso di elezione:

• Rifiuto di qualsiasi rimborso elettorale o finanziamento delle spese sostenute per le elezioni.

• Rimborsi dei Consiglieri Comunali in base alle effettive presenze in commissione o consiglio comunale (a gettone di presenza e non con “indennità di funzione”).

• Rendiconti mensili on-line di ogni tipo di compenso, gettone, rimborso o altre somme erogate dal  a favore dell’eletto.

Anche di tutto questo non se ne è saputo più nulla.”



 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 19 gennaio 2018, 22:07

Baruzzo (Fdi): "Piena solidarietà a Alida Lobascio"

Lorenzo Baruzzo esprime piena solidarietà ad Alida Lobascio, vittima di un'aggressione da parte di un immigrato


venerdì, 19 gennaio 2018, 16:43

Avvisi di pagamento relativi al 2012, Guidi (FdI): "Le somme richieste sono senza dubbio non dovute per intervenuta prescrizione"

Marco Guidi, presidente provinciale Fratelli d'Italia a nome del partito interviene sulla vicenda degli avvisi di pagamento relativi al 2012


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 gennaio 2018, 12:23

Martinucci (Lega) attacca Volpi "Fine delle festività: ma le luci di Natale permangono e sprecano denaro"

Il pontile di Marina di Massa ha continuato ad essere addobbato con le luci di Natale fino al 18 gennaio, nonostante le festività fossero finite da un pezzo. A farlo notare al sindaco Volpi è il responsabile comunale della Lega Nicola Martinucci


venerdì, 19 gennaio 2018, 12:19

Minacce e intimidazioni ai consiglieri comunali, Benedetti parla di “clima pericoloso”

Il livello di esasperazione dei cittadini massesi per la situazione amministrativa in stallo da mesi a causa delle lotte interne alla maggioranza, è ormai molto alto e rischia di andare fuori controllo. A dirlo è il consigliere di Forza Italia, Stefano Benedetti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 gennaio 2018, 09:43

Mascardi (Confartigianato): "L'amministrazione intervenga contro abusivismo, contraffazione ed accattonaggio"

Richiesta di intervento contro abusivismo, contraffazione ed accattonaggio da parte del segretario provinciale della Confartigianato Imprese Massa Carrara, il dottor Gabriele Mascardi, per conto del Gruppo Commercio dell'associazione, indirizzata all'assessore Andrea Raggi del comune di Carrara


giovedì, 18 gennaio 2018, 10:32

Bernardi (Alternativa per Carrara) attacca i 5 Stelle sui beni estimati

Parte al vetriolo l’opposizione di Massimiliano Bernardi, leader di Alternativa per Carrara, entrato due giorni in consiglio comunale sugli scranni dell’opposizione, dopo la rinuncia di Andrea Zanetti, candidato sindaco della coalizione del Pd. Un attacco frontale sull’annosissima questione dei beni estimati apre la sua esperienza di consigliere dell’opposizione


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara