Anno 1°

mercoledì, 14 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Sicurezza prima dei profitti: Rifondazione Comunista lancia un monito dopo la tragedia dell’operaio morto sul lavoro per un contratto di sei giorni

venerdì, 13 luglio 2018, 09:07

Rabbia e amarezza di fronte all’ennesima morte pagata al marmo, ma anche di fronte all’immobilità delle istituzioni e allo sbigottimento delle parti sociali. Sono i sentimenti espressi dal direttivo di Rifondazione Comunista che ha voluto testimoniare la sua vicinanza alla famiglia di Luca Savio, l’operaio morto due giorni fa, schiacciato da un blocco di marmo dentro l’azienda per cui lavorava temporaneamente con un contratto di sei giorni. Insieme al cordoglio per Rifondazione comunista c’è anche un risentito stupore per chi ancora si stupisce del ripetersi di queste tragedie sul lavoro nel mondo del marmo e la dura critica alle dinamiche sindacali che sollevano i lavoratori per protestare sulla possibilità di usare i voucher in alcune tipologie di lavoro e poi lasciano che un operaio accetti un contratto di sei giorni. “Luca aveva da offrire la sua forza, la sua esperienza e la sua ricerca di dignità come individuo sociale ma l’egemonia padronale  lo ha costretto a scegliere un contratto di soli sei giorni ridotto, di fatto a tre, che il lavoratore non porterà mai a termine. Un contratto come altri milioni in vigore nel nostro paese dove la precarietà, lo sfruttamento e il ricatto nei confronti dei lavoratori è all'ordine del giorno. Troppo è stato permesso ipocritamente è troppo poco si è fatto per contrastare la volontà di governi cosiddetti amici che hanno distrutto lo statuto dei lavoratori.” fanno sapere dalla segreteria provinciale di PRC e ritornano sulla lotta ingaggiata da tempo contro il termine “ fatalità” usato in occasioni come questa da istituzioni e parti sociali per ribadire ancora  a gran voce che la sicurezza   deve venire prima del profitto e delle tempistiche padronali. “La provincia sta pagando un prezzo inaccettabile e le istituzioni devono farsene carico legiferando in questo senso ed imponendo con regole certe a chi sfrutta i nostri monti e la sua preziosa risorsa,garantendo l'assoluta integrità fisica dei lavoratori del settore e di tutta la filiera. Non si può e non si deve morire lavorando. L’unico pensiero che ci viene spontaneo ora è dedicato alla piccola figlia di Luca, ancora troppo piccola per capire perché il papà non rincaserà e non la prenderà più in braccio e a una giovane moglie, a cui un’intera società ha affidato un fardello troppo pesante da portare e da accettare.”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 13 novembre 2018, 10:39

Lega, gazebo per la sicurezza delle donne

Dopo il grande successo dell'iniziativa sulla sicurezza delle donne, Susanna Ceccardi, responsabile della Lega in Toscana, e Elena Vizzotto, responsabile delle politiche femminili regionale, rilanciano con una grande gazebata prevista per il 17 e 18 novembre


lunedì, 12 novembre 2018, 20:47

Task force contro il degrado, Baruzzo (FdI): “E’ il momento di eliminare il commercio degli abusivi”

Un provvedimento accolto con soddisfazione, quello dell’istituzione di una task force della municipale contro il degrado, dal coordinatore comunale di Fratelli d’Italia che non rinuncia, tuttavia a lanciare qualche frecciata all’amministrazione grillina


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 12 novembre 2018, 15:51

Degrado, l'amministrazione istituisce una task force della polizia municipale

Su richiesta dell'amministrazione comunale, la polizia municipale ha creato una task force "anti-degrado" che prevede il dispiegamento sul territorio di personale e pattuglie prevalentemente dedicate alla tutela del decoro e dell'ordine pubblico


domenica, 11 novembre 2018, 10:07

“Costi elevati e assegnazioni di incarichi senza bando”: Baruzzo (FdI) critica la mostra sulla ferrovia marmifera

Ad indignare Baruzzo sarebbe stato sia il costo della mostra che si aggira intorno ai 38 mila euro, sia il fatto che l’assessore alla cultura Federica Forti abbia deciso di affidare l’incarico dell’allestimento della mostra ad un’associazione locale senza invece usare lo strumento del bando


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 10 novembre 2018, 09:55

Benedetti nell’elenco della massoneria, ma lui smentisce: “Ho segnalato il sito da tempo, mai stato massone”

Il censimento di tutti gli iscritti alla massoneria italiana è stato realizzato nel 2009 e pubblicato sulla rivista "La voce delle voci". In questo elenco compare il nome di Stefano Benedetti, presidente del consiglio comunale di Massa. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente


giovedì, 8 novembre 2018, 17:31

Taliercio, palestra disponibile dalla prossima settimana

A seguito della conclusione dei lavori di adeguamento della palestra della scuola media Taliercio di via Marco Polo, il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale si è recato in visita alla struttura


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara