massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 18 luglio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Chiusura definitiva del campo rom al lavello: raccolta firme di Forza Italia Massa e Carrara

mercoledì, 11 luglio 2018, 10:00

I promotori sono il consigliere carrarese Lorenzo Lapucci  e quello massese Stefano Benedetti. La richiesta è quella della chiusura definitiva del campo rom che si trova sulla sponda occidentale del fosso Lavello, cioè nel territorio che è controllato dal comune di Carrara. Il destinatario della richiesta è ovviamente il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale.

Benedetti, veterano della politica e autore di moltissime segnalazioni proprio in merito alle condizioni igienico sanitarie e di sicurezza dell’accampamento del Lavello, ha rivolto la richiesta anche al Prefetto e al sindaco di Massa ed ha annunciato: “Se i cittadini firmatari non dovessero essere ascoltati saremo disposti ad occupare il comune e denunciare il sindaco di Carrara per tutti i reati connessi al campo abusivo, compreso i rischi per l’incolumità degli abitanti e per lo stato di abbandono delle famiglie e dei bambini che non vengono più seguiti dal comune e neanche frequentano regolarmente le scuole.”

Lapucci che nel consiglio comunale di Carrara è alla sua prima esperienza come consigliere  ha spiegato che la raccolta firme per la chiusura del campo abusivo è nata  in risposta all' atteggiamento permissivo  dell' amministrazione Cinque Stelle: “Dopo che la maggioranza grillina ha rigettato   l’interpellanza  che chiedeva la chiusura del campo rom durante l’ultimo consiglio comunale, Forza Italia non può più tollerare che l’attuale Sindaco e la sua maggioranza non intendano procedere a ripristinare  legalità e sicurezza pubblica.È un dovere per Forza Italia far uscire allo scoperto i fautori della “democrazia diretta” , dei “referendum” e dei “meetup” che dovranno così dare ascolto alle  firme di   centinaia di persone che chiedono democraticamente la chiusura del Campo Rom del Lavello.”

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 18 luglio 2019, 09:26

Pigoni e Bertuccelli (Lega) chiedono delucidazioni sul fosso Lavello

Arianna Bertuccelli (Lega) e Daniele Pigoni (Lega) intervengono sulla questione del fosso Lavello localizzato fra Marina di Massa e Marina di Carrara


mercoledì, 17 luglio 2019, 15:20

Panfietti candidato a capo dell’Erp col sostegno di 5stelle e Pd: per Bernardi sarà rottura col Pd

Lo aveva denunciato alcuni giorni fa, quando era ancora a livello di voci di corridoio; adesso invece è ufficiale: l’amministratore unico uscente di Erp Luca Panfietti è candidato per la quarta volta alla carica di presidente dell’ente.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 17 luglio 2019, 14:18

Completata l'adozione dei Pabe, De Pasquale: "Atti concreti per aumentare la resilienza del territorio"

L'intervento del sindaco Francesco De Pasquale a commento del completamento dell'iter di adozione dei Pabe


martedì, 16 luglio 2019, 12:46

Montesarchio rilancia sul taglio dei pini e indigna il comitato

A parlare è Florida Nicolai ma la voce è quella di tutto il Comitato in difesa dei pini di Viale Colombo che da un mese sta combattendo contro la decisione dell’amministrazione grillina di Carrara di tagliare le alberature storiche del viale a mare


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 16 luglio 2019, 12:07

Asl, cambiano le regole sui prelievi ematici. Marchetti (FI): "Pazienti e infermieri piangono sul sangue non versato"

Ad annunciare battaglia è il capogruppo di Forza Italia consiglio regionale MaurizioMarchetti che sulla questione ha presentato alla giunta toscana un’interrogazione a risposta scritta chiedendo lumi sui fondamenti giuridici di una simile disposizione


martedì, 16 luglio 2019, 11:26

“Rivedete la legge Delrio sulle province e date loro certezze finanziarie”

Sono centinaia i sindaci che in tutta Italia hanno già firmato un ordine del giorno da inviare al Governo e al Parlamento per chiedere la revisione della legge di riforma delle Province, nota come legge Delrio, e per dare loro certezze finanziarie


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara