Anno 1°

mercoledì, 19 settembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Area 2018: "Veder calare la Tari: un sogno realizzabile?"

mercoledì, 25 aprile 2018, 10:38

Area 2018 interviene sul tema dei rifiuti e si chiede, alla luce della consegna delle cartelle della Tari, se non sia possibile abbattere i costi della raccolta con l'aiuto dei cittadini.

"In questi giorni è iniziata la consegna delle cartelle della Tari, la tassa sulla spazzatura - esordisce -. L’obiettivo di ogni comune è quello di abbattere i costi della raccolta con l’aiuto dei cittadini dai nel  riciclare il 100 per cento dei materiali non utilizzati in ogni famiglia. Usiamo il termine “abbattere” perché sino a quando non riusciremo a recuperare il 100 cento dei materiali di risulta dei consumi (perché riciclabili) un costo da sostenere ci sarà sempre. Ma, come ogni anno, alla consegna delle cartelle scattano le telefonate di coloro che presumono sia necessaria una sollevazione popolare per contestare quelle cifre".

"La ragione - incalza - risiede nel fatto che chi si impegna seriamente nel recupero di queste materie prime-seconde vorrebbe anche veder premiata la propria azione con uno sconto. Si vorrebbe –legittimamente- intravedere una crescente riduzione di quella tassa attraverso la cosiddetta “tariffazione puntuale” che, tradotto, significa incentivare la raccolta differenziata con la riduzione della TARI ai cittadini più virtuosi. Ma questo nel comune di Massa al momento non sta avvenendo. Qual è l’ostacolo per il riconoscimento personale di questo sforzo? E’ necessario il “sistematico monitoraggio a soggetto” del conferimento dei rifiuti che, purtroppo, a Massa non viene effettuato".

"In questo quadro - spiega -, anche l’eventualità di una azienda unica sovra-provinciale lascia intendere che sarà ancora più complesso, se non impossibile,  individuare i cittadini virtuosi corrispondendogli la giusta premialità con la riduzione della Tari. Ci chiediamo, quale ragione a parte i “sacrosanti” principi generali sulla necessità della raccolta differenziata dovrebbe valere per convincere gli ancora troppi nostri concittadini a non mettere tutto nei sacchi neri compromettendo così gli sforzi di chi si sta invece impegnando nella differenziata?"

"Un’altra contraddizione su cui riflettere - continua - riguarda il Cermec che, in termini di tonnellaggi di rifiuti conferiti, “guadagna” dalla raccolta indifferenziata. E noi ci chiediamo, quale interesse può esserci a “spingere” sulla raccolta differenziata con un impianto del genere presente sul nostro territorio? Eppure, sino ad una certa data, quell’impianto aveva iniziato a proporsi anche come “produttore” di materie prime-seconde derivanti proprio dalla differenziata una prospettiva questa, che andava fortemente sostenuta anche attraverso la possibilità per il CERMEC di commercializzare direttamente i rifiuti trasformati in risorse ed in materie recuperate per nuovi utilizzi. Ma così non è o lo è in percentuali del tutto irrilevanti per “scalfire” significativamente la riduzione della TARI quando invece servirebbe mettere in connessione positiva ed equilibrata lo sforzo dei cittadini nel differenziare con la raccolta “porta a porta” -estesa in maniera univoca a tutto il territorio comunale e gli impianti presenti sul territorio".

"Per sintetizzare - conclude -: è possibile conoscere dettagliatamente i risultati della raccolta differenziata e quanto questa produca vantaggi alle Aziende di raccolta e di smaltimento e, soprattutto, da quando lo sforzo collettivo potrà avere significativi riscontri sul calo delle tasse sulla spazzatura? Infine una raccomandazione, ai cittadini massesi che ancora non lo sapessero: smettiamola di scaricare negli spazi pubblici gli ingombranti che, invece,  possono essere conferiti gratuitamente alla Ricicleria".


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 19 settembre 2018, 19:38

Stadio inagibile, l'amministrazione: «Massimo impegno per la riapertura»

In serata, dopo una conferenza stampa alla presenza della società, i vertici dell'amministrazione hanno ricevuto una delegazione in rappresentanza dei tanti tifosi che appresa la notizia si erano radunati sotto Palazzo Civico


mercoledì, 19 settembre 2018, 16:25

Lapucci (FI) "Gli annunci di interventi faraonici dei 5 stelle cozzano con la realtà"

Le notizie di interventi in vari ambiti annunciate in ordine sparso da membri della giunta  e della maggioranza grillina hanno sollevato molte perplessità nel consigliere dell’opposizione  Lorenzo Lapucci che ha voluto mettere in evidenza l’aspetto fortemente propagandistico e poco realistico delle notizie lanciate sui media


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 settembre 2018, 15:37

Piano Operativo Comunale, gli obiettivi del M5S

Dare a Carrara un parco che attende da generazioni, scuole sicure e degne di un paese moderno, e al tempo stesso interpretare le nuove esigenze turistiche. Sono queste gli obiettivi che il gruppo consiliare del Movimento si è dato nell'ambito del dibattito del Piano Operativo Comunale


martedì, 18 settembre 2018, 12:54

Pd apuano, parte il congresso

Si svolgono già questo fine settimana i congressi di circolo del Pd di Massa Carrara che porteranno alla scelta del novo segretario regionale. Il via è stato dato lunedì sera all'assemblea provinciale dei democratici apuani dal segretario provinciale Enzo Manenti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 settembre 2018, 09:09

Protesta dell’Anpi per l’insulto alla statua del partigiano Vico

La manifestazione si è mantenuta sotto il comune per la precisa volontà dei manifestanti di non creare disturbo ai lavori del consiglio e nell’arco di un’ora ha dimezzato i partecipanti. Sulla porta di entrata del comune un mega striscione illustrato con la scritta “Ha radici ben salde la nostra memoria,...


lunedì, 17 settembre 2018, 17:54

"Code infinite al Centro per l’impiego: disoccupati invitati a rivolgersi ai patronati", la denuncia di Baruzzo (FdI)

Stamani una segretaria del centro alle 10,30 ha avvisato le moltissime persone che erano in coda da più di un’ora al Centro per l’impiego, che il centro avrebbe chiuso alle 12 e che quindi non tutti i presenti sarebbero stati ascoltati, invitandone una parte a rivolgersi ai patronati o a...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara