Anno 1°

mercoledì, 18 luglio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Il sindaco Persiani apre il primo consiglio comunale del suo mandato e ricorda l’operaio morto sul lavoro a Carrara

venerdì, 13 luglio 2018, 09:53

di vinicia tesconi

Ha chiesto un minuto di silenzio per Luca Savio, l’operaio morto a Carrara mentre lavorava in una ditta di marmi con un contratto di sei giorni ed ha ribadito con forza  la sua determinazione a lavorare per migliorare le condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro: “Quando qualcuno muore mentre cerca di guadagnarsi lo stipendio è una sconfitta per tutti, ed è il secondo a distanza di due mesi; se penso oltretutto che aveva un contratto solamente di sei giorni, credetemi, stento a trattenere la rabbia, in quanto non capisco come possa essere considerata giusta questa precariarizzazione del mondo del lavoro in cui precaria è la stabilità, la sicurezza e soprattutto sono precari i diritti sacrosanti dei lavoratori. In campagna elettorale ho più volte accennato a quanto tenessi alla sicurezza nei luoghi di lavoro; beh, non ho cambiato idea e come Sindaco farò tutto quello che mi sarà possibile fare in termini amministrativi ed in termini di esercizio di pressione politica, affinché le regole che hanno ad oggetto la sicurezza dei lavoratori vengano rispettate, sempre. Nessuna scusa per chi non lo fa. Mi appello a tutte le istituzioni, ai datori di lavoro ed alle organizzazioni sindacali: fermiamo questa strage infinita. “. Così il  nuovo sindaco di Massa Francesco Persiani ha aperto il primo consiglio comunale della sua giunta targata centro destra e poi si è rivolto al folto pubblico in sala ed a tutta la cittadinanza sottolineando la determinazione ad essere il sindaco di tutti: “E’il momento della responsabilità, noi siamo qui per servirvi. Il concetto di servizio è il punto cardinale di questo mandato, ognuno nello svolgimento delle proprie mansioni deve tenere ben presente chi è che detiene veramente il potere. Il cittadino. Noi dobbiamo operare per creare tutte le condizioni necessarie affinché tutti i cittadini possano vivere serenamente nella nostra città. Badate ben qui non si fanno dei distinguo politici o ideologici, tutti i massesi hanno il sacrosanto ed inviolabile diritto ad avere una vita decorosa, come sacrosanto ed inviolabile è il loro diritto ad avere un’amministrazione comunale vicina, sensibile ai loro problemi e capace di dare loro una risposta e che operi in maniera trasparente e legalitaria. Guardo questo Consiglio Comunale e vedo molte facce nuove (compresa la mia) e penso che la strada del cambiamento che ho incessantemente invocato sia partita; tanti giovani e tanti consiglieri con esperienze umane, politiche e professionali diverse, pronti a confrontarsi per cercare il bene comune.”. Persiani ha invitato tutti i rappresentanti della coalizione che ha sostenuto la sua candidatura a  cogliere le istanze provenienti dal mondo esterno, supportando l’amministrazione a trovare soluzioni ed ha chiesto alla minoranza  un’opposizione senza sconti ma costruttiva, fatta di critiche  ma anche di nuove proposte  “Mi aspetto un’opposizione certamente dura ma mi auguro che rimarremo sempre nell’alveo della rispettosa dialettica politica senza cadere mai nel personale. Il confronto democratico che chiediamo ai cittadini, è e sarà figlio anche del rapporto che avremo. Avversari politici certamente, ma mai nemici. Sappiate che da parte mia e da parte dell’Amministrazione sarete sempre trattati con rispetto, com’è giusto che sia.”.  Persiani si è rivolto anche a tutti i dipendenti comunali  chiedendo di fare squadra per andare tutti nella stessa direzione avendo come obiettivo il bene della comunità massese: “ Il 24 giugno c’è stata una svolta storica, per la prima volta il centrodestra unito ha ricevuto dai cittadini massesi il mandato per amministrare questa città, questa responsabilità onora sia me che tutto il centrodestra, ma la fase elettorale si è conclusa . La città ci guarda, ha aspettative, chiede la risoluzione dei problemi che la attanagliano. Sicurezza, decoro, sociale, ambiente e lavoro; si riparte da qui, anzi no. Siamo già partiti perché personalmente sono al lavoro dal 25 giugno, mentre la giunta è stata presentata  il 5 luglio, ed è al lavoro da quella stessa data. L’impegno è massimo e l’aria che si respira all’interno del palazzo Comunale è densa di positività e voglia di fare. Abbiamo il dovere di onorare questa città e la sua storia, una città decorata con la medaglia d’oro al merito civile, e possiamo farlo solamente in una maniera: dandole prospettive a lungo termine e quindi, dandole futuro. Questa amministrazione ha un compito arduo, ma sono convinto che da qui a fine mandato renderemo orgogliosi i nostri concittadini, del servizio che avremo reso ai massesi. Buon lavoro a tutti.”.  Nel corso della seduta sono stati nominati i membri delle commissioni ed  è stato eletto Stefano Benedetti, segretario comunale di Forza Italia, presidente del consiglio comunale. Decisione sofferta, raggiunta al terzo tentativo di ottenere il numero sufficiente dei voti per sancire la nomina di Benedetti, figura di certa esperienza  delle dinamiche del consiglio comunale ma contestato per le preferenze politiche manifestate in gioventù che non hanno mancato di sollevare un polverone di commenti negativi sui social in merito al suo nuovo ruolo politico istituzionale. Rigurgiti polemici alternati a aperte  manifestazioni di approvazione sono arrivati, sempre dalla piattaforma virtuale, per l’ex assessore Elena Mosti, attualmente consigliere dell’opposizione, che ha scelto di indossare una maglietta con la scritta “ Bella ciao” per la prima seduta del consiglio comunale di Massa.


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 17 luglio 2018, 15:58

Mosti replica a Benedetti: "Se un amministratore è onesto non dovrebbe aver paura delle microspie”

Sorride l’ex assessore alle Pari Opportunità della giunta Volpi, oggi consigliera del centrosinistra all’opposizione della nuova amministrazione guidata dal sindaco Persiani, nella quale Stefano Benedetti, segretario comunale di Forza Italia, è il presidente del consiglio comunale che proprio ieri, come suo primo atto ufficiale ha richiesto un procedimento di bonifica...


martedì, 17 luglio 2018, 15:52

Amorese (FdI): "CTT, il servizio peggiora, i costi aumentano"

Alessandro Amorese, capogruppo Fratelli d'Italia interviene in merito al nuovo piano tariffario unico regionale del trasporto pubblico ed al manifesto di CTT


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 16 luglio 2018, 21:04

Sinistra per Carrara critica il prezzo del biglietto per i musei cittadini e propone ingressi gratuiti

Non è piaciuta al gruppo Sinistra per Carrara la decisione di aumentare il costo del biglietto per visitare i tre musei cittadini facendolo passare da 5 a dieci euro e ha colto l’occasione per avanzare una severa critica nei confronti dell’operato dell’assessorato alla cultura targato 5 stelle


lunedì, 16 luglio 2018, 21:03

Nuovi furti a Marina di Massa: Benedetti annuncia sopralluoghi per identificare i turisti

Non ha perso l’abitudine di segnalare ogni malessere della sua città, Stefano Benedetti che per anni in veste di consigliere dell’opposizione ha sommerso di richieste e segnalazioni gli amministratori


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 16 luglio 2018, 20:58

Benedetti fa bonificare gli uffici dalle... microspie

Benedetti si insedia alla presidenza del consiglio comunale di Massa e fa bonificare gli uffici dalle microspie: “Non mi fido di quelli che ci hanno preceduto”


lunedì, 16 luglio 2018, 20:56

Lapucci chiede la convocazione della commissione Controllo e Garanzia

Lapucci chiede la convocazione della commissione Controllo e Garanzia: “Mancanza di rispetto e poca trasparenza dell’amministrazione nei confronti dei consiglieri dell’opposizione sul tema IMM”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara