Anno 1°

mercoledì, 19 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Area 2018: "Veder calare la Tari: un sogno realizzabile?"

mercoledì, 25 aprile 2018, 10:38

Area 2018 interviene sul tema dei rifiuti e si chiede, alla luce della consegna delle cartelle della Tari, se non sia possibile abbattere i costi della raccolta con l'aiuto dei cittadini.

"In questi giorni è iniziata la consegna delle cartelle della Tari, la tassa sulla spazzatura - esordisce -. L’obiettivo di ogni comune è quello di abbattere i costi della raccolta con l’aiuto dei cittadini dai nel  riciclare il 100 per cento dei materiali non utilizzati in ogni famiglia. Usiamo il termine “abbattere” perché sino a quando non riusciremo a recuperare il 100 cento dei materiali di risulta dei consumi (perché riciclabili) un costo da sostenere ci sarà sempre. Ma, come ogni anno, alla consegna delle cartelle scattano le telefonate di coloro che presumono sia necessaria una sollevazione popolare per contestare quelle cifre".

"La ragione - incalza - risiede nel fatto che chi si impegna seriamente nel recupero di queste materie prime-seconde vorrebbe anche veder premiata la propria azione con uno sconto. Si vorrebbe –legittimamente- intravedere una crescente riduzione di quella tassa attraverso la cosiddetta “tariffazione puntuale” che, tradotto, significa incentivare la raccolta differenziata con la riduzione della TARI ai cittadini più virtuosi. Ma questo nel comune di Massa al momento non sta avvenendo. Qual è l’ostacolo per il riconoscimento personale di questo sforzo? E’ necessario il “sistematico monitoraggio a soggetto” del conferimento dei rifiuti che, purtroppo, a Massa non viene effettuato".

"In questo quadro - spiega -, anche l’eventualità di una azienda unica sovra-provinciale lascia intendere che sarà ancora più complesso, se non impossibile,  individuare i cittadini virtuosi corrispondendogli la giusta premialità con la riduzione della Tari. Ci chiediamo, quale ragione a parte i “sacrosanti” principi generali sulla necessità della raccolta differenziata dovrebbe valere per convincere gli ancora troppi nostri concittadini a non mettere tutto nei sacchi neri compromettendo così gli sforzi di chi si sta invece impegnando nella differenziata?"

"Un’altra contraddizione su cui riflettere - continua - riguarda il Cermec che, in termini di tonnellaggi di rifiuti conferiti, “guadagna” dalla raccolta indifferenziata. E noi ci chiediamo, quale interesse può esserci a “spingere” sulla raccolta differenziata con un impianto del genere presente sul nostro territorio? Eppure, sino ad una certa data, quell’impianto aveva iniziato a proporsi anche come “produttore” di materie prime-seconde derivanti proprio dalla differenziata una prospettiva questa, che andava fortemente sostenuta anche attraverso la possibilità per il CERMEC di commercializzare direttamente i rifiuti trasformati in risorse ed in materie recuperate per nuovi utilizzi. Ma così non è o lo è in percentuali del tutto irrilevanti per “scalfire” significativamente la riduzione della TARI quando invece servirebbe mettere in connessione positiva ed equilibrata lo sforzo dei cittadini nel differenziare con la raccolta “porta a porta” -estesa in maniera univoca a tutto il territorio comunale e gli impianti presenti sul territorio".

"Per sintetizzare - conclude -: è possibile conoscere dettagliatamente i risultati della raccolta differenziata e quanto questa produca vantaggi alle Aziende di raccolta e di smaltimento e, soprattutto, da quando lo sforzo collettivo potrà avere significativi riscontri sul calo delle tasse sulla spazzatura? Infine una raccomandazione, ai cittadini massesi che ancora non lo sapessero: smettiamola di scaricare negli spazi pubblici gli ingombranti che, invece,  possono essere conferiti gratuitamente alla Ricicleria".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 18 dicembre 2018, 17:58

Scuole, De Pasquale in visita alla Leopardi e a Fossone

Questa mattina il sindaco Francesco De Pasquale si è recato in visita a due delle scuole oggetto negli ultimi giorni di disservizi e disagi. Il primo sopralluogo è stato alla media Leopardi di Avenza dove, a seguito del maltempo di fine ottobre, si sono registrate avarie all’impianto di riscaldamento


martedì, 18 dicembre 2018, 15:14

Bus di Carrara, Marchetti (FI) alla giunta: "Livello di rischio inaccettabile, intervenite su Ctt Nord per flotte adeguate"

Interrogazione del Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti: "Voglio le anagrafiche e le schede su guasti e sinistri mezzo per mezzo"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 dicembre 2018, 09:34

Non si placa la polemica sul bosco urbano, Baruzzo (FdI): “Amministrazione livorosa”

Gli hanno consigliato di usare un pallottoliere per contare gli alberi piantati nel bosco urbano di Marina di Carrara, ma il suggerimento, dato dall'amministrazione grillina al coordinatore comunale di Fratelli d'Italia Lorenzo Baruzzo, ha suscitato l'ilarità di quest'ultimo che ha prontamente replicato


martedì, 18 dicembre 2018, 09:28

Baruzzo (FdI): "Solidarietà al consigliere grillino Guadagni per la contestazione subita"

L’ automobile del consigliere 5 Stelle Gabriele Guadagni è diventata il bersaglio di lanci di uova, forse per una ripicca privata o forse per esprimere dissenso verso la politica attuata dall’amministrazione grillina di cui il consigliere è parte, e a prendere pubblicamente le distanze dal gesto è Lorenzo Baruzzo, coordinatore...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 17 dicembre 2018, 15:58

Guasto al bus: De Pasquale scrive al presidente di Ctt

A seguito dell'ennesimo guasto a un bus di linea il sindaco Francesco De Pasquale ha scritto una lettera al presidente di Ctt Andrea Zavanella. La missiva è stata inoltrata per conoscenza al presidente dell'amministrazione provinciale Gianni Lorenzetti


lunedì, 17 dicembre 2018, 14:20

Cava Calocara, Legambiente esulta: "Ha vinto il buon senso"

È un successo per Legambiente la notizia che la conferenza dei servizi abbia respinto, per motivi paesaggistici, il progetto della cava Calocara A, che prevedeva di "rosicchiare" dal retro e dai fianchi la cima (preludio al suo futuro spianamento), per riprendere l'escavazione a gradoni del versante.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara