Anno 1°

lunedì, 22 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Terre, più che triplicato il quantitativo mensile asportato

giovedì, 14 giugno 2018, 14:20

"Sono già oltre 117mila le tonnellate di terre asportate dalle cave nei primi cinque mesi del 2018 - rendono noto in un comunicato stampa dall'amministrazione comunale di Carrara -. Un quantitativo importante, che conferma l'impennata innescata a settembre a seguito dell'intensificazione dei controlli sugli stoccaggi abusivi al monte ordinati dall'amministrazione comunale ed eseguiti dal personale dell'Ufficio Marmo e Ambiente. 

Nel 2017, in totale, erano state asportate 144 mila 117 tonnellate di terre e tout-benant con una media dei conferimenti a valle di circa 6mila tonnellate nei primi sei mesi dell'anno. A a maggio 2017, esattamente un anno fa, il totale dei quantitivi scesi dal monte era di appena 39.150 tonnellate - prosegue la nota -. Solo a novembre 2017, dopo 11 mesi di attività, il materiale rimosso dalle cave ha raggiunto quota 112mila tonnellate un quantitativo superato in soli 5 mesi nell'anno in corso, grazie proprio al giro di vite sui controlli dell'Ufficio Marmo e Ambiente. Con l'input da parte dell'amministrazione, infatti, la media mensile di terre trasnitate dalle pese, e dunque rimossa dal monte, è più che triplicata, passando dalle 6mila tonnellate del 2017 alle oltre 20mila tonnelate del 2018". 

"Si tratta di un risultato importante, a conferma che la nostra attenzione e il nostro impegno su questo tema si stanno rivelando efficaci. Certo possiamo e dobbiamo fare meglio, e la nostra volontà è quella di tenere alta l'attenzione e incrementare ancora i numeri. Assicurare il corretto conferimento a valle delle terre significa infatti garantire il rispetto della legalità, salvaguardare il gettito nelle casse del municipio ma soprattutto contenere l'impatto ambientale dell'attività estrattiva e il rischio idrogeologico" ha dichiarato soddisfatto l'assessore al Marmo Alessandro Tirvelli. 

Anche la presidente della commissione Marmo Nives Spattini e il suo vice Stefano Dell'Amico commentano con soddisfazione i numeri: "Questi valori esprimono una vera e propria inversione della tendenza – negativa - che si era consolidata negli ultimi anni, raggiungendo la quantità più bassa nel 2016 con sole 97.000 tonnellate di terre asportate dai bacini marmiferi". A nome del gruppo consiliare, Spattini e Dell'Amico ricordando che il tema dell'asportazione delle terre dal monte era stato inserito sia nel programma elettorale del Movimento5Stelle che nelle linee programmatiche dell'amministrazione. "Sin dall'insediamento, tramite chiare indicazioni scritte da parte del nostro sindaco De Pasquale, gli uffici marmo e ambiente si sono attivati per intensificare i controlli necessari, portando le ispezioni nelle varie cave a cadenza settimanale" dicono i due consiglieri, ricordando che questo "è solo l'inizio di un percorso virtuoso che ci vedrà impegnati a 360° sul tema marmo". Spattini e Dell'Amico concludono evidenziando "il clima collaborativo e positivo che si è creato con gli uffici marmo e ambiente, composti da persone tecnicamente preparate, professionali e disponibili". 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 22 ottobre 2018, 11:04

Lapucci replica a Bardi: “Spiegate alla referente della Taliercio cosa significa star bene a scuola”

A sollevare la questione delle condizioni di grave sovraffollamento di moltissime scuole comunali a causa dei trasferimenti obbligati degli alunni dagli edifici chiusi per lavori, è stato il consigliere di Forza Italia Lorenzo Lapucci. Nella polemica è entrata anche Simona Bardi, referente per la scuola Taliercio


domenica, 21 ottobre 2018, 09:57

Articolo 1 Mdp: "Cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano"

Il coordinamento provinciale Articolo 1 M.D.P. si rivolge al sindaco di Carrara e presenta una mozione all'ordine del giorno del consiglio comunale di Massa, per richiedere la cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano, sindaco di Riace


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 ottobre 2018, 15:19

Modifiche alla viabilità di Fossone: critiche e suggerimenti di FdI

Dopo molte segnalazioni, delle quali spesso gli autori erano i membri del coordinamento comunale di Fratelli d’Italia, sui gravi rischi per i pedoni nelle strade di Fossone a causa della mancanza di dispositivi per la sicurezza, sono arrivate le misure decise dall’amministrazione per risolvere il problema ma non hanno convinto...


sabato, 20 ottobre 2018, 09:04

Dell'Ertole (Alternativa Civica): "Rossi congela 2,2 milioni per il nostro ripascimento. E il Pd che dice?

Così la capogruppo in consiglio comunale per Alternativa Civica Dina Dell'Ertole, che nella seduta di consiglio dello scorso giovedì ha chiesto al sindaco di Massa delucidazioni sulle novità, uscite dall'ultimo "Forum Internazionale delle Coste", che danno per slittati (non si sa bene di quanti mesi) i lavori previsti dalla Regione sulla costa apuana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 ottobre 2018, 09:02

M5S, sopralluogo al Parco della Padula

Ieri è stato fatto un sopralluogo al Parco Padula, nell'area che è destinata agli orti urbani: alla presenza dei presidenti della Commissione Sociale, Tiziana Guerra, e Urbanistica, Daniele Raggi, degli assessori Galleni e Bruschi, il direttore dei lavori ha illustrato lo stato di avanzamento degli stessi, che sono peraltro già...


giovedì, 18 ottobre 2018, 16:37

Stallo della situazione del teatro Animosi, Conti (Sinistra per Carrara): "Doveva essere una priorità"

Alessandro Conti di Sinistra per Carrara  ha analizzato l’excursus del teatro nell’era grillina e ha messo in evidenza come, in buona sostanza, fino ad oggi, si sia trattato di un continuo rimandare la conclusione dei lavori che restituirebbero il teatro, luogo di incontro, di cultura e di aggregazione di vitale...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara